Tutte le recensioni di Le stanze buie di Francesca Diotallevi

Le stanze buie Francesca Diotallevi Ugo Mursia Editore
€ 18,70 € 22,00
  • User Icon
    14/09/2016 11:56:51

    Ciò che colpisce di questo libro è la "freschezza" delle parole, delle frasi, delle espressioni, dettata forse dalla giovane età dell'autrice. Mi sono sentito molto vicino al signor Fubini, ho vissuto con lui il suo trasferimento nella villa dei conti Flores, ho camminato per le stanze percorse da lui, ho scoperto con lui gli inquietanti segreti della villa... Insomma, il processo di immedesimazione nel protagonista è riuscito benissimo e il romanzo, di per sè, è veramente molto avvincente!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    04/09/2016 16:59:20

    voglio dire ai lettori solo una parola FANTASTICO!!! da leggere assolutamente.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    08/11/2013 22:51:14

    "L'Amore vince su tutto". Questa e' la colonna portante dell'intero romanzo. L'Amore che vince il dolore, la disperazione, che supera la morte e dà speranza per una nuova vita. Questa non è solo una storia di misteri e fantasmi, come un giallo ben ideato, ma è soprattutto una storia di persone e di sentimenti. Perchè i sentimenti Veri esistono ancora. La vicenda parte piano, con un protagonista che all'inizio quasi infastidisce. Poi cresce, i segreti aumentano, i nuovi incontri portano vivacità, la curiosità ti prende e quel protagonista pian piano lo comprendi e lo fai tuo, finchè non riesci più a staccarti dalle pagine. Sono poche le storie che arrivano dritte al Cuore... e questa è una di queste.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    27/10/2013 11:11:34

    Vittorio Fubini è un uomo freddo e razionale, eccelle nel suo lavoro grazie al suo essere metodico e preciso; la sua fedeltà al padrone è assoluta e dirige con pugno di ferro gli altri dipendenti dei quali non tollera il minimo errore. Vittorio vive nella scintillante Torino, capitale d'Italia, città in fermento dotata di una grandissima vitalità. Immaginate quindi il suo sgomento, l'infelicità e sì, la rabbia ben celata che prova quando lo zio, colui che l'ha mantenuto e aiutato la sua ascesa lavorativa, gli impone tramite testamento di andare nelle Langhe, in campagna, a servire i conti Flores. Immaginate il disappunto nel conosccere la padrona, Lucilla Flores, che viene metodicamente meno ai suoi doveri di consorte, non affiancando il marito durante le cene e prendendosi cura della figlioletta senza l'ausilio di un'istitutrice. E poi... e poi quella casa, quella grande magione di campagna piena di sussurri e misteriosi fenomeni... Ma Vittorio della razionalità e delle regole ha fatto la sua armatura e nè un'eccentrica padrona, nè quell'inquietante casa riusciranno a scalfirla... oppure no? Un libro davvero ottimo, uscito dalla mente di una giovane autrice, dove momenti di pura suspance e di tragedia imminente vengono mescolati con sapienza ad altri commoventi ed intensi. Un libro che rimarrà a lungo nel cuore e nella testa, grazie a personaggi molto vividi e intreggi gestiti con maestria. Assolutamente consigliato!

    Leggi di più Riduci