Te lo giuro sul cielo

Luigi Maieron

Editore: Chiarelettere
Collana: Narrazioni
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 3 maggio 2018
Pagine: 224 p., Brossura
  • EAN: 9788832960020
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 14,36

€ 16,90

Risparmi € 2,54 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

€ 9,12

€ 16,90

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Sergio

    19/09/2018 07:43:45

    Ho letto con grande curiosità questo testo, ma ne sono rimasto deluso. Nulla da eccepire alla bravura dello scrittore, ma il tono lirico e poetico scelto, allontana il lettore. Se l’obiettivo era descrivere l’amore per la Carnia a me non è arrivato. Essa è presente nel romanzo, ma fa da sfondo alle storie dei protagonisti. Ma poiché rimane comunque un bel libro, al di là di come l’ho affrontato io nella lettura, segnalo una chicca: la “magia della musica”, quella “vera”, “di pancia”, quella che fuoriesce da una fisarmonica che riempie tutta l’aria con le sue armonie, si respira in molte pagine. Tuttavia è un libro che consiglio a chi ama la scrittura poetica. Chi invece cerca un romanzo storico, credo non sia una buona scelta.

  • User Icon

    Lamberto Bernini

    11/09/2018 08:27:18

    Un viaggio struggente in un mondo forse troppo presto dimenticato che rappresenta un modo d'essere comunità che la modernità vestita di falso progresso cerca di annullare. Rivendicazione legittima del valore universale delle proprie radici culturali, delle proprie usanze, della propria lingua dialettale. Un patrimonio da trasmettere alle generazioni future, da salvaguardare.

  • User Icon

    Alberto

    14/07/2018 09:37:07

    Non conosco l'autore e i suoi lavori che l'hanno preceduto e che auguro siano all'altezza di questo. Ho trovato tanta poesia, tanto amore per i suoi cari, che si rammarica per non aver loro manifestato abbastanza quando erano tutti in vita. C'è il valore dell'amicizia, c'è la solidarietà tra paesani tramandata da generazioni. C'è l'amore ed il profondo rispetto per le radici forti di una popolazione di una terra avara, dove la povertà rasentava la miseria, dove l'emigrazione stagionale era all'ordine del giorno. La protagonista Cecilia è un personaggio che sembra inventato, invece è vero, come son veri tutti i partecipanti a questa saga famigliare in cui la musica è il perno della vita dei Boschetti ed eredi. Consigliato.

  • User Icon

    Rosa

    04/05/2018 09:02:54

    Una scoperta sensazionale, un lampo imporvviso. Un libro che può vagamente ricordare i romanzi di Vitali, ma con una ventata di freschezza in più. Una finestra aperta sul passato che fa bene a tutti. Consigliatissimo anche a chi ama le saghe familiari.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione