La stiva e l'abisso

Michele Mari

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2002
Formato: Tascabile
Pagine: 273 p.
  • EAN: 9788806162825
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 8,08

€ 9,50

Risparmi € 1,42 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Stefano

    01/09/2012 23:49:20

    Sarà che è stato il primo dei suoi libri che ho letto, ma è il mio preferito. Forse un po' troppo lungo, ma decisamente un gioiello di tecnica, di arguzia, di ironia. La trama ha un'importanza del tutto marginale, quello che conta è l'asfittica atmosfera del vascello, il delirio della truppa, le congetture del comandante, la fantastica figura di Menzio, un incrocio tra un coatto e un pirata. Da qui sono partito. Sicuramente è una lettura che può apparire a volte ostica, troppo ricercata, e in effetti non potrà mai vantare un pubblico esteso. Ma la sua capacità, in questo come in altri lavori, di stravolgere l'ordinario, di stare ben lontano dalla solita brodaglia che ormai quasi tutti ci propinano, beh..a me pare un vero miracolo.

  • User Icon

    Roberto

    10/04/2007 14:16:45

    Forse l'unico difetto in questo bellissimo libro di Mari è la lunghezza, come certi film che potrebbero concludersi prima senza perdere nulla del contenuto. Per il resto è un romanzo profondo, ironico, a tratti divertente, poetico, sensuale e di grande impatto emotivo! La scrittura è sublime e la descrizione dei personaggi attraverso le loro emozioni rappresentano il fulcro di tutta la narrazione. Geniale la trovata degli "strani" pesci e della loro capacità di raccontare storie solo ai marinai di animo sensibile. Una narrazione nella narrazione che fa da filo conduttore a tutto il romanzo mettendo in rilievo la fragilità dell' uomo e le differenze tra bene e male, odio e amore, stupidità ed intelligenza.

  • User Icon

    Matteo V

    18/09/2003 09:14:03

    Concordo con il lettore Latinese; questo libro mi ha deluso. E' scritto con grandissima padronanza della lingua; è difficile credere che possa essere un'opera giovanile, di uno "che sta imparando il mestiere". Ma è questo il problema di tanti scrittori italiani, e il difetto di questo libro: tanta tecnica, tanti ragionamenti ma in sostanza non si ha niente da dire, niente da raccontare. L'unico personaggio in cui si ravvisa un barlume di realtà è il malvagio Menzio; tutto il resto sono letture rimescolate. Poteva essere un buon racconto se si fosse limitato a non più di trenta pagine.

  • User Icon

    Latinese

    10/05/2003 09:45:50

    M'illudevo che fosse un nuovo romanzo di Mari, invece è la ristampa di una delle prime opere, già uscita per Bompiani. Per quanto mi piacca Mari, devo dire che questo romanzo, pur scritto col suo stile impareggiabile, non arriva alla forza di Tu sanguinosa infanzia o di Tutto il ferro della Tour Eiffel. Si vede che stava imparando il mestiere. Einaudi ha fatto bene a ristamparlo, ma avrebbe fatto meglio a ripubblicare Tu sanguinosa infanzia e Rondini sul filo, che adesso è difficilissimo trovare. Il romanzo è evidentemente legato all'ossessione marina di Mari (cognomen, omen?), ma il capitoletto sui romanzi marinari in Tu sanguinosa infanzia dice tutto quel che si trova nella stiva e nell'abisso in molte meno pagine. Diciamo che questo libro può interessare quelli che gli americani chiamano "completists", ovvero quei lettori che s'innamorano a tal punto di uno scrittore da voler leggere tutto quel che ha pubblicato, anche le cose meno felici. Lo sconsiglierei a chi vuole farsi un idea di uno dei migliori scrittori che abbiamo oggi in questo paese... partite dagli altri romanzi che ho citato.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione