Sonate per violoncello e pianoforte

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Concerto
Data di pubblicazione: 10 aprile 2007
  • EAN: 8012665203537
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 17,42

€ 20,50
(-15%)

Punti Premium: 17

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 20,50 €)


Concerto è particolarmente fiera di presentare in questa incisione, riuniti insieme, alcuni fra i nomi piè illustri del mondo musicale italiano, che si stagliano su un panorama tutto francese: due grandi costruttori di strumenti del presente e del passato, famosi in tutto il mondo, come Fazioli e Grancino; due eccellenti musicisti della nuova generazione quali Maurizio Baglini e Silvia Chiesa; un compositore così significativo e celebre come Azio Corghi, si incontrano sulle sonorità del violoncello e del pianoforte, affrontando dei veri capolavori come le Sonate di Chopin e Debussy, introdotte dalle note di Gianpaolo Minardi, o "variando", sempre in aria francese, su alcuni canzoni della Rivoluzione: ça ira? Noi ci auguriamo di sì, nello splendore del suono a 64 bit registrata nell'acustica formidabile della Fazioli Concert Hall. Il brano di Corghi, in anteprima mondiale, è dedicato proprio al Duo Baglini-Chiesa.

  • Fryderyk Franciszek Chopin Cover

    Compositore e pianista polacco.Gli studi e i primi lavori. Figlio di un oriundo francese, precettore presso la famiglia del conte Skarbek, e di una governante di casa Skarbek, diede prova fin dalla più tenera età di possedere un'eccezionale sensibilità musicale. Quando la famiglia si trasferì a Varsavia (il padre era diventato professore di francese nel liceo), il bambino venne affidato al violinista e pianista boemo Wojciech Zywny, che lo avviò allo studio del pianoforte e della composizione. I suoi primi lavori furono pubblicati alla fine del 1817; nel 1818 si presentò per la prima volta in un concerto pubblico. Le lezioni dello Zywny (le uniche lezioni di pianoforte ricevute da C.) terminarono nel 1822; l'anno dopo, continuando da autodidatta gli studi pianistici, si iscrisse al liceo dove... Approfondisci
  • Claude Debussy Cover

    Propr. Achille-Claude Debussy. Compositore francese.L'itinerario artistico e le opere principali. Figlio di piccoli commercianti di porcellane, entrò al conservatorio di Parigi nel 1872, studiando il pianoforte con A.-F. Marmontel e la composizione con E. Giraud. Nel 1884 ottenne il Prix de Rome con la scena lirica L'enfant prodigue (Il figliuol prodigo). A Roma, dove soggiornò dal 1885 all'87, scrisse La demoiselle élue (La fanciulla eletta), su testo di D.G. Rossetti. Rientrato a Parigi, prese a frequentare il salotto di Mallarmé e altri ambienti artistici legati al simbolismo e all'impressionismo. S'interessò, nel frattempo, all'o­pera di Wagner (viaggi a Bayreuth nel 1888 e nel 1889), al Boris di Musorgskij, alle musiche giavanesi ascoltate all'Esposizione di Parigi nel 1889. La maturazione... Approfondisci
  • Azio Corghi Cover

    Compositore. Docente di composizione nei conservatori di Torino, Milano e dal 1995 all'Accademia di Santa Cecilia a Roma. Dopo essersi avvicinato negli anni '60 alla Nuova musica (Mutazioni per 7 strumenti, 1964; Stereofonie x 4, 1967; Intavolature per orchestra, 1967; Joos florals per quattro archi e Hop-frog per cembalo e 10 archi, 1970; Actus I-III, 1975-77), ha gradualmente elaborato la sua poetica personale che rivive il passato storico in forme espressive nuove e pone alla base dell'invenzione tecnico-formale la rappresentazione di un contenuto, di un conflitto morale. Ciò l'ha portato ad accostarsi, dai primi anni '80, a un teatro musicale di marcato impianto corale con le opere Gargantua (1981-84), Blimunda (1990) e Divara (1993), le ultime due ispirate a testi di J. Saramago (come... Approfondisci
Note legali