South Atlantic Blues

Artisti: Scott Fagan
Supporto: Vinile LP
Numero dischi: 1
Etichetta: SAINT CECILIA KN
Data di pubblicazione: 17 novembre 2015
  • EAN: 5055869536820
Disponibile anche in altri formati:

€ 33,50

Venduto e spedito da IBS

34 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Descrizione

‘South Atlantic Blues’ originariamente pubblicato da Atco – sottoetichetta del gruppo Atlantic con una predilezione per il soul e l’r&b – nel 1968 è davvero prossimo allo stato di masterpiece. Aveva poco più di 21 anni Scott quando decise di trasferirsi nella Big Apple in cerca di fortuna. Ovviamente gli inizi non furono propriamente incoraggianti, tanto che il vagabondare nella grande metropoli lo accomunava più a un homeless che a un giovane artista ispirato. Nonostante tutto riesce a strappare un contratto per il suo debutto, che commercialmente non avrà riscontri memorabili. E’ tempo di rimediare ora, perché quei numeri sospesi tra folk acido e ballate white-soul reclamano un posto al sole nell'Olimpo dei cantori dell’america disadattata. Storia singolare poi quella del disco, una gestazione anomala, anche per via del ritrovamento da parte dell’artista figurativo newyorkese Jasper Johns, che proprio ispirandosi all'immagine di copertina creerà un trittico di lavori denominato “Scott Fagan Record” (la lussuosa versione in vinile è stata resa possibile licenziando il lavoro dello stesso artista) Un disco recuperato tra gli scaffali dei cut-out finito con l’essere esposto al Moma di New York. Altra stranezza anagrafica, recentemente Scott ha scoperto di essere il padre biologico di un altro noto outsider: Stephin Merritt, proprio il leader dei Magnetic Fields. I due si incontreranno materialmente solo nel 2013 in occasione del documentario su Doc Pomus, mentore e manager dello stesso Fagan. Senza dubbio alcuno candidata ad essere una delle ristampe dell’anno, ‘South Atlantic Blues’ vi regalerà anche le performance di una serie di navigati session man, come il fenomenale batterista Bernard Purdie, il virtuoso del tamburo d’acciaio Victor Brady ed un affiliato dell'Arkestra di Sun Ra come Jimmy Johnson. Il disco fu inciso presso i Musicor Studios di New York, con il produttore Elmer Jared Gordon (lo stesso del debutto folk sperimentale di Pearls Before Swine) e l’arrangiatore Horace Ott (songwriter per il brano portato al successo da Nina Simone ed Animals ‘Don’t Let Me Be Misunderstood’).