Lo straniero. The Stranger

The Stranger

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: The Stranger
Regia: Orson Welles
Paese: Stati Uniti
Anno: 1946
Supporto: DVD
Salvato in 13 liste dei desideri
L'ispettore Wilson è incaricato di rintracciare e smascherare il criminale nazista Franz Kindler rifugiatosi negli Stati Uniti. I suoi sospetti si concentrano sull'apparentemente integerrimo professor Rankin, stimato e tranquillo insegnante, fidanzato con Mary, la figlia di un giudice della Corte Suprema. Col procedere delle indagini, tutti gli indizi non fanno altro che trasformare i dubbi dell'ispettore Wilson in certezze.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,5
di 5
Totale 2
5
1
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    AndreaMorello

    29/06/2020 19:41:50

    Come sempre Orson Welles dirige e interpreta perfettamente la pellicola. La fotografia è splendida e funzionale alla trama. A dispetto di altri film di Welles, questo ha un ritmo molto più incalzante e coinvolgente.

  • User Icon

    Patrizia

    20/09/2019 13:42:47

    Un detective è sulle tracce di un ex criminale nazista che si è nel frattempo ricreata una vita nei panni di un insegnante. Nonostante la trama sia veramente esile e forse anche un pò ovvia il film è girato magistralmente da Orson Wells, con un uso stupefacente del bianco e nero, che esalta all'inverosimile luci ed ombre e compone inquadrature originalissime per l'epoca; l'accurato restauro rende giustizia alle immagini e l'epilogo è da antologia. Anche la scelta degli interpreti si rivela molto felice: Edward G: Robinson impersona il detective, Loretta Young nei panni dell'ignara, giovane moglie e Orson Wells perfettamente a suo agio in quelli di uno spietato assassino. Audio pulito, doppiaggio d'epoca e versione originale sottotitolata per un film che non può mancare in una cineteca di genere.

  • Film in bianco e nero
  • Produzione: Raro Video, 2014
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 95 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo);Inglese (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 1,33:1
  • Area2
  • Contenuti: speciale: "Death Mills" (22') Inglese con sottotitoli - "Orson Welles alla radio" (87') Versione originale
  • Orson Welles Cover

    Regista statunitense. Seguendo i frequenti trasferimenti del padre, ingegnere e inventore, studia alla Washington School, e poi alla Todd School di Woodstock. Frequenta quindi i corsi di disegno e pittura al Chicago Art Institute e scrive un piccolo saggio su Nietzsche (come riporta lo studioso J. Naremore), rivelando, a soli sedici anni, altissime doti intellettuali. Poco dopo parte per l'Europa, deciso a trovare uno sbocco professionale alla sua passione per il teatro, già coltivata durante gli studi con la messa in scena del Giulio Cesare di Shakespeare, che gli era valsa un premio universitario a Chicago. Esordisce al Gate Theatre di Dublino, recitando Shakespeare e Goldoni, proponendosi anche come regista in una nuova versione del Giulio Cesare, e persino come disegnatore di scene e di... Approfondisci
  • Loretta Young Cover

    Attrice statunitense. Dal 1919 è una bambina prodigio in molti film muti. In seguito partecipa con successo a opere di grande richiamo spettacolare (Il conquistatore dell'India di R. Boleslawsky, e I crociati di C.B. DeMille, entrambi del 1935) ma mette a profitto la sua eleganza e il vivace talento soprattutto in film brillanti accanto a D. Fairbanks jr., T. Power, C. Grant. Ottiene un premio Oscar per La moglie celebre (1947) di H.C. Potter e nel dopoguerra dà prova di buone doti drammatiche (Lo straniero, 1946, di O. Welles). Abbandona il cinema nel 1953, per intraprendere una fortunata carriera televisiva. Approfondisci
  • Orson Welles Cover

    Regista statunitense. Seguendo i frequenti trasferimenti del padre, ingegnere e inventore, studia alla Washington School, e poi alla Todd School di Woodstock. Frequenta quindi i corsi di disegno e pittura al Chicago Art Institute e scrive un piccolo saggio su Nietzsche (come riporta lo studioso J. Naremore), rivelando, a soli sedici anni, altissime doti intellettuali. Poco dopo parte per l'Europa, deciso a trovare uno sbocco professionale alla sua passione per il teatro, già coltivata durante gli studi con la messa in scena del Giulio Cesare di Shakespeare, che gli era valsa un premio universitario a Chicago. Esordisce al Gate Theatre di Dublino, recitando Shakespeare e Goldoni, proponendosi anche come regista in una nuova versione del Giulio Cesare, e persino come disegnatore di scene e di... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali