Storia vera-Dialoghi dei morti. Testo greco a fronte

Luciano di Samosata

Editore: Mondadori
Formato: Tascabile
In commercio dal: 19 novembre 1991
Pagine: LI-247 p.
  • EAN: 9788804350606
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 8,08

€ 9,50

Risparmi € 1,42 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Piero Giombi

    05/07/2013 12:45:33

    Il motivo principale per cui ho comprato questo libro praticamente sconosciuto è che il nostro libro di testo degli anni Settanta, il famoso Salinari, diceva che Leopardi "si ispirò ai dialoghi lucianei." E l'intera classe chiese: "Ma che vuol dire ?" E la professoressa, laureata in Lettere Classiche con 110 e lode, rispose che non lo sapeva, come non sapeva chi fosse Mosco, altro poeta amato da Leopardi, e neppure cosa fosse un codice palinsesto: è un codice da cui è stato raschiato l'originale e scritta sopra una nuova opera. Con tecniche particolari, già note ai tempi di Leopardi, il cardinale Angelo Maj ritrovò dei libri che si credevano perduti di Cicerone e altri autori. Del resto, la mia professoressa credeva che la lingua etrusca non fosse mai stata tradotta: per pietà non le dissi che avevo a casa delle traduzioni dall'etrusco del prof. Pallottino, docente di Etruscologia a Roma. Credeva anche che non si potesse tradurre un testo antico senza avere una traduzione in una lingua conosciuta: sbagliatissimo. Ciò dimostra che molto ci è ignoto. Tuttavia, era una grande professoressa lo stesso e ci fece imparare Dante benissimo, tanto che ho superato l'esame universitario di Storia della Letteratura Italiana con Mario Pazzaglia, uno dei più severi esperti di Dante, con 28/30. Ora insegno di ruolo Lettere al Liceo Artistico di Bergamo, in via Angelo Maj (ironia della sorte).

Scrivi una recensione

La straordinaria cronaca "fantascientifica" di un viaggio sulla luna e sul sole, in mezzo a personaggi fantastici, e gli aspri commenti degli abitanti dell'oltretomba, tesi a ridicolizzare le vanità del mondo. Due originalissime opere di un pensatore cinico e spietato, testimone dello scetticismo e della crisi morale dell'ellenismo.