Storia vera-Dialoghi dei morti. Testo greco a fronte - Luciano di Samosata - copertina

Storia vera-Dialoghi dei morti. Testo greco a fronte

Luciano di Samosata

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Mondadori
Formato: Tascabile
In commercio dal: 19 novembre 1991
Pagine: LI-247 p.
  • EAN: 9788804350606
Salvato in 21 liste dei desideri

€ 5,13

€ 9,50
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Piero Giombi

    05/07/2013 12:45:33

    Il motivo principale per cui ho comprato questo libro praticamente sconosciuto è che il nostro libro di testo degli anni Settanta, il famoso Salinari, diceva che Leopardi "si ispirò ai dialoghi lucianei." E l'intera classe chiese: "Ma che vuol dire ?" E la professoressa, laureata in Lettere Classiche con 110 e lode, rispose che non lo sapeva, come non sapeva chi fosse Mosco, altro poeta amato da Leopardi, e neppure cosa fosse un codice palinsesto: è un codice da cui è stato raschiato l'originale e scritta sopra una nuova opera. Con tecniche particolari, già note ai tempi di Leopardi, il cardinale Angelo Maj ritrovò dei libri che si credevano perduti di Cicerone e altri autori. Del resto, la mia professoressa credeva che la lingua etrusca non fosse mai stata tradotta: per pietà non le dissi che avevo a casa delle traduzioni dall'etrusco del prof. Pallottino, docente di Etruscologia a Roma. Credeva anche che non si potesse tradurre un testo antico senza avere una traduzione in una lingua conosciuta: sbagliatissimo. Ciò dimostra che molto ci è ignoto. Tuttavia, era una grande professoressa lo stesso e ci fece imparare Dante benissimo, tanto che ho superato l'esame universitario di Storia della Letteratura Italiana con Mario Pazzaglia, uno dei più severi esperti di Dante, con 28/30. Ora insegno di ruolo Lettere al Liceo Artistico di Bergamo, in via Angelo Maj (ironia della sorte).

La straordinaria cronaca "fantascientifica" di un viaggio sulla luna e sul sole, in mezzo a personaggi fantastici, e gli aspri commenti degli abitanti dell'oltretomba, tesi a ridicolizzare le vanità del mondo. Due originalissime opere di un pensatore cinico e spietato, testimone dello scetticismo e della crisi morale dell'ellenismo.

Note legali