Stavisky, il grande truffatore (DVD)

Stavisky...

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Stavisky...
Regia: Alain Resnais
Paese: Francia
Anno: 1974
Supporto: DVD
Salvato in 3 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 9,99 €)

Anni 30. Audacia, mancanza di scrupoli ed una sfacciataggine fuori dal comune permettono al finanziere Stavisky di condurre una vita tra le più brillanti ed agiate, nelle località più belle ed in voga. Quando dopo l'ultima redditizia truffa, il funzionario di una banca lo mette al corrente di un pesante ammanco, Stavisky crede ad un nuovo inganno.
  • Produzione: Minerva Pictures, 2020
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 111 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0);Francese (Dolby Digital 2.0)
  • Formato Schermo: 1,66:1
  • Area2
  • Claude Rich Cover

    Attore francese. Inizialmente attore teatrale, viene scoperto da R. Clair che lo scrittura per i suoi ultimi tre film: Grandi manovre (1955), La francese e l’amore (1960), Tutto l’oro del mondo (1961). A suo agio anche nella commedia brillante, interpreta diversi film di E. Molinaro, fra cui Caccia al maschio (1964), al fianco di J.-P. Belmondo e J.-C. Brialy, e Io, due figlie, tre valigie (1967), con L. de Funès. Nel 1968 è protagonista del fantascientifico Je t’aime, je t’aime - Anatomia di un suicidio (1968) di A. Resnais (con il quale gira anche Stavisky il grande truffatore, 1973), e lo stesso anno è sul set di La sposa in nero di F. Truffaut. Dagli anni ’80, alla sua prolifica carriera cinematografica si affiancano numerose partecipazioni a fiction televisive. Nel 1993 gli viene assegnato... Approfondisci
  • Jean Paul Belmondo Cover

    Attore francese. Gli studi all’Accademia d’arte drammatica di Parigi gli aprono le porte di un’intensa attività teatrale e cinematografica. Atletico (è stato boxeur in gioventù), con un viso segnato eppure affascinante, «Bebel» (come viene soprannominato) conquista le platee internazionali nel 1960 con il ruolo del nevrotico protagonista di Fino all’ultimo respiro di J.-L. Godard, film manifesto della Nouvelle vague a cui presta la sua dinoccolata baldanza da «simpatica canaglia», e con quello del giovane intellettuale innamorato di S. Loren in La ciociara (1960) di V. De Sica. Negli anni seguenti ripropone personaggi al limite della sfrontatezza: sacerdote votato all’abnegazione e all’apparente insensibilità in Léon Morin, prete (1961) di J.-P. Melville, sergente francese cinico e disgustato... Approfondisci
  • Charles Boyer Cover

    Attore francese. Dopo studi classici e filosofici alla Sorbona, a partire dagli anni '20 riscuote molto successo sulle scene parigine. La fama lo attende però a Hollywood, soprattutto in ruoli di raffinato seduttore latino che gli danno tanta popolarità da convincerlo a prendere la cittadinanza statunitense nel 1942. Fra i suoi successi: Mondi privati (1935) di G. La Cava al fianco di C. Colbert, Gli amanti (1941) di R. Stevenson e Angoscia (1944) di G. Cukor, in cui interpreta il diabolico marito di I. Bergman, che vuole farla impazzire per impossessarsi delle sue ricchezze. È anche uno dei pochi misurati Napoleoni del grande schermo, accanto a G. Garbo in Maria Walewska (1937) di C. Brown. Lavora fino agli anni '70, quando una profonda crisi esistenziale lo porta a un tragico suicidio. Approfondisci
Note legali