Storia della scuola. Dall'antichità al Medioevo

Felice Irrera

Editore: Asis
Anno edizione: 2011
  • EAN: 9788890248740
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Si delineano qui i mutamenti avvenuti in Occidente nell'organizzazione della scuola per ben due millenni. Allo studente gioverà intendere quale essa era allora e confrontarla con il presente; l'adulto non specialista ma curioso di conoscere il passato disporrà di un quadro stimolante dell'antico assetto dell'istituzione che segna il grado di civiltà di un popolo. La maneggevolezza del testo si sposa con una ricca documentazione bibliografica, determinando un grado elevato di scientificità con l'illustrazione di aspetti ben precisi e storicamente individuati di un'educazione che si serve della scuola come strumento atto ad "umanizzare" l'individuo radicandolo nella vita comunitaria e trasmettendogli i modelli di valore propri del tempo. Emergono le differenze tra la scuola greca e quella di Roma, e poi, con la diffusione del cristianesimo, con la scuola medievale; e si constata l'esistenza di uno stretto legame tra la storia degli uomini e la loro concezione di questo fondamentale istituto.

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibile in 3 settimane

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Antonella

    23/03/2014 10:04:29

    Oggi è facile scrivere un libro, sempre più raro è, invece, leggerne di buoni. Storia della scuola non è semplicemente un testo scientifico fruibile da una stretta nicchia di esperti e studiosi del settore, ma una lettura appassionante che, nel ricostruire con intelligenza e metodo, la nascita e lo sviluppo di una Istituzione (verso la quale ci si può sentire più o meno distanti, ma mai estranei), ci riporta, con un ritmo narrativo pacato e accattivante, alle radici di quel vivaio di umanità e talenti che essa significa. La lettura rivela una scuola intesa e vissuta con amore e ne trasmette le vicissitudini con trepidante attenzione. Oggi che la scuola mostra i segni dell'indifferenza e dell'incuria di una politica miope, quest'opera si rivela coraggiosa e più che mai necessaria per ricondurre lo sguardo a quelle che ne costituiscono le fondamenta per farcene avvertire una profonda e proficua nostalgia.

Scrivi una recensione