Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte

Mark Haddon

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Paola Novarese
Editore: Einaudi
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 2,45 MB
Pagine della versione a stampa: 247 p.
  • EAN: 9788858409268
Salvato in 8 liste dei desideri

€ 6,99

Punti Premium: 7

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Christopher è un quindicenne colpito dal morbo di Asperger, una forma di autismo. Ha una mente straordinariamente allenata alla matematica ma assolutamente non avvezza ai rapporti umani: odia il giallo, il marrone e l'essere sfiorato. Ama gli schemi, gli elenchi e la deduzione logica. Non è mai andato più in là del negozio dietro l'angolo, ma quando scopre il cane della vicina trafitto da un forcone capisce di trovarsi di fronte a uno di quei misteri che il suo eroe, Sherlock Holmes, era così bravo a risolvere. Inizia così a indagare... Con una nuova prefazione dell'autore.
3,83
di 5
Totale 72
5
20
4
24
3
21
2
5
1
2
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Elot

    16/06/2014 21:07:33

    Interessante scoprire il mondo di un ragazzino autistico, guardandolo con i suoi occhi. L'autore è stato bravissimo in questo. D'altronde credo fosse questo il suo scopo. Difficile in alcuni punti seguire le dinamiche, troppo matematiche, scientifiche, per i miei gusti. Non è un libro che consiglierei di portare in spiaggia, come compagnia sotto all'ombrellone.

  • User Icon

    Melania

    23/03/2014 15:43:17

    Mah...Non mi ha convinta del tutto. Bellissima idea, ma un po' noioso....

  • User Icon

    Emanuele

    28/12/2013 22:59:44

    Ho trovato cose buone. Ne escono male le persone adulte. Non capisco pero' come un ragazzo di 15 anni possa fare così tante cose (prendere il treno, interagire in quel modo con gli adulti, ,beffare il corpo di polizia),visto che non è mai praticamente uscito di casa. Molto scorrevole fino a meta' libro. Troppo lezioso nel descrivere l'atmosfera della metropolitana londinese. Mi ha colpito la frase che piu' o meno recita.."non mi piace che dopo che sono morto, qualcuno metta le mani nelle cose che ho lasciato"...Cmq l'autore è bravo nel descrivere le dinamiche umane,i sentimenti e le conseguenze delle azioni;Non so se lo consiglierei, forse ha meritato piu' successo di quello che vale effettivamente.

  • User Icon

    Sara87

    25/11/2013 19:33:47

    Immedesimarsi e far vivere al lettore la vita attraverso gli occhi di un bambino autistico è un idea originale e ben riuscita, difficile da rendere. La storia è carina, scorre abbastanza, l'unica cosa che non mi è piaciuta è il dilungarsi in elenchi di descrizioni e calcoli aritmetici, naturalmente ció é in linea con la psiche di un bambino problematico. Insomma, lo consiglierei? ni.. per quanto mi riguarda ho faticato a immedesimarmi in lui. Iniziate la lettura essendo consci che non è un libro come gli altri.

  • User Icon

    Emanuela

    30/05/2013 09:08:45

    Molto particolare per il fatto che l'autore ha scelto come protagonista un ragazzo autistico che descrive una parte della sua vita, e le sfide importanti che riuscirà a superare, a partire dal ritrovamento del cane morto. E' bello, mi ha coinvolto, però il finale è un po' in sordina.

  • User Icon

    alex

    26/02/2013 18:33:11

    ..e dire che ultimamente mi sono appassionata di libri sugli adolescenti, però questo è troppo sbrigativo, il finale soprattutto! ..e poi tutti quei disegni e quelle formule! non aggiungono nulla alla storia e rendono la lettura frammentata e meno scorrevole.

  • User Icon

    Erika

    08/08/2012 11:35:57

    Credo che questo sia un libro che può piacere in particolare agli amanti del genere. Devo dire che l'autore è stato molto bravo a impersonare un bimbo autistico! Il libro non era per niente forzato o costruito... non era finto, sembrava davvero di essere nella testa di una persona con quel genere di "problema". Tuttavia il libro non mi ha coinvolto! La trama non è male... è interessante, ma non mi ha preso. Troppo lento in alcuni punti e ad un certo punto troppo pesante per i miei gusti! Mi ha lasciato con una sensazione di vuoto dentro... però ribadisco che l'autore è stato molto bravo a delineare il protagonista. E' un libro che non consiglio perchè anche se a tratti mi è piaciuto esplorare la mente Christopher nel complesso mi è risultato pesante!

  • User Icon

    Eli87

    10/06/2012 21:46:43

    Un libro che ti prende fin dalle prime righe e ti fa vedere il mondo con gli occhi di un ragazzo molto speciale. Ti fa tenerezza, ti stupisce, ti spaventa, ti coinvolge totalmente. Mark Haddon è riuscito ad unire l'aspetto divertente, che riguarda la ricerca dell'assassino del cane da parte del protagonista e i suoi dialoghi con le persone che incontra, con l'aspetto serio, e a volte tragico, della forma d'autismo da cui è affetto il quindicenne. Durante la stesura del suo libro giallo il ragazzo scopre delle cose sulla sua famiglia che prima ignorava e che lo sconvolgono, ma riesce ad affrontare tutte le sue paure e trova dentro di sé un enorme coraggio. Una grande lezione di vita.

  • User Icon

    corra

    25/08/2011 05:41:35

    bello, scorrevole, non banale, e soprattutto mai sopra le righe, mai accondiscendente. Visto il soggetto, si rischiava di fare un romanzo piagnisteo o, al contrario, una sorta di commedia.

  • User Icon

    Sara

    20/07/2011 12:41:54

    Bellissimo libro, secondo me non tutti sono capaci di capire il vero messaggio del racconto, lo consiglio vivamente!!

  • User Icon

    MarcoS

    10/06/2011 11:50:53

    Libro decisamente fuori dal comune, bravo l'autore a trasmettere le sensazioni del ragazzo autistico, ma il libro in se l'ho trovato troppo noioso. Personalmente non lo consiglierei.

  • User Icon

    paolo

    08/02/2011 20:07:51

    Lo stile è quello furbetto della recente letteratura britannica "leggera" (Hornby, Coe), forse accattivante nella sua scorrevolezza indolore ma privo di vera ambizione creativa, fatto e confezionato per la trasposizione cinematografica cui ammicca senza vergogna. E' un romanzo debole, con una trama trita e inconsistente (ed un titolo-esca, non c'è nessun mistero) ed anche il personaggio del ragazzino protagonista, sulle cui stranezze e tic si incentra in modo pressochè esclusivo il racconto, manca di vero spessore, rimane un improbabile corpo estraneo che può forse incuriosire e talvolta divertire, ma mai innescare nel lettore un processo d'identificazione. Perdibile.

  • User Icon

    Andrea

    13/01/2011 16:43:09

    A mio giudizio un buon libro che, nel raccontarci la storia di Christopher, ci apre soprattutto gli occhi su come sia la vita di una persona affetta dalla sindrome di Asperger. Un libro che quindi ci insegna a vedere il mondo in una nuova prospettiva e che non può che essere utile per la nostra crescita personale.

  • User Icon

    maria teresa

    04/11/2010 13:37:35

    Sembra un giallo dal titolo. Il protagonista parla in prima persona ed è un ragazzino autistico con delle forme schizzoidi di paranoia. Detto così non invoglierebbe a leggerlo. Però la forza di questo libro sta proprio nel fatto di veder raccontare le cose da una persona così particolare e con il punto di vista di chi, puntando sulla potente memoria e sulla capacità di concentrazione caratteristiche degli autistici, e non distratto dalle mille cose e occupazioni che distolgono le persone “normali” dall’accadere della vita, nota, vive e dà importanza ad aspetti del mondo che ci circonda che ci perdiamo ogni giorno. E’ un libro che, molto semplicemente, ricorda a chi legge che tutti i punti di vista – in una società “civile” o che si reputa tale – dovrebbero essere tenuti in considerazione e rispettati. Ci ricorda, anche qui molto semplicemente, che ci fa bene avere più rispetto di chi è capace di soffermarsi sulle piccole cose e sulla bellezza che procurano in ciò che accade e in chi osserva. E’ un libro che insegna ad imparare. Da tutti.

  • User Icon

    polly

    08/10/2010 10:41:44

    Un libro semplice e scorrevole ma delizioso. E' affascinante entrare a far parte del mondo del piccolo protagonista, conoscere le sue 'manie' e la sua visione delle cose. A tratti mi sono commossa pensando che alcune situazioni, in particolare la difficoltà dei genitori a relazionarsi con un bambino così 'speciale', non siano così inverosimili. Regala sorrisi e riflessioni, consigliato!

  • User Icon

    Silvia

    30/08/2010 11:58:36

    Nonostante i numerosi pareri positivi, devo dire che a me non è piaciuto molto. Secondo me, la cosa più brutta è che ci sono tantissimi discorsi indiretti, veramente troppi e danno l’idea di un riassunto, non di un libro e lo rendono pure noioso. E poi non mi è piaciuto proprio il protagonista! Ho capito che è un ragazzo autistico (cosa che in realtà ho scoperto soltanto alla fine, leggendo i commenti!) ma è proprio strano! Tipo, come si può chiedere il codice fiscale ad una persona? O prendere tutto così alla lettera?! A parte il fatto che l’unica barzelletta, che doveva essere divertente nemmeno l’ho capita! Bè, non ho dato 1 perché c’è di peggio, ma non l’ho letto volentieri…sarà che sono stata pure obbligata, ma resto del mio parere

  • User Icon

    CRISTINA

    28/05/2010 14:08:06

    Un libro molto leggero da leggere, scorrevole e piccolo. Mi è piaciuto ma è da leggere alle medie, il ragazzino autistico fa tenerezza e mi stupisco sempre di vedere come sono intelligenti e geni in matematica. La storia è carina non eccezionale ma cio che colpisce è il protagonista, il suo modo di pensare del tutto diverso dal nostro.

  • User Icon

    angela

    27/05/2010 14:52:19

    L'ho finito ieri sera e mi è piaciuto molto. Toccante e dolce. Mi ha commosso e sensibilizzato il poter leggere di un bambino affetto da una forma di autismo, poter entrare nel suo mondo e vedere le cose dal suo punto di vista, con i suoi limiti e le sue difese nei confronti del mondo cosi diverso da lui e dalle sue abitudini. Mi ha anche divertito e assolutamente lo consiglio!!

  • User Icon

    ultranikko

    09/12/2009 16:10:42

    Un libro affascinante e molto scorrevole. Mi è piaciuto e ha quasi sfiorato la perfezione.

  • User Icon

    monica

    28/11/2009 11:03:49

    Un libro semplice ma che ha avuto la capacità di farmi riflettere su come tutti noi abbiamo dei limiti. Limiti che ci fanno paura e che cerchiamo di superare a volte con molta fatica.

Vedi tutte le 72 recensioni cliente
  • Mark Haddon Cover

    Scrittore e poeta britannico. Vive a Oxford. Ha studiato presso il Merton College. Nel 1981 si è laureato all'università di Oxford e tra il 1984 e il 1985 ha partecipato a un Master sulla Letteratura Inglese.Ha scritto e illustrato libri per ragazzi, e ha lavorato per la radio e la televisione scrivendo diverse sceneggiature. Presso Einaudi sono usciti i romanzi Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte (2003), Una cosa da nulla (2006), Boom! (2009 e 2011) e La casa rossa (2012), nonché la raccolta di poesie Il cavallo parlante e la ragazza triste e il villaggio sotto il mare (2005). Approfondisci
Note legali