Categorie

Martin D. Pugh

Editore: Carocci
Anno edizione: 2002
Pagine: 272 p.
  • EAN: 9788843021079

Basato sulle più recenti ricerche storiche, questo volume illustra i mutamenti economico-sociali e politici verificatisi in Gran Bretagna dalla fine del Settecento ai giorni nostri. Partendo da un avvenimento centrale nella storia di questo Paese e dell'intera Europa – la Rivoluzione industriale -, il libro, alla luce di una più moderna prospettiva storiografica, mette in evidenza come l'eccessiva enfasi posta in passato sul neonato processo di produzione industriale abbia a torto oscurato l'importanza che ancora rivestivano la finanza e il commercio per l'economia della Gran Bretagna. Lungo una serie di pagine scritte con la tradizionale chiarezza della storiografia anglosassone, si delinea un interessante affresco delle articolate vicende interne, come la nascita della classe operaia, l'urbanizzazione, il consolidamento del ruolo dello Stato e la creazione del sistema di Welfare. Ampio spazio viene poi dedicato alla politica estera: dall'impatto della Rivoluzione francese ai rapporti con le colonie, dalle conseguenze dei due conflitti mondiali alla partecipazione al Mercato unico europeo. Arricchito da un'aggiornata bibliografia, questo volume segue dunque i molti eventi – ma anche le idee e i processi che li hanno determinati – di un Paese che dallo 'splendido isolamento' è ormai pienamente coinvolto nel processo di integrazione europea.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Elena

    05/12/2005 17.38.20

    Il libro è molto interessante e scritto bene. Analizza la storia della Gran Bretagna mettendo molto in risalto l'influenza della vita politica (molto "vissuta" in Gran Bretagna) sulla società. A volte è ripetitivo e ci si trova a dover rileggere un concetto che era già stato precedentemente espresso. A parer mio il lavoro fatto dall'autore è comunque degno di nota in considerazione del fatto che, purtroppo, anche in Gran Bretagna si sono per anni scontrati solo due partiti, ovvero i conservatori e i laburisti e che quindi pur non potendosi "sbizzarrire" molto per rendere interessante l'alternanza di questi due partiti al governo, l'autore riesce a coglierne ogni volta gli aspetti più singolari.

Scrivi una recensione