Categorie
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2006
  • EAN: 9788806183707
Disponibile anche in altri formati:

€ 9,35

€ 11,00

Risparmi € 1,65 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alessandro

    11/09/2012 22.37.28

    Siamo in presenza di un genio. Che peraltro fa anche molto ridere. Certo che chi quegli anni assurdi non li ha vissuti non può proprio capire di che parliamo... e comunque ogni racconto, seppur brevissimo, lascia un sapore in bocca... A proposito: lo sconsiglio vivamente ai berluskones

  • User Icon

    morris

    24/02/2012 00.22.54

    L'ho finito. Una sofferenza. Sono davvero sprovveduto, davvero non capisco il genio. Per fortuna posso andarmi a leggere qualcosa che sia letteratura.

  • User Icon

    Peggym

    22/02/2011 15.13.22

    Abbastanza geniale. Un poco ripetitivo, ma abbastanza geniale.

  • User Icon

    Marco

    15/01/2011 14.09.09

    Uno dei peggiori libri che abbia mai letto. Ho dovuto regalargli un voto che non avei voluto dargli. Volgare, provocatorio al limite della sopportazione, sgrammaticato e assolutamente non divertente. Chiunque avrebbe potuto scrivere di meglio.

  • User Icon

    Luca

    30/07/2009 19.41.31

    Il racconto su Marta Russo vale da solo il prezzo del libro..Una delle cose più belle che abbia mai letto. Il resto è divertente a volte esilarante di certo mai banale. Un libro che divori. Io adoro Aldo Nove.

  • User Icon

    Pietro T

    10/04/2007 09.28.58

    E' una cena impegnativa, piatti gustosi ma ricchi di condimento e difficili da digerire; ogni tanto però è buono anzi necessario passare una nottata insonne a causa di pensieri ingombranti.

  • User Icon

    andrea

    05/02/2007 19.10.33

    A tratti,durante la lettura, si prova disagio. E quando siamo a disagio, molto probabilmente, siamo già innamorati. Bravo, Nove.

  • User Icon

    Lucia

    30/11/2006 14.31.57

    Di questi raccontini banali, monotoni, ripetitivi, a tutti i costi volgari, se ne salvano forse un paio. Troppo pochi per giustificare la fama che questo autore ne ha ricavato. Nove vorrebbe scandalizzare i benpensanti, ma finisce per realizzare una scoperta operazione ideologica (e commerciale, come dimostrano peraltro gli ampliamenti concepiti apposta per questa edizione, che nulla aggiungono alla qualità dell'opera) senza la quale - temo - non avrebbe mai ottenuto alcuna attenzione, né di pubblico, né tantomeno di critica. Deludente.

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione