Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Sopravvissuta ad Auschwitz. La vera e drammatica storia della sorella di Anne Frank - Rosa Prencipe,Lucilla Rodinò,Karen Bartlett,Eva Schloss - ebook

Sopravvissuta ad Auschwitz. La vera e drammatica storia della sorella di Anne Frank

Karen Bartlett, Eva Schloss

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 5,23 MB
Pagine della versione a stampa: 328 p.
  • EAN: 9788854159303
Salvato in 8 liste dei desideri

€ 1,99

Punti Premium: 2

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

L'incredibile testimonianza della sorella di Anne Frank

Una storia che inizia dove drammaticamente il Diario di Anne Frank finisce

Nel giorno del suo quindicesimo compleanno, Eva viene arrestata dai nazisti ad Amsterdam e deportata ad Auschwitz. La sua sopravvivenza dipende solo dal caso, e in parte dalla ferrea determinazione della madre Fritzi, che lotterà con tutte le sue forze per salvare la figlia.
Quando finalmente il campo di concentramento viene liberato dall’Armata Rossa, Eva inizia il lungo cammino per tornare a casa insieme alla madre, e intraprende anche la disperata ricerca del padre e del fratello. Purtroppo i due uomini sono morti, come le donne scopriranno tragicamente a mesi di distanza. Ad Amsterdam, però, Eva aveva lasciato anche i suoi amici, fra cui una ragazzina dai capelli neri con cui era solita giocare: Anne Frank. I loro destini – seppur diversissimi – sembrano incrociarsi idealmente ancora una volta: nel 1953 Fritzi, ormai vedova, sposerà Otto Frank, il padre di Anne. La testimonianza di Eva (scritta in collaborazione con Karen Bartlett) è dunque doppiamente sbalorditiva: per la sua esperienza personale di sopravvissuta all’Olocausto e per lo straordinario intreccio del destino, che l’ha unita indissolubilmente a quella ragazzina conosciuta molti anni prima.

In vetta alle classifiche in Inghilterra

Una drammatica testimonianza
Una storia vera che deve sopravvivere

Anne Frank morì a Bergen-Belsen nel 1945 e attraverso il suo diario è diventata un simbolo mondiale dell’Olocausto.
Anche Eva ha vissuto gli indicibili orrori del campo di concentramento ed è sopravvissuta.
Solo dopo molti anni è riuscita a raccontare la sua storia.

«Se si può descrivere con estrema sensibilità l’animo umano, allora Eva sa farlo, raccontandone la forza e la fragilità. Dopo sessant’anni, l’autrice narra finalmente la sua storia, senz’altro da leggere.»
Daily Express


Eva Schloss
Vive a Londra con il marito Zvi. Dopo la guerra, ha lavorato come fotografa professionista (all’inizio usando la Leica che le aveva regalato Otto Frank), poi ha aperto un negozio di antiquariato. Co-fondatrice dell’Anne Frank Trust di Londra, gira il mondo per raccontare la sua straordinaria vicenda personale, cui è stata dedicata anche la pièce teatrale And Then They Came for Me: Remembering the World of Anne Frank, firmata da James Still. È autrice di vari volumi e nel 2012 è stata insignita dal principe Carlo della prestigiosa onorificenza di Membro dell’Ordine dell’Impero Britannico per la sua opera di testimonianza nelle scuole e nelle prigioni.


Karen Bartlett
Scrittrice e giornalista, vive a Londra. Ha collaborato con varie testate («The Sunday Times», «The Times», «The Guardian», «Wired»), ha prodotto e condotto alcuni programmi sulla BBC Radio e ha lavorato in passato anche come attivista politica. Questo è il suo primo libro.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4
di 5
Totale 3
5
2
4
0
3
0
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Diana

    10/05/2016 19:15:01

    E' uno di quei libri che quando lo inizi non smetti piu' di leggerlo. Pur raccontando, ad un certo punto del libro, del periodo in cui e' stata internata ad Auschwitz, l'autrice non si dilunga sui dettagli terrificanti come invece avrebbe potuto fare, fornendoci comunque una panoramica di quello che ha dovuto passare. Nella sua terribile sfortuna, Eva ha avuto la 'fortuna' di poter rimanere nel campo di concentramento insieme con sua madre, e questo probabilmente ha contribuito al fatto che entrambe siano riuscite a sopravvivere. Questo libro e' scritto in maniera molto pacata, narrando all'inizio la sua vita 'normale' in Austria, prima che le cose precipitassero con l'avvento di Hitler; poi il soggiorno in Olanda dove sperava di poter rimanere e salvarsi; poi Auschwitz, con le cose terribili che ha visto, ed infine il ritorno, lento e faticoso, ad una vita normale, nella quale l'autrice ha voluto dare un senso alla sua sopravvivenza raccontando in giro per il mondo cio' che aveva passato. Un libro da leggere, per non dimenticare quanto e' successo, affinche' non si ripeta mai piu'.

  • User Icon

    Annagrazia

    13/07/2014 15:59:40

    Il libro si legge con molto interesse e le esperienze dell'autrice sono sconvolgenti. Un po' meno coinvolgenti gli accadimenti più recenti. Vorrei comunque segnalare un fatto grave: non si può parlare della Lituania e citare Riga come sua capitale!!!! Anche l'intervento all'evento descritto nel libro del "presidente lituano" ed il coinvolgimento del popolo lituano sembrano denotare un enorme abbaglio. Mi auguro che sia solo un errore di traduzione anche se, dall'inglese, è difficile scambiare Latvia per Lithuania.

  • User Icon

    monica

    11/10/2013 14:39:08

    Ottimo, nonostante il contenuto a tratti angosciante e' molto scorrevole, da leggere.

L'incredibile testimonianza della sorella di Anne Frank Una storia che inizia dove drammaticamente il Diario di Anne Frank finisce Nel giorno del suo quindicesimo compleanno, Eva viene arrestata dai nazisti ad Amsterdam e deportata ad Auschwitz. La sua sopravvivenza dipende solo dal caso, e in parte dalla ferrea determinazione della madre Fritzi, che lotterà con tutte le sue forze per salvare la figlia. Quando finalmente il campo di concentramento viene liberato dall’Armata Rossa, Eva inizia il lungo cammino per tornare a casa insieme alla madre, e intraprende anche la disperata ricerca del padre e del fratello. Purtroppo i due uomini sono morti, come le donne scopriranno tragicamente a mesi di distanza. Ad Amsterdam, però, Eva aveva lasciato anche i suoi amici, fra cui una ragazzina dai capelli neri con cui era solita giocare: Anne Frank. I loro destini – seppur diversissimi – sembrano incrociarsi idealmente ancora una volta: nel 1953 Fritzi, ormai vedova, sposerà Otto Frank, il padre di Anne. La testimonianza di Eva (scritta in collaborazione con Karen Bartlett) è dunque doppiamente sbalorditiva: per la sua esperienza personale di sopravvissuta all’Olocausto e per lo straordinario intreccio del destino, che l’ha unita indissolubilmente a quella ragazzina conosciuta molti anni prima.

  • Eva Schloss Cover

    Vive a Londra ed è stata sposata per più di cinquant'anni. Ha tre figlie e cinque nipoti. Co-fondatrice dell'Anne Frank Trust di Londra, gira il mondo per raccontare la sua storia straordinaria, cui è stata dedicata anche la pièce teatrale "And Then They Came for Me: Remembering the World of Anne Frank", firmata da James Still. Autrice di vari volumi tra cui "The Promise".Per maggiori informazioni visitate il sito ufficiale: www.evaschloss.com Approfondisci
Note legali