Categorie

Danilo Breschi

Editore: Rubbettino
Collana: Saggi
Anno edizione: 2010
Pagine: 308 p. , Brossura
  • EAN: 9788849826296
Tra i diversi studi dedicati, soprattutto in anni recenti, all'opera di Spirito, il volume di Breschi si segnala per l'ampiezza dei temi e per il grande lavoro di ricerca sulle fonti. Basato su un'analisi puntuale dei numerosi testi editi (opere filosofiche, politiche e autobiografiche) e su un approfondito scavo nell'archivio del filosofo (composto tra l'altro da alcuni scritti inediti e da un carteggio di oltre dodicimila lettere), il volume ripercorre i principali assi portanti del pensiero di Spirito, analizzando parallelamente la dimensione politico-ideologica e quella filosofico-teoretica. La ricostruzione si sviluppa intorno a tre nuclei tematici: il rapporto con il fascismo, che per Spirito si legò strettamente all'approdo all'attualismo e all'impegno verso l'elaborazione di un'originale teoria del corporativismo; la riflessione sul ruolo della scienza e della tecnica, che attraverso fasi diverse segnò l'intero suo percorso filosofico; lo stretto rapporto fra la teoria filosofica e le grandi trasformazioni del Novecento, dal fascismo al comunismo, dal totalitarismo alla globalizzazione, dalle innovazioni tecniche ai movimenti del 1968. Ciascuno di questi temi fu oggetto di una riflessione tormentata, segnata da svolte radicali e dall'avvicendarsi di impostazioni speculative o politiche profondamente diverse, dal positivismo all'attualismo e poi al problematicismo, e dal fascismo a un personalissimo comunismo gerarchico e antimarxista. E però, come argomenta Breschi, al di sotto dei cambiamenti e delle cesure, Spirito seppe mantenere una sostanziale coerenza, individuata soprattutto nel costante tentativo di farsi interprete della crisi novecentesca dell'individualismo e nell'ininterrotta ricerca di una soluzione filosofica e pratica al rapporto tra il singolo e la totalità.
Alessio Gagliardi