Il suono di una sola mano. Storia di mio padre Mauro Rostagno - Maddalena Rostagno,Andrea Gentile - copertina

Il suono di una sola mano. Storia di mio padre Mauro Rostagno

Maddalena Rostagno,Andrea Gentile

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Il Saggiatore
Collana: La cultura
Anno edizione: 2011
In commercio dal: 1 settembre 2011
Pagine: 285 p., Brossura
  • EAN: 9788842817321
Salvato in 18 liste dei desideri

€ 8,10

€ 15,00
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Passeggiate tra cuscini, amache e altalene, nelle stanze del più grande centro sociale italiano, Macondo, alla fine degli anni settanta, a Milano. Attraversate Pune, in India, per ascoltare Osho, e osservate, mentre si alza il sole, tre elefanti passare con i baldacchini sulla schiena. Arrivate a Trapani, punta estrema d'occidente d'Italia, a due passi dall'Africa, in una piccola frazione di campagna, e trasformate un vecchio baglio nel più laico e libertario centro di recupero per tossicodipendenti, la comunità Saman. Immaginate di essere Mauro Rostagno - leader del Sessantotto, amante della vita e della libertà - e di lavorare in una piccola televisione locale, Rtc. Immaginate di sfidare ogni giorno, dagli schermi di Rtc, la più grande organizzazione criminale d'Italia: Cosa Nostra. Ora immaginate di essere Maddalena Rostagno, figlia di Mauro. Maddalena e Milano e l'India e Trapani, Maddalena che guarda in tv suo padre, Maddalena che la sera del 26 settembre 1988 sente dei colpi di pistola, a pochi passi da casa. Maddalena, che otto anni dopo vede sua madre in carcere, arrestata con l'accusa di favoreggiamento per l'omicidio di Mauro, colpita dalla macchina del fango. Maddalena che cresce, che riapre i cassetti, che legge le carte giudiziarie, che scongela il dolore. Maddalena che aspetta per anni che vengano trovati i veri assassini di suo padre. Fino all'apertura del processo, nel 2011, ben ventitré anni dopo quella sera di autunno... Prefazione di Michele Serra.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,67
di 5
Totale 3
5
2
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    manu05

    25/04/2012 17:23:22

    Acquistato perchè fortemente colpita dalla copertina, in cui appare una foto di Mauro e Maddalena bambina con gli occhi spalancati. E'la storia di un uomo dalle 1000 vite, una più vorace e curiosa di quella che l'ha preceduta, raccontata dalla figlia che lo ha perso quando era ragazzina. Un libro di storia dei nostri ultimi 30 anni e un intimissimo diario personale, scritto come credo solo una donna -figlia, e ora madre- sappia fare. Bravi Maddalena che raccontava e Andrea che "raccoglieva" i ricordi.

  • User Icon

    enrico testa

    24/04/2012 00:04:23

    Un libro che bisogna leggere. Scritto bene, una signora storia, emozione, personaggi, fatti. Consigliatissimo. et

  • User Icon

    Roberto

    11/12/2011 11:15:35

    Penso che sia un libro che debbano leggere tutti, ha smosso la mia coscienza e sicuramente approfitterò del natale per regalarlo alle persone a me care. Grazie a persone come Mauro Rostagno questo paese ha ancora una speranza, non dobbiamo mai smettere di credere nei sogni e nella verità. Approfitto per mandare un caloroso abbraccio virtuale a Maddalena,Chicca e Pietro. Prima della lettura del libro, non ero a conoscenza di questa brutta storia. In libreria mi ha colpito l'immagine dello sguardo di Maddelena nella copertina, ora da quando l'ho letto non faccio che raccontarlo a tutti che è esistito un eroe dal nome Mauro Rostagno. Sono rimasto affascinato dalla vita di quest'uomo. GRazie Mauro grazie di cuore

Note legali