La spada spezzata

Poul Anderson

Editore: Fanucci
Collana: Tif extra
Anno edizione: 2008
Formato: Tascabile
In commercio dal: 16 luglio 2008
Pagine: 288 p., Brossura
  • EAN: 9788834714140
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Descrizione

Nel 1954 vennero pubblicati due libri simili. Il primo, uscito negli Stati Uniti, era "La spada spezzata" di Poul Anderson. Il secondo, uscito in Inghilterra, era "La compagnia dell'anello" di J.R.R. Tolkien. Entrambi i romanzi si rifacevano ai miti scandinavi e anglosassoni, ma quello di Anderson era per molti versi più vicino a quelle origini: una composizione quasi lirica, dal ritmo rapido, nella quale elementi umani come l'eroismo, l'amore e l'ambizione, manipolati da dèi malvagi, elfi e troll, si scontravano con un destino ineluttabilmente tragico.

€ 4,95

€ 9,90

Risparmi € 4,95 (50%)

Venduto e spedito da IBS

5 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 5,00 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Rick 'n' Roll

    04/04/2018 08:30:52

    Ho comprato il libro attirato dalle recensioni entusiastiche e anche dal prezzo (una volta letto ho capito perché costa così poco!). Sono un grande appassionato di letteratura fantasy e di mitologia norrena, e questo romanzo pareva essere una perfetta commistione tra le 2 cose. In realtà si è rivelato un miscuglio sconclusionato di elementi tipici del fantasy, di mitologia norrena, di mitologia celtica e religione cristiana; tutto buttato là, non ho rilevato questo grande studio di fondo come evidenziato da altre recensioni. Tutti gli elementi mitologici inseriti sono abbastanza basilari, conosciuti anche da chi non è un appassionato di mitologia. I personaggi sono davvero poco caratterizzati e non ci si riesce ad immedesimare, la lettura resta sempre distaccata. La ripetizione delle parole per enfatizzare i concetti dopo un po' diventa stucchevole, e l'utilizzo di espressioni tipo "tumulto bronzeo" risulta a volte forzata e appesantisce la lettura. Non ho mai fatto così tanta fatica a finire un libro di neanche 300 pagine! Molte cose vengo solo accennate e il più delle volte date per scontate, senza una spiegazione. E' così e basta. Alcuni elementi rasentano il ridicolo, come per esempio la "vista magica", e vengono inseriti (apparentemente a caso) elementi che poco hanno a che vedere con le saghe norrene: i vampiri e il "fuoco greco", solo per fare 2 esempi. Per non parlare poi dei dialoghi, vuoti, brevi e a tratti imbarazzanti. Uno su tutti quello tra il Re degli Elfi e Skafloc, il protagonista, durante l'assedio al castello del Re degli Elfi. E' un momento importante della narrazione, ci si aspetta qualcosa di epico, e invece... - Re: "non credevo che ti avrei rivisto." - Skafloc: "e invece mi rivedi." Fine del dialogo. Volevo buttare il libro nel camino. In conclusione: IL PEGGIOR LIBRO FANTASY CHE ABBIA MAI LETTO. SCONSIGLIATISSIMO!

  • User Icon

    Skafloc-fan

    19/11/2015 19:18:10

    Letta la versione per ragazzi da teenager, ho riletto anni dopo la versione originale integrale: se la prima mi ha entusiasmato, la seconda mi ha totalmente conquistato. Non possono paragonarsi le due opere, "La Spada Spezzata" ed "Il Signore Degli Anelli": il primo è più gotico e la dimensione umana viene quasi schiacciata nei giochi di potere di Elfi, Troll, Asi e Giganti della Brina; nel secondo invece viene esaltata, quasi esasperata e ricorda molto le poesie scritte nelle trincee.

  • User Icon

    Materlab

    28/08/2013 21:08:27

    Letto diversi anni fa e riletto recentemente: un eccellente affresco di fantasy classica: notevole la cura con cui vengono inseriti i molti elementi di mitologia celtica. Buon ritmo (ricordiamo che si tratta di un romanzo del 1954) e situazioni mai banali. Poul Anderson era conosciuto maggiormente per i romanzi di fantascienza, ma qui dimostra di padroneggiare anche le ambientazioni di fantasy nordica.

  • User Icon

    Michael

    27/01/2013 10:59:32

    Poco chiaro, dettagli non tanto fantasiosi e poco coinvolgente (rispetto a come si è abituati con Tolkien), ma, nonostante questo, bello ed interessante, se ti piace il genere fantastico...

  • User Icon

    Fabio T.

    04/10/2009 17:55:41

    Intenso, entusiasmante, drammaticamente coinvolgente, epico, suggestivo e ancestrale. E scritto benissimo. Un capolavoro assoluto della letteratura fantasy!

  • User Icon

    Christian

    05/12/2008 16:11:44

    Bel libro, scritto bene e pieno di riferimenti mitologici interessanti. Forse i personaggi non sono molto definiti, ma per chi ama battaglie, uccisioni, orchi e streghe è un must.

  • User Icon

    Laron

    15/11/2008 15:12:50

    Sono in parte d'accordo con cris... Le descrizioni le ho però trovate un forte elemento caratterizzante del libro...a mio parere ben impostate e in perfetto stile Tolkien... Abbastanza bello... voto reale 3.8

  • User Icon

    Rosaria

    04/11/2008 15:45:00

    Meno male che è finito! Orribile! E dire che adoro la fantasy in tutte le sue forme. Qui i personaggi sono caratterizzati male, le descrizioni ampollose delle situazioni e dei luoghi non mi hanno coinvolto. Peccato!

  • User Icon

    Andrea

    04/10/2008 10:27:30

    Amo entrambi i libri ma quello di anderson e' sicuramnete quello piu' maturo e intenso...un vero capolavoro del genere!!finalmente..:-)

  • User Icon

    cris

    16/09/2008 08:34:45

    La spada spezzata è un libro in cui si possono riconoscere elementi attinti dalle tragedie greche, miti e leggende vichinghe, magia e fatalismo. Poul Anderson è molto bravo a mescere il tutto, ma alcune volte si perde in descrizioni inutili che rendono la lettura pesante e lenta, altre volte invece accelerà il corso degli eventi proprio dove il lettore vorrebbe che si soffermasse.

  • User Icon

    pilla

    04/09/2008 15:59:09

    Abbastanza banale e, in alcuni tratti, molto lento e macchinoso. Mi ha deluso, forse perchè mi aspettavo qualcosa di più.

  • User Icon

    simone

    29/08/2008 12:44:05

    Un bel libro, semplice ma bello. Così epico e drammatico che fino ad una certa misura ricorda le opere di Omero.C'è proprio tutto: azione, avventura, ricerca,guerra, tutto si sonda su appena 300 pagine.Forse un pò troppo sanguinolento.Consigliato!

  • User Icon

    Viviana

    22/07/2008 13:07:38

    Che meraviglia Poul Anderson! Una storia avvincente che affonda le sue radici nelle tradizioni nordiche. Questo libro è un capolavoro e sono felice che la Fanucci l'abbia rimesso in commercio, per tutti quelli che non hanno potuto goderne a suo tempo. L'ancestrale odio tra Elfi e Troll sfocia in una guerra all'ultimo sangue. Il Destino è sempre in agguato, crudele, infido, inatteso. Non c'e' modo di sfuggirgli e questo Scaflock lo sa...

Vedi tutte le 13 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione