Uno sterminio di stelle. Sarti Antonio e il mondo disotto - Loriano Macchiavelli - copertina

Uno sterminio di stelle. Sarti Antonio e il mondo disotto

Loriano Macchiavelli

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Mondadori
Collana: Omnibus
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 27 giugno 2017
Pagine: 317 p., Brossura
  • EAN: 9788804674924
Salvato in 36 liste dei desideri

€ 18,05

€ 19,00
(-5%)

Punti Premium: 18

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

Uno sterminio di stelle. Sarti Antonio e il mondo disotto

Loriano Macchiavelli

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Uno sterminio di stelle. Sarti Antonio e il mondo disotto

Loriano Macchiavelli

€ 19,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Uno sterminio di stelle. Sarti Antonio e il mondo disotto

Loriano Macchiavelli

€ 19,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 19,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Sarti Antonio, sergente, non è un investigatore che resterà nella storia. E come potrebbe? Colite spastica di origine nervosa, niente Physique du role e neppure caratteristiche culturali necessarie per emergere. Eppure un pregio ce l'ha...

"Bologna non è più la stessa, la gente non sorride più." È da qualche tempo, precisamente dall'anno del terremoto in Emilia, che Sarti Antonio, sergente, va ripetendo con tristezza questa frase. A dargli ragione ancora una volta arrivano i fatti. Si sta occupando della scomparsa di Nanni Rolandina, una bella ragazza di anni diciannove e occhi turchini, quando viene chiamato d'urgenza dal cantiere del nuovo stadio del Bologna che sorgerà nella località archeologica di Villanova, dove Rosas ha fatto una scoperta interessante. Dagli scavi - per la gioia del capocantiere e dell'impresa costruttrice che dovranno sospendere i lavori - sono emerse, una dopo l'altra, tredici mummie di epoca etrusca, perfettamente conservate. Alcuni particolari risultano subito inquietanti. Intanto i corpi superano i due metri di altezza, hanno il cranio enorme e dodici di loro hanno i femori spezzati come se fossero stati sottoposti a un antico rito funebre. Ai piedi di una delle mummie c'è un omphalos, una pietra con l'incisione di un demone che impugna una mazza. Il mattino dopo Sarti Antonio è convocato di nuovo al cantiere per una macabra novità: nella notte i cadaveri sono diventati quattordici. Accanto alle mummie c'è il corpo dell'architetto Bonanno, progettista dello stadio e direttore dei lavori. Anche lui ha i femori spezzati. E anche ai suoi piedi c'è una pietra ricoperta di segni enigmatici. Chi odiava così tanto l'architetto da inscenare una cerimonia ancestrale? E Rolandina, la ragazza che ha fatto perdere le sue tracce, ha qualcosa a che fare con il mistero? In soccorso di Sarti giungono il talpone Rosas e le sue conoscenze archeologiche. I due avranno modo di rifletterci, come al solito, davanti a un buon caffè sotto i portici, ma per l'occasione proseguiranno le ricerche anche di fronte a un bel cestino di tigelle e crescentine sull'Appennino. È qui, attorno all'antico centro oracolare di Montovolo, che affondano le radici il mistero del demone etrusco e quello, ancora più intricato, di una portantina che viene da un passato di stragi e delitti. Dopo cinque anni di assenza, Uno sterminio di stelle segna il grande ritorno di Sarti Antonio, il personaggio più longevo e amato di Loriano Macchiavelli, alle prese con un caso nuovo e al tempo stesso antichissimo.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,09
di 5
Totale 11
5
6
4
2
3
1
2
2
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Nenetta1974

    20/09/2019 07:00:25

    non conoscevo l'autore, ino piacevole sorpresa, scrittura scorrevole ed ironica, leggerò altri libri

  • User Icon

    Alessandro

    15/01/2019 19:58:09

    Finalmente il primo libro che vede la collaborazione tra Sarti Antonio, Rosas, Poli Ugo e la new entry Salvatrice Prenotato agente scelta. Un intreccio tra eventi storici ed situazioni in cui la criminalità attuale mette a fuoco tutta la sua spietatezza. Momenti che mettono a dura prova le rispettive risorse intellettuali dei nostri protagonisti. Sarti Antonio resta ancora l'investigatore dalla memoria ferrea e il protagonista assoluto della narrazione di Machiavelli. Rosas il colto, Poli Ugo la persona che ha una grande sintesi e Prenotato una grande elasticità mentale. Da questa indagine condotta quasi in simultanea uno dei più bei libri di Loriano Machiavelli.

  • User Icon

    alberto

    22/05/2018 11:48:44

    L'ho riletto dopo un po'. Non mi interessa quanto sia credibile. Passare del tempo in giro per Bologna con Sarti Antonio e col suo autore è come stare in compagnia di amici a cui ti affezioni, perchè hanno grande umanità. Divertente, amaro ed intelligente.

  • User Icon

    Ennio

    09/05/2018 14:13:45

    Lettura non scorrevole, trama non credibile. Non finisce mai.

  • User Icon

    n.d.

    26/11/2017 20:08:35

    E' sempre un Sarti Antonio Sergente. Bellissimo

  • User Icon

    Francesco Bonvicini

    16/10/2017 12:08:19

    Un attesissimo, gradito ritorno di un autore in grande spolvero e di un personaggio immortale.

  • User Icon

    Fabio

    09/10/2017 08:49:29

    Romanzo scritto molto bene e avvincente,con Bologna sospesa in una nebbia magica di mistero e leggenda. Il protagonista riesce naturalmente simpatico,con le sue frustrazioni e l'inossidabile onestà che lo caratterizza da sempre. I nemici sono questa volta mafiosi e palazzinari,con il supporto di istituzioni corrotte e conniventi ,tutti attraversati da un filo rosso di mistero che ha origine nel profondo passato etrusco della città e delle sue colline.Lettura consigliata.

  • User Icon

    annalisa

    22/09/2017 16:31:07

    E' il primo libro che leggo di questo autore e nutrivo grandi aspettative. Invece l'ho trovato "ostico" , difficile da seguire nella trama, pesante. La storia di per sè è interessante ma mi sono sfuggiti certi "momenti" di collegamento...anche con riferimento a quelli che, poi ho capito, essere titoli e passaggi di altri suoi libri. L'autore però è indubbiamente bravo per cui non mi fermerò a questo primo. Leggerò anche qualcos'altro (non subito, però!), sperando che questa mia impressione sia davvero frutto del primo accostamento al suo stile

  • User Icon

    Alberto

    19/08/2017 16:47:58

    Da quando diversi anni fa ho scoperto Macchiavelli e il suo personaggio Sarti Antonio ho scoperto un modo diverso di leggere i gialli e molto acume, più di quello che trovi alla prima lettura. Non fa eccezione questo nuovo romanzo, davvero intenso. I personaggi, anche quelli che ritornano, si sono induriti, a cominciare dalla "spalla" di sempre, Rosas, passando per Poli Ugo lo Zoppo e finendo dallo stesso sergente Sarti, con tutti i suoi caffè e l'inseparabile colite. Nessuno aveva mai osato tanto, per profilare il proprio personaggio. La novità è nei riferimenti storici e nel loro riuscitissimo incastro dentro la vicenda odierna. La posizione in classifica su IBS e in altri negozi on line è più che meritata. Auguro ulteriore salita. Complimenti.

  • User Icon

    Franca

    04/08/2017 05:29:21

    Ho letto anch'io Uno sterminio di stelle e anch'io ho trovato i riferimenti ad altri romanzi, come scrive il lettore precedente. Sono poi andata sul sito ufficiale di Loriano Macchiavelli e ho trovato una nota che riguarda proprio il lettore precedente e dove lì'autore spiega i motivi delle ripetizioni di certi brani. Ho trovato che la spiegazione sia ragionevole. Il romanzo mi è piaciuto molto e ho trovato un autore più attento del solito e un Sarti Antonio straordinariamente adeguato ai tempi che stiamo vivendo.

  • User Icon

    zan

    29/07/2017 07:54:56

    Si lascia leggere con gradevole facilità, anche se non mi sembra fra i migliori della serie. I personaggi sono i soliti degli ultimi romanzi e la trama, malgrado un inedito (per Macchiavelli) rimbalzo fra epoche diverse, prende ma non tantissimo. Un po' imbarazzante il trovare in questo romanzo intere pagine di copia e incolla, identici fino alla virgola, con parti di romanzi precedenti.

Vedi tutte le 11 recensioni cliente

Ritorna dopo cinque anni di assenza il sergente Sarti Antonio, personaggio amatissimo dal pubblico di Loriano Macchiavelli.

Questa volta è alle prese con un mistero archeologico: in una Bologna che più fetida non si può «Una Bologna tanto lercia non l’avevo mai vista» come ripete Sarti Antonio, vengono trovate tredici mummie a Villanova – località famosa per i suoi ritrovamenti archeologici - nel cantiere del futuro stadio del Bologna FC.

Le mummie hanno tutte i femori spezzati, tranne una. A ritrovarle è Rosas, detto il talpone, operatore responsabile di settore della Sovrintendenza ai Beni archeologici di Stato (con un rapporto di amore-odio verso il sergente Antonio), per la gioia del capocantiere Rosalio - che strano nome! - losco figuro, palermitano, che di interrompere i lavori proprio non ne vuole sapere. Lo fa capire con le cattive al povero Rosas, che è costretto a chiamare la Polizia.

«Sei davanti a un avvenimento storico e non ne percepisci la portata» «Se devo essere sincero, quelle cose lì mi fanno un po’ schifo»

Non sembra niente di che, una scaramuccia per questioni di potere… Il problema è che, il giorno dopo il ritrovamento delle tredici mummie, un altro corpo giace accanto ai resti di origine etrusca. E questo corpo è molto più recente. Il quattordicesimo cadavere (sì, le mummie sono cadaveri) altri non è che l’architetto dello stadio in costruzione, Santi Bonanno. Anch’egli con i femori spezzati, in posizione identica a quella delle mummie e con una pietra a forma di uovo ai suoi piedi.

Un antico rito etrusco? O un regolamento di conti, magari per questioni mafiose? Chi può essere stato ad uccidere il potente architetto, che tanti amici aveva e che non sembrava essersi particolarmente opposto agli scavi archeologici? Chi erano quelle mummie così atipiche, alte più di due metri e sepolte in maniera tanto bizzarra? E che legame possono avere con l’omicidio? Forse c’entra Namir, “Marocco” per i suoi colleghi di cantiere.. O forse è un capro espiatorio sin troppo semplice da individuare.

E che fine ha fatto tale Rolanda Nanni, Rolandina per gli amici, 19 anni, scomparsa da casa recentemente? Un caso che il sergente Sarti, assieme all’agente scelta Salvatrice Prenotato – ottima cuoca -, ha preso particolarmente a cuore, e che, nello svolgersi dell’azione, sembra sempre più collegato con i fatti del cantiere.

L’indagine è magistralmente orchestrata da Macchiavelli, tra vicende ambientate nel 363 d.C. e nella nebbia dei giorni nostri, con un mistero che non è ciò che sembra e un’indagine svolta tra il fetore delle strade di una Bologna marcia e corrotta, come corrotta è l’Italia intera, con i suoi personaggi e personaggini.

Scorrevole, intrigante e appassionante, la lettura perfetta nel torrido caldo di questa estate.

Recensione di Eros Colombo

 
Dietro la cima di Montesole, l'alba era ancora lontana e, a ponente, la vetta aguzza del Vigese era nascosta da una pioggia che sfuriava a folate intense dalla sera precedente. Erano quattrodici. Erano armati. Li guidava Sunno. Addestrati a essere silenziosi quando il grido di guerra era dannoso, salirono silenziosi il sentiero. Grondanti pioggia dagli elmi e dagli scudi, raggiunsero l'ingresso della grotta che nessuno presidiava. Confidavano lo facesse la pioggia. E dov'era il gigantesco serpente con occhi di fuoco e divoratore di profanatori che la leggenda voleva a protezione dei tesori? La grotta scendeva ripida e doipo venti passi trovarono le promesse torce accese e appese alle pareti di roccia. Scesero fino a un ampio vano nel quale confluivano tre rami di gallerie. Quello percorso dagli uomini di Sunno; un altro saliva verso levante, probabilmente fino alla cripta del luogo sacro. Il terzo, a ponente, continuava a scendere, forse verso altri vani. E altri tesori. Nello slargo al centro delle tre gallerie, li aspettava la portantina. Costruita con pregiato legno massiccio, aveva la forma di enorme uovo posato verticalmente sulle quattro stanghe.
  • Loriano Macchiavelli Cover

    Ha frequentato l'ambiente teatrale come organizzatore, come attore e, infine, come autore; alcune sue opere teatrali sono state rappresentate da varie compagnie italiane. Dal 1974 si è dedicato al genere poliziesco e ha pubblicato numerosi romanzi divenendo uno degli autori italiani più conosciuti e letti.  Da un suo romanzo (Passato, presente e chissà) è stato tratto lo sceneggiato televisivo per Rai Due Sarti Antonio brigadiere andato in onda nell'aprile del 1978. In seguito ha curato il soggetto e la sceneggiatura del film per la TV L'archivista, andato in onda su Rai Uno nel settembre del 1988. Il film porta sul piccolo schermo uno dei suoi personaggi letterari più riusciti: Poli Ugo, interpretato per la TV da Flavio Bucci. Il film presenta una Bologna... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali