Le stagioni del nostro amore (DVD)

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Italia
Anno: 1965
Supporto: DVD
Salvato in 15 liste dei desideri

€ 11,90

Venduto e spedito da Music Store

Solo 2 prodotti disponibili

+ 6,90 € Spese di spedizione

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 9,99 €)

Vittorio Borghi è un giornalista quarantenne in crisi esistenziale, a causa soprattutto del rapporto sentimentale con una giovane ragazza, Elena, e della rottura definitiva con la moglie Milena. Decide, quindi, di ritornare nella città della sua giovinezza, Mantova, città che aveva voluto abbandonare alla ricerca della realizzazione professionale. Qui incontra gli amici del padre, i compagni di scuola e della Resistenza, coi quali aveva condiviso anche le dure lotte politiche del dopoguerra. Gli eventi passati rievocati sembrano riaccendere le passioni e le emozioni della giovinezza. Ma tuttavia, gradualmente, Vittorio acquisisce consapevolezza di come quelle stesse persone siano mutate, dai vecchi ideali politici ormai lontane, se non addirittura indifferenti. Anch'egli ne condivide la disillusione e la rassegnazione. Percepisce infine quanto ormai sia conclamata la loro reciproca estraneità. Il pellegrinaggio nei luoghi della gioventù si conclude amaramente in riva al Po, in una balera dove un gruppo di ragazzi e ragazze riescono a far funzionare un juke-box, allegri e spensierati, lontani nei modi e nei pensieri dalla gioventù alla quale Vittorio apparteneva.
  • Produzione: Surf Film, 2019
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 100 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 1.85:1
  • Area2
  • Florestano Vancini Cover

    "Regista italiano. Autore, tra il 1949 e il 1959, di una quarantina di documentari, poi aiuto-regista per M. Soldati (La donna del fiume, 1954) e V. Zurlini (Estate violenta, 1959), esordisce come regista nel 1960 con il lungometraggio La lunga notte del '43, tratto da una «storia ferrarese» di G. Bassani, film esemplare per pulizia d'impianto ed efficacia di racconto, che segnala il regista tra i migliori della sua generazione. Dopo un episodio (La separazione legale) di Le italiane e l'amore (1962), stenta a trovare una felice fusione tra intenzioni e risultati. La banda Casaroli (1962) sulla delinquenza a Bologna nel dopoguerra, La calda vita (1964) da un romanzo di P.A. Quarantotti Gambini, Le stagioni del nostro amore (1966), storia di una crisi ideologica e intellettuale, hanno pregi... Approfondisci
  • Anouk Aiméè Cover

    Attrice francese. Figlia di attori, studia danza e recitazione e debutta giovanissima in Gli amanti di Verona (1949) di A. Cayatte e J. Prévert, in un romantico ruolo ispirato alla Giulietta di Shakespeare. Successivamente lavora per A. Astruc in La tenda scarlatta (1952) e dopo l’indimenticabile ruolo della ballerina di cabaret in Lola, donna di vita (1960) di J. Demy, raggiunge fama internazionale grazie a Fellini che la vuole per la parte di Maddalena in La dolce vita (1960) e per quella di Luisa, la moglie del regista, in Otto e mezzo (1963). Attrice versatile, dotata di un fascino sottilmente inquietante, ottiene una candidatura all’Oscar per la sua interpretazione di Anne in Un uomo, una donna (1966) di C. Lelouch, per il quale recita anche in Un uomo una donna, oggi (1986), Ci sono... Approfondisci
  • Jacqueline Sassard Cover

    Attrice francese. Dopo Guilty? (1956) di E.T. Gréville, A. Lattuada la sceglie come protagonista di Guendalina (1957), in cui interpreta una ragazza della buona borghesia, capricciosa e indisponente, minacciata da una difficile situazione familiare. Lavora poi per A. Pietrangeli (Nata di marzo, 1957), G. Orlandini (Tutti innamorati, 1959), L. Zampa (Il magistrato, 1959), V. Zurlini (Estate violenta, 1959), U. Lenzi (I pirati della Malesia, 1964), F. Vancini (Le stagioni del nostro amore, 1966), J. Losey (L’incidente, 1967) e C. Chabrol (Le cerbiatte, 1968). Approfondisci
Note legali