Traduttore: I. Legati
Editore: Einaudi
Edizione: 2
Anno edizione: 2016
Formato: Tascabile
  • EAN: 9788806231798

29° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Guide turistiche e viaggi - Letteratura di viaggio

Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 8,10

€ 12,75

€ 15,00

Risparmi € 2,25 (15%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Giacomo

    15/04/2017 19:22:11

    Libro molto bello, che consiglio a tutti gli amanti del genere "On the road". Libro che descrive alla perfezione e minuziosamente (a volte fin troppo) la vita nelle periferie americane che molto spesso è ben diversa da quella delle grandi città. Il libro è pieno di aneddoti interessanti e l'autore non si mette mai al centro dell'attenzione, al centro c'è sempre il viaggio e l'animo del viaggiatore.

  • User Icon

    Massimo57

    08/06/2016 21:35:12

    Un ritratto degli Stati Uniti alla fine degli anni '70. Perso il lavoro percorre gli USA in senso orario seguendo le strade secondarie. Un bellissimo affresco di personaggi e paesi. Una piacevolissima lettura e memoria storica.

  • User Icon

    Luna

    08/08/2012 20:14:25

    Bellissimo racconto.Una di quelle avventure che vorresti aver vissuto in prima persona,ma no, che vivi in prima persona.

  • User Icon

    armando

    10/07/2012 16:09:29

    "Strade blu" è un libro che va letto assolutamente. E' il racconto di un viaggio attraverso gli Stati Uniti. Dalla sua lettura credo di avere imparato molto. Porfirio Sanchez, che l'A. incontra nel mezzo del deserto texano, è un personaggio che tocca il cuore nel profondo, unico. Fantastiche le fotografie a corredo del testo. Ho preso tutto il tempo che era necessario per leggere questo libro, ho lasciato correre la fantasia, ho ascoltato le voci delle persone e il suono del vento. Fate così anche voi: ne sarete ripagati. Consigliatissimo.

  • User Icon

    Gozer

    05/12/2011 16:18:43

    Bello. Un viaggio da sogno o il sogno di un viaggio. Soltanto un po' troppo lungo.

  • User Icon

    Adriana

    17/12/2010 09:02:51

    Nel lontano 1986 anch'io ho avuto i miei tre mesi "on the road" attraverso l'america a sei corsie. Se solo avessi immaginato la suggestione delle strade blu mi sarei volentieri tenuta alla larga dai vari "nonluoghi", tali "Pizza Hut", "Motel 6", etc... Inizialmente l'ho affrontato come un romanzo, ma la cronaca puntuale da diario di viaggio ed il realismo delle foto inserite qua e là, mi hanno strappato, mirabilmente, dalla modalità "fiction", sorprendendomi con il duplice effetto realtà-immaginazione dalle quali sono entrata e uscita per tutto il libro. Anche solo per questa "magìa", buono davvero!

  • User Icon

    Daniele Falcioni

    22/04/2010 15:54:34

    Ci sono libri classificati come "Letteratura di viaggio", ma un buon 70% di questi si rivela essere soltanto un libro di resconti di viaggio. "Strade blu" fa parte del restante 30%, e insieme alle opere di Kapuscinski e Chatwin ne costituisce, a mio avviso, il rappresentante migliore. Un libro che consiglio fortemente a tutti, soprattutto a chi teme di aver perso, o di perdere, l'orientamento.

  • User Icon

    Maria Grazia

    28/06/2008 12:09:03

    Grazie a questo libro ho conosciuto un'America che non ti fanno mai vedere in tv: questa è la vera America fatta di persone con problemi reali e riflessioni profonde sulla vita. Chissà se a distanza di trent'anni cos'è cambiato rispetto a quello che ci descrive l'autore! Spero il meno possibile! Bellissimo libro che consiglio caldamente se si vuole conoscere in modo migliore degli stati solo idealizzati.

  • User Icon

    bruna

    18/02/2008 19:21:29

    Un gioiellino. Mi ha fatto mettere da parte i miei pregiudizi sull'America della provincia, quella dei paesini spersi nel nulla. E mi ha fatto venire voglia di andare a girovagare tra praterie e motel. Questo libro è tante cose: diario di viaggio, guida turistica, saggio sociologico sull'America "piccola" degli anni 70. In ogni caso è una lettura godibilissima, da fare tutta d'un fiato o un capitolo al giorno, come meglio credete. Leggetelo come volete ma leggetelo!

  • User Icon

    baton

    02/01/2008 07:25:10

    C'è una mano sapiente dietro questo romanzo che non ha nè capo nè coda, perchè tutto il bello sta nel mezzo

  • User Icon

    Roberto

    04/07/2007 11:04:25

    E' più che un racconto di viaggio. Parla della vita di persone comuni, della storia degli stati uniti (pionieri, indiani, guerra civile), di come gli USA stessi sono evoluti negativamente, della propria storia (divorzio), dei sentimenti provati. E il linguaggio usato non è mai noioso, tutt'altro. Bellissimo.

  • User Icon

    maqroll

    13/11/2006 15:14:51

    Un resoconto di viaggio come tanti altri, eppure diverso da tutti gli altri. Ed infatti questo libro è un classico. Gli Stati Uniti visti e visitati percorrendo le strade secondarie, a bordo di un furgoncino sgangherato dai cui finestrini scivola via l’America come sempre vorremmo che fosse.

  • User Icon

    sonosveglio

    05/10/2006 10:05:45

    ... cosi' bello che ho preso anche "prateria"

  • User Icon

    Andrea

    11/09/2006 16:33:09

    Un libro carico di delicatezza, ironia, e della più grande e serena consapevolezza. Senza dubbio uno dei libri che più ho amato, se non il primo della lista. Un viaggio geografico che serve per compiere un viaggio dentro l'anima di chiunque sia disposto a osservare e ascoltare, ti fa realmente scoprire ciò che non sapevi di stare cercando. Da leggere centellinando ogni pagina, sottolineando golosamente!

  • User Icon

    enzo

    10/07/2006 09:48:35

    Pensavo che le sensazioni di libertà, leggerezza, avventura e intimismo non potessero essere contemporaneamente trasmesse da un libro, per quanto ben scritto. Invece, Heat-Moon riesce a trasmettere tutto ciò, inculcando nella mente il desiderio di essere lì, in viaggio con il protagonista. Il teatro di questo viaggio è ovviamente l'immensa varietà di paesaggi, genti e culture diverse che chiunque può riscontrare percorrendo in lungo e in largo gli Stati Uniti, a patto di accettare le situazioni positive così come le negative, di essere pronto a socializzare sempre e comunque, e ascoltare storie di gente comune, che non è detto siano meno interessanti di tante storie famose. Il tutto condito con un ottima dose di ironia, a stemperare le situazioni più intricate e a sottolineare la simpatia innata che ci può essere in chiunque, basta saperlo ascoltare. Grande libro, destinato a diventare un classico (e non solo nel suo genere). Consiglio di leggere il libro avendo a portata di mano un motore di ricerca su internet, così da avere immediato riscontro visivo-informativo dei luoghi citati dall'Autore.

  • User Icon

    benedetta

    14/06/2006 14:22:57

    forse il più bel libro di viaggio on the road contemporaneo che abbia mai letto. correggo: letto, riletto, sottolineato e conservato. Mi piacerebbe poter avere di nuovo il piacere di rileggerlo come se non lo avessi mai sfogliato prima. Però lasciate perdere "Prateria" e "Nikawa": quello che doveva essere detto è stato fatto in "Strade Blu"...!

Vedi tutte le 16 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione