Una storia d'amore di Mario Camerini - DVD

Una storia d'amore

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Italia
Anno: 1942
Supporto: DVD
Salvato in 6 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 9,99 €)

Anna, una donna dal passato torbido, sposa un onesto lavoratore dell'officina meccanica SI MA, che le assicura una vita dignitosa malgrado le difficoltà economiche. Ma presto la sua vera vita viene a galla, e un manigoldo inizia a ricattarla.
4
di 5
Totale 1
5
0
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    n.d.

    14/10/2017 15:54:23

    Il passato che ritorna quando la vita passata sembra lasciata alle spalle . Ottima Assia Noris. Comparsa di Marcello Mastroianni.

  • Film in bianco e nero
  • Produzione: Cristaldi Film, 2013
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 88 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 1,33:1
  • Area2
  • Assia Noris Cover

    "Nome d'arte di Anastasia von Gerzfeld, attrice italiana di origine russa. Fuggita dalla Russia al tempo della rivoluzione, si stabilisce in Francia, dove compie gli studi e sposa un italiano con il quale si trasferisce a Roma a vent'anni. Dopo il felice esordio in Tre uomini in frak (1932) di M. Bonnard, grazie al secondo marito M. Camerini, che la dirige in numerosi film sentimentali e brillanti, spesso al fianco di V. De Sica (Darò un milione, 1935; Il signor Max, 1937; Grandi magazzini, 1939; e la variazione ottocentesca Una romantica avventura, 1940), perfeziona il suo personaggio di timida e ingenua fanciulla in cerca dell'amore, che la porterà a diventare l'attrice italiana più popolare degli anni '30. Nel dopoguerra non trova ingaggi nel cinema neorealista e con il terzo marito, un... Approfondisci
  • Carlo Campanini Cover

    Attore italiano. Infaticabile caratterista comico (oltre cento film tra gli anni '40 e '50), dall'aspetto placido e l'espressione mite, guida il carrozzone di I pompieri di Viggiù (1949) di M. Mattòli, e diviene – spesso a cavallo tra cinema e rivista – spalla di C. Croccolo (Primo premio: Maria Rosa, 1953, di S. Grieco) e soprattutto del migliore W. Chiari (Era lui... Sì! Sì!, 1951, di V. Metz e M. Marchesi). Più sporadicamente accanto a Totò (Il ratto delle sabine, 1945, di M. Bonnard), rivela un'attitudine (da protagonista) verso ruoli meno frivoli in Le miserie del signor Travet (1946) di M. Soldati. Approfondisci
Note legali