Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Recensioni Il Talmud

  • User Icon
    08/09/2020 22:12:19

    In occasione della Giornata della Cultura Ebraica che si è celebrata domenica 6 settembre 2020 come ogni anno, quale occasione migliore se non quella di diffondere anche la conoscenza del Talmud, questa opera assolutamente fondamentale ed indispensabile per entrare proprio nel cuore e nel l'essenza stessa della Cultura Ebraica e dell' Ebraismo.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    11/04/2016 11:27:42

    Studiare il Talmud, è come stare seduti a un tavolo lunghissimo e discutere con Mosè, i profeti, i maggiori maestri come Abraham Cohen.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    14/03/2016 20:36:01

    Sono pienamente d'accordo che il Talmud, così come ci è stato esposto e commentato dal rabbino inglese Abraham Cohen, sia una lettura indispensabile in quanto ci pone dinanzi a molti interrogativi: ad esempio il semplice fatto che quello che era solo il peccato di Adamo venga poi arbitrariamente falsificato, interpretato e definito compiutamente dalla teologia cristiana come il "peccato originale" in forza del quale tutti gli individui devono per forza di cose "pagare" le colpe dei loro progenitori Adamo ed Eva, quando nella realtà invece (secondo l'interpretazione ebraica rabbinica , quella corretta, dei testi originali e non falsificati della Torah, cioè della Bibbia Ebraica) ciascun individuo "paga" ed "espia" nel corso della vita ed alla cessazione di essa solo ed esclusivamente i propri sbagli o le proprie colpe intenzionali o non intenzionali e non quelle degli altri, per l'appunto i propri sbagli o le proprie colpe commesse durante la vita.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    19/02/2016 14:30:39

    La lettura del Talmud si rivela uno strumento indispensabile per la conoscenza della infinita saggezza rabbinica dell'ebraismo che attraverso intere generazioni ha plasmato la vita e la storia dell'umanità intera.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    26/07/2015 18:59:46

    Concordo con Loretta Pasquini nel definire il TALMUD un insieme di regole anche sulla Kasherut del cibo, ma non si limita solo a questo. Esso è l'insieme della saggezza rabbinica codificata in una massima esemplare talmudica "Chi salva una vita salva il mondo intero".

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    09/07/2015 05:44:13

    Il Talmud é nella sostanza come l'Encyclopédie di Diderot. Il Talmud di Abraham Cohen mi ha confermato quello che avevo letto nel libro di Jonathan Rosen dove viene stabilito che vi sia una forte connessione in particolare con il mondo di Internet o di Wikipedia che, come il "mare del Talmud", é fatto del contributo di tanti utenti che apportano dei contributi alla conoscenza proprio come i saggi rabbi talmudisti. Il Talmud é nella sostanza come l'Encyclopédie di Diderot.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    09/07/2015 03:53:18

    OK, passi pure come scrive Cristina Savoca che gli insegnamenti contenuti nel TALMUD non sono in alcun modo in conflitto con quelli della Bibbia; ma resta il fatto incontestabile ed indiscutibile che gli insegnamenti contenuti nel TALMUD per ogni ebreo siano in molti casi persino delle normative tassativamente superiori alla stessa Bibbia intesa ovviamente come l'Antico Testamento. Comunque sia, sono d'accordo che la presentazione offerta da Abraham Cohen merita di essere letta nell'Edizione curata da Laterza.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    08/07/2015 04:23:18

    Nel TALMUD come ci viene presentato da COHEN sono scritte regole, regoline, e regolette su tanti argomenti del vivere giornaliero (ad esempio come macellare un animale, come cucinare la sua carne, ad esempio non tenere o cucinare la carne di vitello nello stesso posto dove si conserva/cucina il latte o il burro perché è abominio cucinare il figlio (vitello) con il latte della madre mucca e cioè il burro derivato da esso ecc ecc)?.che accortezza e che sensibilità e delicatezza d'animo...

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    07/07/2015 20:13:17

    Ottimo testo il TALMUD, ottimi i commenti del rabbino inglese Abraham Cohen , ottima anche la introduzione e la traduzione del rabbino livornese Alfredo Toaff che fu il padre del rabbino anch'egli livornese Elio Toaff. Ottima la scelta di Laterza di pubblicarlo e renderlo ancora disponibile nella sua sesta edizione al grande pubblico.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    06/07/2015 23:59:35

    Per rispondere a Giusy Romano. Una precisazione necessaria ed importante. Il TALMUD-che per inciso anche io avevo letto ed apprezzato-al quale Abraham Cohen e la maggior parte degli ebrei fanno riferimento maggiormente si tratta del TALMUD Bavli o "Talmud Babilonese" il quale venne scritto e redatto in Aramaico, la lingua degli ebrei babilonesi. Il Giudaico Antico era il dialetto principale di Gerusalemme e della Giudea, ove invece venne scritto e redatto il TALMUD Yerushalmi o "Talmud di Gerusalemme". L'Aramaico di Galilea, è conosciuto solo attraverso i nomi di alcuni luoghi, le influenze sull'Aramaico dei Targum, alcuna della letteratura rabbinica e poche lettere private. Ci arrivano poche testimonianze dell'uso dell'ebraico in questo periodo; alcune parole rimasero a far parte del vocabolario dell'Aramaico ebraico (soprattutto termini tecnici religiosi, ma anche alcune parole quotidiane, come 'es, "albero"), e la lingua scritta del Tanach veniva letta e compresa dai ceti colti. Tuttavia l'Ebraico uscì dall'uso comune. Anche le parole non tradotte all'interno del Nuovo Testamento scritto in Greco erano in Aramaico, piuttosto che in Ebraico. Da quello che si può capire, questo non era Aramaico della Galilea ma Giudaico Antico: questo suggerisce che le sue parole furono tramandate col dialetto di Gerusalemme invece che col suo.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    05/07/2015 00:03:19

    Io amo questo libro, il TALMUD di Avraham Cohen, il rabbino che ha avuto il grande merito di essere il primo che ha messo a totale disposizione di tutti traducendolo dall'ebraico in inglese fino a essere successivamente tradotto in tutte le principali lingue mondiali ed esponendone tutti i contenuti di esso con i suoi relativi commentari. L'ho letto inizialmente solo per curiosità, solo per conoscere la Cultura ebraica che ricordiamolo sempre che è la base di quella cristiana in quanto senza di essa non sarebbe potuta nascere. Consigliato.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    04/07/2015 23:40:38

    Wow! Io non sono ebrea, ma mi siamo imbattuta in questo libro a caso, IL TALMUD commentato dal rabbino Abraham Cohen, lo comprai e lo lessi. Tutto quello che posso dire è che si prega di leggerlo attentamente prima di commentare spesso erroneamente come succede in rete, da parte di notori antisemiti, gli insegnamenti contenuti nel TALMUD come anticristiani, ecc.., motivo per cui venne nel corso della storia sempre censurato quando se non, addirittura, arso sui mille roghi di medioevale memoria e non solo. Sostengo per questo che gli insegnamenti contenuti nel TALMUD non sono in alcun modo in conflitto con quelli della Bibbia; infatti, li sostengono pienamente. Per questo motivo, ne consiglio vivamente la sua lettura per poter apprezzare lo stile ebraico limpido e fluente, in alcuni casi persino poetico come i SALMI biblici, del TALMUD.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    14/06/2015 08:17:28

    Mi aveva incuriosito la recensione di David al TALMUD di Abraham Cohen riguardo alla Shemittah = anno sabbatico (come registra il Talmud) seguito dall'anno Giubileo, una costellazione che secondo la NASA mai è accaduta nella storia dell'umanità e sicuramente non accadrà i prossimi 100 anni! Shemittah coincideva molte volte nel passato con maggiori eventi mondiali ecc..ecc.. Ora, è chiaro che sono i testi che parlano di tecnologie avanzatissime, modifica del DNA, macchine e robot (pensiamo solo al mitico Golem di Praga, costruito e modellato dall'argilla proprio sulla base delle indicazioni fornite dal Talmud). Bene...queste cose, i filologi dicono di saperle da SEMPRE dal Talmud e altri libri, queste cose sono riscontrabili incrociando con altri libri, ritenuti fin ora solo miti: dal Crizia di Platone, all'epopea di Gilgamesh, Iliade, Odissea ecc... senza tirare in mezzo lo scomodo Sitchin. Ma ovviamente c'è anche il Talmud, ci sono le Toledot, Celso, ci sono ritrovamenti archeologici. Di certo ci sono molte fonti a cui possiamo attingere per affinare ulteriormente le nostre conoscenze ed il nostro sapere, l'intelletto nostro se ne gioverebbe, non guardare le evidenze sarebbe sciocco! Per questo ringrazio David del suo prezioso consiglio nella lettura anche del Talmud. Ad majora!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    20/05/2015 15:32:04

    Non c'è che dire: il TALMUD è un testo preziosissimo. Soprattutto se commentato in maniera mirabile da un vero esperto in materia.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    02/04/2015 19:37:38

    Leggendo IL TALMUD e anche a commento dell' invito che David ci ha rivolto riguardo al Giubileo, ebbene..la parola Giubileo richiama alla mente il concetto di giubilo, ossia un sentimento di gioia, di esultanza, di festa; deriva dall'ebraico Jovel, il corno di ariete che la legge mosaica prescrive di suonare a mo' di tromba ogni 50 anni come segnale di inizio di un anno santo, di un anno tutto dedicato al Signore. "Farete squillare la tromba per tutto il paese- si legge nel libro del Levitico- dichiarerete santo il cinquantesimo anno e proclamerete la liberazione del paese per tutti i suoi abitanti. Sara' per voi un Giubileo". Nella Torah, l'Anno Sabbatico (Shemitta') e Giubileo (Jovel) sono considerati strettamente collegati. Dopo sette anni sabbatici, il cinquantesimo veniva "consacrato" anno giubilare al suono del corno (Shofar) di ariete (Jovel). L'anno sabbatico, come del resto lo Shabbat o Sabato settimanale, ha lo scopo di fare del tempo un'opportunita' per interrompere la schiavitu' del quotidiano materialismo ed evitare di chiudersi in una visione utilitaristica o edonistica della realta' dedicandosi ai bisogni dello spirito. esigenza gia' sottolineata dal legame tra il "Sabato di Dio" (al termine della Creazione), quello dell'uomo (dopo ogni sei giorni lavorativi) e quello della terra. Ogni settimo anno la terra doveva riposare. Ne' arata, ne' seminata; cio' che produceva doveva essere destinato alle categorie sociali piu' deboli: vedove, orfani, poveri, stranieri. Insomma, una liberazione totale dalla schiavitu'.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    25/03/2015 12:49:26

    Il TALMUD di Abraham Cohen: una lettura che è indispensabile, necessaria, utile per tutte e tutti.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    19/03/2015 05:39:53

    Condivido pienamente il giudizio qui espresso da David. Dobbiamo vedere i segni che il Talmud registra: poiché YHWH cominci quest'anno, nell'anno sabbatico (= rilascio di benedizioni ai suoi ubbidienti figli e giudizio per i disubbidienti!).

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    08/03/2015 19:15:49

    La gente chiede sovente: Perché gli ebrei rispondono sempre ad una domanda con una altra domanda? L'ebreo risponde: Perché no? Questa risposta è il Talmud, esso è un elemento di grande importanza nella discussione talmudica. Il Talmud è essenziale per la sopravvivenza stessa dell'ebraismo, sia fisico che culturale. E non solo dell'ebraismo. E' vero che le comunità ebraiche che hanno perso il loro contatto col Talmud si sono in poco tempo dissolte. Mentre quelle che hanno mantenuto il loro contatto con il Testo Sacro hanno vissuto e prosperato grandemente, non solo in Israele dove il Talmud è studiato anche nelle scuole laiche; esso è usato dai tribunali rabbinici (particolarmente nelle questioni concernenti la condizione della donna); esso è apertamente considerato come una parte del retaggio culturale della nazione. Lo studio del Talmud è ora una parte obbligatoria in tutti i programmi scolastici, di tutte le scuole di ogni ordine e grado, persino nella Corea del Sud, molti dei 50 milioni di sudcoreani leggono sempre la raccolta di scritti ebraici come il Talmud a casa propria nel tentativo di diventare dei ''geni come gli ebrei''. Non c'è civiltà letteraria per un ebreo senza una conoscenza del Talmud. Il Talmud è una tra le maggiori componenti della cultura ebraica mondiale, che rispecchia fedelmente del loro comportamento e del loro carattere. Se voi non lo conoscete, non conoscete neppure voi stessi. Non conoscete la vostra storia, le vostre radici. E poi il Talmud è un certo quell' elemento fondamentale che va anche al di là della religione, al di là della cultura . Quindi rendere il Talmud accessibile ad ogni ebreo anche in italiano sembra essere il perno necessario per reinnestare gli ebrei sul tronco del loro retaggio religioso, per fare gli ebrei più ebrei. E per fare i non-ebrei- sia cristiani che atei o comuni liberi pensatori- più amici degli ebrei e della loro formidabile ed infinita grande Cultura con la ''C'' maiuscola nel vero senso della parola.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    04/03/2015 18:50:10

    Il Talmud in questa pregevole e pregiata edizione curata da Cohen, davvero insuperabile!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    23/02/2015 07:28:24

    Conoscere gli usi,i costumi e le tradizioni della gente a cui uno scritto così imponente come il Talmud era,ed è ancora oggi,destinato potrà aiutare a comprendere meglio gli ebrei che sono stati e sono molto spesso ingiustamente fraintesi da molte persone che ignorano leggi e rituali citati dalla presente opera.Utilizzando il Talmud si potrà comprendere meglio anche la Bibbia(il Tanàkh,i 24 libri della Bibbia ebrea che noi conosciamo come l'Antico Testamento,dove la Toràh cioè il Pentateuco spicca per la sua importanza particolare per gli ebrei).Si potrà comprendere che lo scopo dei diversi rabbini del Talmud era quello di far presa sull'educazione ed istruzione rabbinica dei soggetti ebrei e di commentare e duscutere i passi del Tanàkh con dei commenti e delle discussioni che ai nostri occhi molte volte ci appaiono contrastanti fra di loro,in aperta antitesi e contrasto,ma che letti nel loro insieme più volte si armonizzano a vicenda "illuminando" per così dire i passi oscuri della Bibbia e di alcune pratiche peculiari alla religione ebraica,come l'incenso (Esodo40:5;Levitico2:2-15;la Brit-Milá o circoncisione rituale(Genesi17)e l'uso dello shofar o corno di montone ed altri strumenti musicali come l'arpa,la cetra(Salmi 149-150).Conoscere alcuni costumi sociali peculiari ad un popolo come quello d'Israele,o a certe epoche,servirebbe oggi a comprendere meglio non solo la Bibbia,ma anche le nostre stesse usanze come ad es.l'uso di salutarsi "con un santo bacio"(Romani16:16)che forse in altre parti trova il corrispondente nella comune stretta di mano;il lavaggio dei piedi(usanza strettamente orientale che altrove neppure sarebbe segno di ospitalità o di umiltà come in Giovanni13 e 1°Timoteo5:10)e lo stesso "velo" di 1°Corinzi11 che non si sa bene in che cosa consistesse,se in una veletta che nascondeva il viso oppure in un manto che avvolgeva tutto il corpo.Nessuno di noi si sentirebbe vincolato a certi comandi che Dio diede agli ebrei,eppure sono comandi dati da Dio!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    19/02/2015 02:26:33

    Dobbiamo vedere i segni che il Talmud registra: poiché YHWH cominci quest'anno,nell'anno sabbatico (= rilascio di benedizioni ai suoi ubbidienti figli e giudizio per i disubbidienti!).Dobbiamo vedere i segni che il Talmud registra: Tetraede della 4 volta "Luna rossa come sangue" (sempre collegato con spargimento del sangue ebraico-1493,1949,1967, 2014/2015!), Shemittah = anno sabbatico (come registra il Talmud) seguito dall'anno Giubileo, una costellazione che secondo la NASA mai è accaduta nella storia dell'umanità e sicuramente non accadrà i prossimi 100 anni! Shemittah coincideva molte volte nel passato con maggiori eventi mondiali: vogliate vedere soltanto il 29. Elul (= l'ultimo giorno dell'anno biblico prima di Rosh haShanà ) negli anni 2001 e 2008: crolli maggiori economici con l'inizio della crisi più grande dell'economia mondiale dopo la "Grande depressione" degli anni 1930. Ma in 2001 e 2008 "Shemittah" non è stato accompagnato dal Tetraede della "Luna rossa" e con una eclisse solare tra le 4 Luna rossa il 1.Nissan = 21.marzo 2015 (eclisse totale) e il 29. Elul 5775 = 13.settembre 2015 (eclisse parziale), che significa un giudizio imminente per le nazioni. Domanda: che cosa verrà il (o dintorno) il 29. Elul 5775 = 13.settembre 2015 ?!? Cose peggiori che 2001 e 2008 ?!? Se gli eventi negativi vanno avanti secondo il suddetto modello, possiamo aspettare verso la fine di 5775 o addirrittura il terzo 2 9.Elul 5775 (dopo 2001 e 2008) un giudizio redentivo da D-o, ma anche prima del giudizio nell'autunno 2015 secondo la misericordia di D-o grandi benedizioni per i suoi figli ben preparati, perché D-o vuole avvertire il mondo tramite i suoi servi come Lui ha avvertito Ninive tramite il profeta Giona : "Ancora 40 giorni e Ninive sarà distrutto"(Gn 3 /4 )Non voglio inculcarVi la visione ebraica e la mia fede ebraica causa di quella D-o stesso mi dato il nome David,ma voglio solo invitarVi a leggere il Talmud e a farne tesoro di ciò sta scritto!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    19/02/2015 01:50:15

    Il Talmud, in quanto rappresenta la Torá orale-ma lo stesso tipo di discorso vale anche per la Torá scritta- è stato scritto per ispirazione divina, realizzata mediante il sesto senso. I profeti ebrei hanno ricevuto, per ispirazione, dei pensieri sul piano divino e questi pensieri li hanno poco a poco trascritti compilando quello che conosciamo oggi come il Talmud che non a caso significa insegnamento, studio, discussione (dalla radice ebraica, LMD). Il sesto senso è l'insieme degli altri 5 sensi e permette di ricevere ineffabili impressioni atte a sviluppare la vita, ma può anche essere il mezzo per ricevere impressioni nefaste. L'uomo è per sua natura molto suggestionabile e sensibile. L'influsso che le persone esercitano l'una sull'altra può essere ricevuto soltanto per mezzo del sesto senso. Anche le sensazioni provate durante i sogni provengono dal sesto senso (un capitolo assai vasto e molto interessante del Talmud viene dedicato proprio ai sogni ai quali attingo le mie riflessioni). Durante il sogno l'uomo dorme, ma il suo cervello, la sua mente riceve visioni, contatti, odori e sente suoni, anche se la persona che gli dorme accanto non percepisce nulla. In tale caso per il dormiente suggestionato, i cinque sensi si sono manifestati, non per mezzo degli occhi, delle orecchie, ecc...ma per l'imposizione della volontà di un terzo sul suo cervello, sulla sua mente. Il sesto senso è stato dato all'uomo per permettergli di ricevere impressioni che non potrebbero essere ricevute dagli altri 5 sensi. Il sesto senso è il piacere. Il Talmud ci parla anche di molte profezie, come per esempio ci rivela che il mondo esisterà per 6000 anni, dopo sarà desolato com'è scritto, ed il Signore D-o YHWH da solo verrà esaltato in quel giorno esattamente come il settimo anno è «anno sabbatico» così anche il mondo ha 1000 anni ogni 7000 che sono «maggese».

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    12/02/2015 18:08:46

    Il Talmud. Neppure nella Torá troviamo un'uniformità di definizioni. Infatti il termine «anima» (ebr. «nephesh») ricorre nella Torá ben 700 volte, ma viene tradotto nella versione canonica soltanto 471 volte come «anima», 150 volte come «vita», 28 volte come «animale» e 51 volte in vari altri modi. Nel Nuovo Testamento il termine greco equivalente è «psiche» che ricorre 105 volte, ma viene reso 59 volte come «anima», 40 volte come «cuore», 2 volte come «animale» e 4 volte in altri modi. Allo stesso modo la parola «spirito» (ebr. «ruah») ricorre nella Torá 400 volte e viene tradotta 240 volte come «spirito», 95 volte come «vento», 28 volte come «alito», 6 volte come «mente» e 18 volte in altri modi diversi. Nel Nuovo Testamento l'equivalente è «pneuma» e ricorre 385 volte con le più diverse accezioni. E' degno di nota il fatto che nei 1590 casi in cui nella Torá ricorrono i termini «anima» e «spirito» neppure una volta vi si attribuisce l'aggettivo di immortale e che la stessa parola, ad arbitrio dei traduttori, viene resa in decine di modi diversi. Alla deficenza di precisione biblica, la speculazione rabbinica codificata nel Talmud, sopperisce facendo delle distinzioni. Per questo motivo , la lettura anche del Talmud è indispensabile per conoscere a fondo la realtà.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    10/02/2015 20:29:29

    La speculazione rabbinica codificata nel Talmud, distinguendo nell'uomo, oltre al corpo fisico denso («basar») ed alla presenza divina («shechinah») l'anima con 5 definizioni precise che perfettamente s'accordano con la classificazione teosofica ed orientale e cioè «nephesh» (vitalità o sangue) che equivale al doppio eterico, «ruah» (cioè che sale e scende) che corrisponde al corpo emozionale, «neshamah» (disposizione mentale) o mente concreta, «chayyah» (ciò che sopravvive) o mente astratta di cui è costituito l'ego, «yechidah» (l'unico) o monade spirituale. La teologia cristiana adottò invece la semplicistica classificazione di Aristotele che distingue nell'anima tre funzioni: la vegetativa o vitale (doppio eterico), la sensitiva o emozionale e la razionale o mentale concreta ed astratta, considerando invece i principi spirituali superiori come universali e non peculiari all'uomo, fatto questo che si riscontra in tutte le classificazioni occidentali relative agli attributi dell'uomo interiore.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    22/01/2015 23:29:04

    Citando una frase meravigliosa "Che cos'è il Talmud", "Il Talmud è un testo incompiuto, sottintende lo sforzo di continuare a scriverlo e crearlo".

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    22/01/2015 20:32:04

    Il Talmud compendia indiscutibilmente secoli di saggezza ebraica; la Legge ebraica- che è tanto antica e significativa quanto quella scritta, la Torá- trova l'espressione più completa nelle sue pagine, che presentano leggi,racconti, riflessioni filosofiche e storiche, aneddotica e umorismo. Il testo sacro tratta di problemi astratti e assolutamente improbabili,così come si occupa dei fatti più prosaici della vita quotidiana.Il Talmud -qui proposto in maniera eccellente da Abraham Cohen- propone una vasta panoramica storica con un'introduzione generale alle metodologie adottate da generazioni di Maestri nella trattazione alle diverse problematiche.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    23/06/2009 11:36:13

    Non è ovviamente un libro qualsiasi. E' un libro di 'nicchia' che attira l'attenzione di quanti siano interessati ad argomenti riguardanti la religione ebraica e soprattutto il modo di pensare del popolo che tale religione ha prodotto. Il volume è molto ben fatto e condensa in poche (si fa per dire) pagine il 'mare del Talmud'. Si capisce chiaramente che l'autore è un profondo conoscitore dell'argomento.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    08/04/2005 19:20:07

    Dopo la Bibbia,il Talmud è un ottimo Libro sacro per capire e amare il popolo ebraico.Imponente la mole di contenuti,divisi per argomenti.E' possibile quantificare la quantificare la quantità e la qualità degli argomenti trattati nel Talmud,benchè sia una visione sintetica,commentata da Rav.Abraham Cohen(grande rabbino inglese-1887/1957),resta sempre un validissimo testo.Il grande Libro sacro del giudaismo post-biblico,fonte inesauribile di insegnamenti religiosi,etici,sociali,in una classica e insuperata antologia.Di tanto in tanto ai rabbini del Talmud capitava di interrogarsi su come Dio trascorresse la giornata.La conclusione cui sono arrivati è che tra le Sue tante occupazioni Egli dedica tre ore della Sua giornata a studiare il Talmud.

    Leggi di più Riduci