Sonate per violino - CD Audio di Paul Hindemith

Sonate per violino

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Paul Hindemith
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Brilliant Classics
Data di pubblicazione: 18 dicembre 2013
  • EAN: 5028421947419

€ 9,50

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Sonata in Mi bemolle maggiore op.11 n.1; Sonata in Re maggiore op.11 n.2; Sonata in Mi maggiore (1935); Sonata in Do maggiore (1939)
Nel 2013 – anno in cui tutto il mondo della musica ha celebrato il cinquantesimo anniversario della scomparsa di Paul Hindemith – l’industria discografica ha realizzato una serie di registrazioni di grande interesse dedicate a ogni aspetto della produzione del compositore tedesco. Il fatto che le sonate per violino e pianoforte abbraccino tutto l’arco della parabola creativa di Hindemith le rende particolarmente indicate per chi desidera apprezzarne l’evoluzione stilistica, che dagli influssi dello stile tardo romantico di Max Reger e di Richard Strauss chiaramente avvertibili nelle pagine giovanili passa alle sperimentazioni con il jazz e la scrittura politonale e atonale e a originali rielaborazioni di elementi barocchi e classici. Da questo insieme di fattori scaturì uno stile eclettico, estremamente innovativo e pervaso da un’energia, una passionalità e un’arguzia che trovano pochi confronti in tutta la storia della musica. Queste opere sono eseguite da Eliot e Jill Lawson, due musicisti di grande talento definiti da un critico tutt’altro che benevolo come Lorin Maazel «un violinista meraviglioso e un’eccellente giovane musicista».

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Paul Hindemith Cover

    Compositore tedesco.La carriera di concertista, studioso e compositore. Iniziò lo studio del violino giovanissimo, distinguendosi in seguito anche come solista di viola. Nel 1909 entrò al conservatorio di Francoforte, dove studiò composizione con A. Mendelssohn e B. Sekles. Nel 1915 divenne Konzertmeister all'Opera di Francoforte e nel 1921 costituì, con L. Amar, un quartetto d'archi al quale prese parte come viola e per il quale scrisse i suoi primi quartetti. Venne quindi chiamato a dirigere il festival di Donaueschingen (1922-26) e nel 1927 ottenne la cattedra di composizione presso la Hochschule für Musik di Berlino, dove rimase sino al 1937, continuando a occuparsi del festival di Donaueschingen (trasferito prima a Baden-Baden, 1927-29, poi a Berlino, 1930) e svolgendo anche attività... Approfondisci
Note legali