Sul lettino di Freud

Irvin D. Yalom

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Serena Prina
Editore: Neri Pozza
Anno edizione: 2015
In commercio dal: 4 giugno 2015
Pagine: 493 p., Brossura
  • EAN: 9788854506084
Salvato in 90 liste dei desideri

€ 15,30

€ 18,00
(-15%)

Punti Premium: 15

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Sul lettino di Freud

Irvin D. Yalom

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Sul lettino di Freud

Irvin D. Yalom

€ 18,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Sul lettino di Freud

Irvin D. Yalom

€ 18,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

"Sul lettino di Freud "è la storia di Seymour Trotter, Ernest Lash e Marshal Streider, tre psicoterapeuti che, in virtù della sorte connessa alla loro professione, si trovano a condividere trionfi e fallimenti, fatti e misfatti, onori e infamie della loro pratica terapeutica. Seymour Trotter, settantun anni, un patriarca della comunità psichiatrica, va incontro alla rovina dopo aver preso in analisi Belle Felini, una trentaduenne di gradevole aspetto ma con una lunga storia di autodistruzione alle spalle. Nell'istante in cui l'"alleanza terapeutica" con la sua paziente sembra dare frutti che nessun Prozac può procurare, Trotter viene accusato di comportamento sessuale inappropriato nei confronti della giovane donna e sottoposto ad azione disciplinare dal comitato etico per la medicina. Incaricato del procedimento è Ernest Lash, assistente universitario presso la facoltà di psichiatria, studioso che ignora quasi tutto della psicoterapia. L'incontro con Trotter, tuttavia, lo affascina e seduce a tal punto che Lash diviene un affermato psicoterapeuta. E giorno dopo giorno lui ringrazia i grandi progenitori dell'analisi: Nietzsche, Kierkegaard, Freud, Jung. Finché non viene il momento in cui nessuno dei grandi guaritori del passato può soccorrerlo. Lash applica un approccio radicalmente nuovo, basato su una forma di "alleanza terapeutica" con il suo paziente Justin. Ma quando quest'ultimo decide di abbandonare la moglie, Lash è costretto a correre ai ripari...
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,31
di 5
Totale 13
5
8
4
3
3
1
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Stefano

    27/05/2019 13:35:43

    Per chi ama la psicologia, anche un romanzo diventa un manuale di studio. Piacevole ed interessante.

  • User Icon

    Sergio

    08/03/2019 14:22:47

    I tormenti, resi divertenti, di chi svolge una professione di cura Dopo aver divorato “Le lacrime di Nietzsche” sono corso a leggere questo secondo romanzo di Yalom. Mi aspettavo qualcosa di simile al primo, forse una continuazione (visto che Freud era presente nel romanzo precedente e campeggia nella copertina di questo). Un romanzo ispirato da fatti veri e divulgativo su alcuni aspetti della psicoanalisi. E invece … Anzitutto i fatti non si svolgono a Vienna, ma in California! Il protagonista non e’ affatto Freud, ma alcuni psicoanalisti a noi contemporanei! La narrazione non e’ ispirata da eventi storici, o da profonde rivelazioni della psicoanalisi, quanto dall’impegno che un qualunque serio terapeuta mette nella sua attivita’ per essere efficace, utile ai suoi pazienti, e non un semplice esecutore di tecniche e precetti tramandati dai padri fondatori della psicoanalisi. La trama e’ piena di ritmo e colpi di scena, a tratti persino comica. Mi domando cosa aspettano per farne un film che sbancherebbe il botteghino. Sicuramente un libro da leggere (anche sotto all’ombrellone) e da regalare.

  • User Icon

    Teodora

    21/09/2018 19:56:48

    Un libro con un tema molto interessante- lo scambio tra cliente/paziente e psicologo/ psicoterapeuta (anche se nel passato erano tutti psichiatri). Ha avuto un momento un pelino morto ma tutto sommato molto bello e interessante, quindi lo consiglierei.

  • User Icon

    AdrianaT.

    14/01/2017 08:38:01

    Precario e deludente passaggio dalla psichiatria alla letteratura. Particolarmente noiosi e ripetitivi i capitoli dedicati alla supervisione e alle beghe e scaramucce interne fra psicoanalisti. Modicamente interessante l'intreccio terapeutico/sperimentale Ernest-Carol(yn)-Marshal, ma con un ribaltamento di ruoli piuttosto inverosimile, se non ridicolo. Di gran lunga preferibili *Schopenhauer, *Spinoza e *Nietzsche che, secondo me, rimangono la sua migliore produzione narrativa.

  • User Icon

    carla

    21/06/2016 11:32:43

    che delusione.. dopo aver letto tutti gli altri libri dell'autore, mi aspettavo che questo fosse altrettanto coinvolgente e ben scritto, invece lo trovo noioso e dispersivo.Sto facendo veramente una gran fatica per non lasciarlo a metà. per chi no avesse mai letto libri di Irvin Yalon consiglio di non iniziare con questo

  • User Icon

    raffaello

    08/05/2016 15:48:10

    Dopo il non brillante "Il problema Spinoza", Yalom abbandona la collaudata formula narrativa con cui intrecciava filosofia e psicoanalisi per dedicarsi interamente a quest'ultima, con un racconto interessante dove i protagonisti sono terapeuti e pazienti. Al centro alcuni temi caratteristici della relazione tra analista e analizzato, quali la gestione di pulsioni sessuali che possono facilmente travalicare evidenti limiti deontologici e il rapporto dell'analista col denaro. Yalom affronta queste problematiche attraverso le vicende che coinvolgono due terapeuti e vari pazienti, personaggi più o meno direttamente collegati tra loro. Nella storia emergono anche i diversi approcci analitici, quello rigoroso del più esperto Marshal e quello eterodosso del protagonista, il genuino Ernest, che alla fine risulterà il più equilibrato. Sorprendono alcune ingenuità dei terapeuti, ma tutto sommato la storia tiene. Il libro ha un inizio folgorante per poi appesantirsi con alcune digressioni francamente noiose, come la lotta di potere all'interno dell'associazione psicoanalitica. Yalom pare più a suo agio nella descrizione delle sedute terapeutiche e la conseguente scia di deduzioni, interpretazioni e dinamiche che ne scaturiscono. Viceversa sembra perdersi quando esce dal suo territorio e il racconto ne risente, ed è un peccato. Forse se il libro fosse stato alleggerito di alcune parti un po' forzate e tutto sommato non necessarie nell'economia del racconto, ne avrebbe tratto giovamento in scorrevolezza risultando più avvincente. In conclusione si ha l'impressione che l'autore abbia perso un po' smalto rispetto ai riusciti "La cura Schopenauer" e "Le lacrime di Nietzsche", anche se il romanzo è di piacevole lettura.

  • User Icon

    francesco v

    09/04/2016 18:29:02

    Yalom non sbaglia un colpo. Purtroppo temo che la copertina, e il titolo, attireranno tutti coloro che hanno a che fare più o meno direttamente con la psicologia (terapeuti-pazienti) , tenendo lontana una platea di potenziali lettori che invece potrebbero trarre dalla lettura del libro un godimento assoluto. Mi tolgo il cappello di fronte ad uno dei migliori scrittori attualmente in circolazione

  • User Icon

    mile

    23/03/2016 01:45:11

    Un romanzo interessante, coinvolgente, elegante, intrigante, che mi è piaciuto tantissimo e mi ha coinvolto profondamente, ponendo molte domande innanzitutto a livello individuale: perché siamo diventati come siamo? Potevamo essere diversi? Cosa possiamo fare ora, a qualunque età, per guarire dalle nostre ferite? E inoltre, al di là di transfert e controtransfert, quali dinamiche si sviluppano nel mezzo della relazione tra terapeuta e paziente e chi stabilisce i confini e la possibilità di superarli? Esiste il terapeuta "neutro" o è un idealtipo che non può esistere nella realtà? Quanto contano il coinvolgimento e la sincerità del terapeuta nel processo di guarigione? Se e quanto è importante per il buon esito della cura che il terapeuta si lasci conoscere e sveli parti di sé nella relazione terapeutica? I suoi vissuti, le sue ambizioni, le sue debolezze, i suoi limiti, i suoi rapporti con il denaro, con gli altri terapeuti, con il mondo accademico sono infatti inevitabilmente parte di lui ed entrano che lo si voglia o meno nella relazione terapeutica. Queste mi sono sembrate solo alcune delle questioni che pone questo bellissimo romanzo, di cui consiglio grandemente la lettura, che interroga le nostre esistenze e stimola l'introspezione e l'autoanalisi.

  • User Icon

    Antonella

    04/03/2016 16:37:47

    Un solo aggettivo:straordinario! Mai banale eppure scorrevole sebbene le tematiche accennate non siano affatto leggere. Era da tempo che non leggevo un libro così.

  • User Icon

    stefano

    11/01/2016 08:51:50

    Romanzo-saggio stimolante e profondo. La storia è un pretesto per creare nella mente del lettore dubbi e perplessità, domande, soprattutto a chi svolge un mestiere simile o uguale a quello dei protagonisti. Le considerazioni in merito a quanto scritto richiederebbero altro spazio e tempo ed è questo che serve un libro, far pensare. Utile, curato e scritto con sapiente capacità.

  • User Icon

    Massimo Borghesi

    21/11/2015 11:55:55

    La storia è bella, avvincente. Ci sono poi pseudocasi clinici e comunque situazioni di vita che vengono guardate con gli occhi di diversi psicoterapeuti. L'intransigenza, l'incontinenza, transfert e controtransfert, autenticità in terapia, etc. La scrittura è incantevole. CAPOLAVORO!!!

  • User Icon

    Gianluca

    04/09/2015 11:03:28

    Interessante e coinvolgente, mai banale, mai fuori luogo. Le teorie della psicoanalisi adattate ad una storia che comprende tanto i pazienti quanto i medici che li curano dove nessuno è esente da dubbi. Le incongruenze delle persone emergono e quelle degli psicologi non sono meno importanti delle persone che da loro sono trattati. Non mancano le debolezze e tutti i sentimenti che le persone possono provare nei confronti delle diverse situazioni. E' sempre il passato a condizionare il presente e a spiegare, se possibile, qualcosa di noi.

  • User Icon

    il sera

    30/07/2015 20:54:36

    Il libro inizia dal titolo e dalla foto in copertina. Fi da subito il romanzo si dipana nei meandri dei profondi, intensi, esigenti rapporti tra terapeuta e paziente. Un susseguirsi appassionate di vicende personali che accompagnano il lettore in un viaggio fatto di rapide discese e faticose risalite alla ricerca del senso...del nostro senso! Tantissimi gli spunti di riflessione che nascono spontanei.

Vedi tutte le 13 recensioni cliente
  • Irvin D. Yalom Cover

    Nato in una famiglia ebraica, è cresciuto in un ambiente povero. Si laurea Bachelor of Arts alla George Washington University nel 1952 e Doctor of Medicine alla University School of Medicine di Boston nel 1956. Dopo due anni di servizio nell'esercito al Tripler General Hospital di Honolulu, Yalom inizia la carriera accademica presso la Stanford University nella quale entra nel 1963 per restarvi fino al 1968. Insegna psichiatria alla Stanford University. All'attività clinica affianca quella di scrittore, che gli ha permesso di ottenere successi e gratificazioni importanti (soprattutto con il suo romanzo E Nietzsche pianse, i cui titolo è successivamente stato ritradotto da Neri Pozza in Le lacrime di Nietzsche). Tra gli altri suoi romanzi, pubblicati da Neri Pozza,... Approfondisci
Note legali