€ 11,40

€ 12,00

Risparmi € 0,60 (5%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Nicola Mariuccini

    12/01/2017 09:51:08

    Strimbalzo è un piccolo paesino di montagna che potrebbe stare in ogni luogo. Ha il sapore della dolcezza dell'infazia, della curiosità della adolescenza, dell'ironia di una gioventù vissuta con leggerezza e voglia di capire, di approfondire, di cambiare prospettiva alle cose anche solo per vedere come sono viste da un altro angolo. Ora sappiamo che Tasso non è cattivo, ama disegnarsi così è vero ma ha un animo tenero e capace di rintracciare l'amore come fanno i poeti, seppure con un linguaggio nuovo, non aulico, non paludato, ironico e un po' guascone, ma serio. Il modo con cui cambia le parole assomiglia a quei giochi che fanno i bambini quando imparano a parlare, è come se le sentisse vibrare in bocca e provasse a capire che suono avessero se pronunciate in un altro modo. Le manipola certo, ma tutti le riconoscono perché Tasso non ti frega con le parole, te le tira anche contro certo, ma frontali e sempre sopra la cintola. Alla fine cosa ne resta di questo paesino immaginario, luogo dell'anima e dei ricordi che potrebbero essere di tutti pur nel quadro di una pagina che sa essere anche molto intima? Mi ha colpito una frase che qualunque uomo di intelligenza media vorrebbe forse sentirsi dire: a un certo punto del libro un platonico imprenditore innamorato da sempre e per sempre della propria moglie dice a Tasso: “Lei scriva, non vorrò nemmeno vedere o correggere il testo, mi fido di come lei scriverà con la testa e con l'anima. Perché lei ha l'anima femmina, quelle anime rarissime in un uomo che lo rendono straordinario.”

Scrivi una recensione