Sporche femmine scioviniste. Le donne e l'irresistibile ascesa della Raunch Culture - Ariel Levy - copertina

Sporche femmine scioviniste. Le donne e l'irresistibile ascesa della Raunch Culture

Ariel Levy

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: V. Di Napoli, G. Bottali
Editore: Castelvecchi
Collana: Le Navi
Anno edizione: 2006
In commercio dal: 27 gennaio 2006
Pagine: 165 p., Brossura
  • EAN: 9788876151248
Salvato in 6 liste dei desideri

€ 15,00

Venduto e spedito da CPC SRL

+ 2,90 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Cosa vuol dire "raunch"? Vuol dire, "arrogante, sopra le righe, maleducata e, soprattutto, convinta di saperla lunga". Presentatrici che strillano in Tv mostrando improbabili tette rifatte, donne politiche agghindate come alberi di natale, attrici sempre più gonfiate e altezzose: Ariel Levy, voce del femminismo, denuncia le contraddizioni, l'ambiguità e l'incongruenza di quello che viene spacciato per il "nuovo potere delle donne". E invece questa finta liberazione non fa altro che riproporre in maniera cretina il mito della "bambolona", quando non si lascia andare addirittura a un atteggiamento esplicitamente porno.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,5
di 5
Totale 2
5
1
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Zeno

    21/07/2007 21:34:25

    Un buon saggio su un argomento comunque difficile da affrontare. La denuncia, se così la vogliamo definire, che il femminismo si è involuto, invece di portare al potere le differenze che fanno migliori le donne c'è una corsa ad assomigliare agl'uomini, da leggere sicuramente.

  • User Icon

    Aldo

    03/07/2006 15:54:47

    Niente di più vero. Purtroppo il significato della lotta per la parità dei diritti del femminismo è degenerato in qualcosa di estremamente distorto. Perchè si è giunti ad un tale disastro? Non è per caso che la strada facile del facile successo o della facile acquisizone del potere usando il proprio corpo a tal fine ha fatto perdere la bussola a molte coscenze femminili? Le donne che fanno ciò tuttavia non sono nè più abili nè più forti, non dimostrano proprio nulla di buono e di didattico. Sono solo un ulteriore incentivo alla stupidità umana generalmente intesa, ossia sia quella maschile che femminile. Infatti osservando la società odierna non so chi sia più stupido. La civetteria femminile non ha nulla da togliere alla scempiaggine maschile di desiderare una donna oggetto bella, soda e assolutamente vuota di animo. Solo un uomo vuoto di animo desidera una donna che sia altrettanto. Senza dimenticare poi la civetteria maschile vera imitazione di quella femminile. Una vera gara tra narcisi e narcise che non riconoscono valori più profondi da quelli dettati dall'idiozia e dalla superficialità della buccia levigata.

Note legali