Recensioni Storia della mia ansia

  • User Icon
    10/01/2020 16:03:19

    libro un po' deludente, carina la storia ma mi aspettavo che il tema dell'ansia venisse affrontato in modo diverso.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    03/12/2019 09:17:46

    Il libro mi è piaciuto, la storia a tratti è un po' piatta, altre volte coinvolgente,ma nel complesso è un libro che coinvolge.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    01/11/2019 19:32:11

    Il titolo trae un po' in inganno, visto che non si parla di ansia ma di tumore. Nonostante questo riesce a esplorare in modo completo la dimensione psicologica di chi si vede costretto ad affrontare la malattia.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    22/09/2019 05:33:20

    Un libro che mi é piaciuto molto, nonostante parli di malattia non é incentrato sulla malattia, ma sull amore , sulle relazioni..sulle emozioni .

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    20/09/2019 18:10:44

    Questo libro non mi è piaciuto particolarmente. Avevo grandi aspettative dopo aver letto ‘l’amore che ti meriti’ e ‘l’acustica perfetta’ ma le ha deluse. Forse un po’ troppo triste per i miei gusti in quanto ricerco nei libri un’evasione (felice) dalla quotidianità.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    20/09/2019 15:12:47

    Trovo difficile recensire questo libro e spiegare perché non mi sia piaciuto, si tratta di una sensazione negativa che mi ha lasciato addosso, quindi qualcosa di molto soggettivo. Mi aspettavo sicuramente di leggere altro e non sono riuscita minimamente a provare empatia nei confronti della protagonista nonostante il suo percorso difficile, semplicemente perché mi è sembrato un personaggio poco realistico e assolutamente incomprensibile. D'altro canto non riesco neanche a capire il motivo del titolo, la protagonista soffre di ansia, così come sua madre prima di lei, ma difficilmente la definirei protagonista del libro: storia della mia chemioterapia sarebbe stato forse più adeguato.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    20/06/2019 16:10:30

    Libro carino, lettura scorrevole e "leggera" nonostante tratti, tra gli altri, un argomento duro come il cancro. Questo é per l'appunto, uno degli elementi che compongo questo romanzo molto scorrevole, mai statico, mai troppo fermo su qualcosa.. Ecco, forse é questo che ho apprezzato poco, il "non concentrarsi veramente su nulla". Però, questo lo rende una lettura alla quale ci si può accostare, scoprendo ciò che magari non si é vissuto, ma senza esagerare.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    24/04/2019 12:56:03

    Un libro spiazzante...se non ne eri a conoscenza, scopri tutto sulla chemioterapia, e non è una passeggiata. Soffri con Lea, e la sua ansia è la tua ansia. Gran bel "romanzo"!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    03/04/2019 18:07:34

    Daria Bignardi ancora una volta ci conquista con la sua scrittura fluida e semplice, ma che comunica contenuti profondi e familiari al tempo stesso.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    03/04/2019 12:52:58

    Letto in pochissimo tempo. Nonostante l’ansia non sia un argomento così centrale come fa intendere il titolo, mi ha soddisfatta e mi ha regalato ore di sana lettura. In particolare ho apprezzato la scelta di capitoli brevi ma non banali, che hanno di fatto reso più scorrevole la lettura. Consigliato.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    08/03/2019 21:21:00

    Un libro che si legge velocemente. Non lascia nulla una volta finito. Monotono e senza grandi avvenimenti (ad eccezione del finale) forse perché racconta più il processo dietro la malattia che una storia vera e propria. La cosa che mi piace meno è il titolo perché l’unico accenno di “ansia” è in una mezza pagina dove più che di ansia si riferisce a manie e disturbi ossessivi-compulsivi della madre. L’autrice avrebbe potuto chiamarlo “storia del mio tumore e del mio matrimonio in crisi” che forse sarebbe stato più pertinente al contenuto. Qui l’ansia vera e propria non c’entra proprio niente.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    08/03/2019 20:42:33

    Daria Bignardi sá scrivere e bene!Detto questo trovo ancora una volta un suo libro decisamente bello,ma non perché è bella la storia è fa battere il cuore,(anche se anche questo è vero)ma perché la sua scrittura,diretta,decisa e precisa fa si che al lettore arrivino le cose essenziali della storia stessa...e questo secondo me è estremamente positivo...parlare di malattie,sofferenze e traumi non è facile,ma quando si prende tra le mani questo libro si diventa parte di ogni pagina,e quando lo finisci lo senti addosso,lo senti dentro e questo significa una sola cosa:che ha centrato il suo obiettivo!!!...Stra consigliato a tutti quelli che hanno voglia di capire.....

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    08/03/2019 20:39:52

    Quando viene un tumore si è costretti a farsi un esame di coscienza". Le relazioni sono il cuore del libro, insieme con l'analisi di ciò che sta vivendo la protagonista nel corpo e nell'anima. Relazioni fatte di legami profondi, ma anche di momenti lievi che irrompono portando freschezza alla storia. La malattia entra in ogni momento dell'esistenza e per un periodo diventa centrale anche nelle relazioni più intense. "Chi ti ama veramente non ti amerà di più se ti ammali o ti succede qualcosa. Ti amerà come prima, come sa amare, e forse è giusto così

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    08/03/2019 20:37:04

    L'amore, la malattia, le relazioni. Daria Bignardi sa dosare con cura gli ingredienti e Storia della mia ansia è un gran bel libro. Ci sono passaggi che ricordano Santa degli impossibili. Lea, la protagonista del nuovo romanzo, vive a Milano e come Mila ha tre figli. La malattia arriva all'improvviso e ti apre a una nuova vita. C'è tanto di autobiografico e dalle prime pagine la Bignardi svela come sarà il racconto "senza pelle le emozioni si sentono di più e la mia ansia era la benzina per tutto: scrivere e vivere.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    08/03/2019 20:33:51

    Trovo che lo stile della Bignardi sia quello di una brava giornalista che sa descrivere con obiettività l'ansia,le paure che assalgono le persone che si sentono fare una diagnosi di tumore.Io stessa mi ci sono ritrovata.La Bignardi descrive i suoi stati d'animo e le sue emozioni con grande sensibilità. Questo libro può interessare in particolare le persone che vivono o hanno vissuto questo stato d'ansia dovuto ad una diagnosi. Anche se l'ansia del titolo non è il vero tema dominante, la trama è ben costruita, i personaggi delineati a dovere e soprattutto l'autrice ci fa entrare nella sua esperienza di sofferenza, tanto che sembra proprio di stare vicino a lei nelle varie fasi della malattia. Brava Daria, e in bocca al lupo!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    08/03/2019 20:31:04

    Non ne avevo mai letto nulla, perché i miei interessi in fatto di letture sono molto diversi, e il tempo limitato. Ma l'argomento, in questo caso, mi ha spinta a farlo, giusta o meno che sia questa mia motivazione. L'ho letto - e apprezzato - in fretta, ma in periodo in cui troppe cose si sovrapponevano, quindi in modo un po' distratto. E mi è rimasta l'impressione che qualcosa mi sia sfuggito. Desidero dunque rileggerlo per coglierne meglio il nocciolo, per così dire. Aggiornerò quindi la mia modesta recensione fra un po'. Nel frattempo ne raccomando la lettura. (E auguro a Daria tanta fortuna).

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    06/03/2019 14:47:20

    Splendido, toccante, triste sono tanti gli aggettivi che si potrebbero usare eppure nessuno riesce a racchiudere da solo la bellezza di questo libro. È un racconto di rivincita, di riscoperta di se stessi e moltissimo altro. La scrittura è incalzante e profondamente toccante. Certi capitoli colpiscono così profondamente da scuotere. Consigliato a chi ha bisogna di riprendere in mano la propria vita.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    22/01/2019 09:48:07

    La scrittura della Bignardi è sempre piacevole e scorrevole. Questo libro dimostra come in fin dei conti siamo tutti accomunati dalla sensazione di non.essere o fare mai abbastanza. Ma alla fine l'ansia insegna anche qualcosa di molto importante.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    04/01/2019 15:24:12

    La Sigra Bignardi non mi piace, né sul video né sulla carta, ho provato a leggerlo per curiosità ma sono rimasta molto delusa

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    31/12/2018 23:51:49

    Un libro che descrive la semplicità complessa di noi donne. Consigliato.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    18/12/2018 11:17:09

    Il titolo è fuorviante, fa quasi pensare ad un testo ironico, ma di ironico ha davvero poco. Più che di ansia si parla di malattia e di amore, di un rapporto coniugale complicato. Il desiderio di arrivare alla fine del romanzo è quasi più per sapere come andrà a finire la vicenda amorosa che non per sapere della malattia. Mi chiedo quanto ci sia della Bignardi autobiografica in questa storia. Un testo scorrevole, si legge in poco tempo.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    13/11/2018 18:12:53

    Breve ma toccante come pochi altri.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    23/09/2018 18:45:11

    Il titolo dice ben poco, comunque è molto scorrevole e piacevole da leggere. Super consigliato!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    19/09/2018 13:49:09

    Il libro è invischiante. La storia è matura, complessa e difficile da digerire. I temi sono tanti e profondi: l'amore, la famiglia, la malattia, l'ansia. La scrittura però scorre fluida, veloce e avvincente. Trovo sia il miglio libro della Bignardi, forse non il più fruibile ma senz'altro il più interessante.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    19/09/2018 08:33:00

    E' stato impossibile non acquistare questo libro, innanzitutto per il titolo in questione, che mi ha catturata all'istante. La lettura è scorrevole, lineare. Le tematiche sono estremamente attuali e il messaggio di fondo arriva forte e chiaro. Un libro che consiglio vivamente a chi, come me, spesso vive troppo nella paura del futuro.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    18/09/2018 18:52:22

    Questo è il secondo libro di Daria Bignardi che leggo. Se nel primo, bellissimo, "Non vi lascerò orfani", l'autrice parla in prima persona e ripercorre la storia della sua famiglia e in particolare di sua madre, in questo suo ultimo libro, un romanzo, la Bignardi dà voce a Lea, una scrittrice che, a quarantanove anni, si ritrova all'improvviso a dover affrontare un tumore. Il libro è una sorta di diario di Lea, uno scrigno in cui i suoi pensieri, a volte speranzosi, a volte pessimisti, scorrono liberi e credibili. Talmente credibili che è inevitabile pensare che la Bignardi si sia basata su ciò che ha vissuto lei stessa. Un libro molto introspettivo, ma delicato e toccante, mai banale, scritto con una sensibilità rara e meravigliosa.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    27/08/2018 13:22:36

    Non è tanto un libro sull'ansia quanto un libro sugli amori complicati e infelici, eppure amori. Riprendo la bella frase scritta in una recensione poco precedente a questa mia: "Questo libro mi capisce!"

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    22/08/2018 14:07:47

    È un libro molto particolare, da leggere in un momento preciso insomma devi sentirtelo. Ho passato tanti guai e piano piano sto uscendo da un periodo molto duro della mia vita, questo libro mi capisce e in un certo senso mi ha ridato un po della speranza persa nel corso del tempo.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    26/07/2018 13:44:43

    L'ansia è di chi lo legge perchè non arriva mai alla fine. Angosciante e carente nella scrittura, più parlato che vissuto.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    21/05/2018 16:53:41

    ottimo libro i cui si mescolano suspence, amore, gelosia,, amicizia, tradimenti e insicurezze, capolavoro

    Leggi di più Riduci