Tecniche di resistenza interiore. Come sopravvivere alla crisi della nostra società - Pietro Trabucchi - copertina

Tecniche di resistenza interiore. Come sopravvivere alla crisi della nostra società

Pietro Trabucchi

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Mondadori
Collana: Saggi
Anno edizione: 2014
In commercio dal: 18 novembre 2014
Pagine: 108 p., Rilegato
  • EAN: 9788804641032
Salvato in 21 liste dei desideri

€ 8,64

€ 16,00
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Prima ancora che economica, la crisi da cui tutti ci sentiamo attraversati si sta rivelando, essenzialmente, interiore. Nella nostra società, caratterizzata dal venir meno dei tradizionali vincoli di fiducia e di responsabilità, assistiamo infatti a un progressivo indebolimento delle forze mentali e motivazionali degli individui. Se, come sembra, il dominio incontrastato della tecnologia ha tracciato l'unico orizzonte possibile di futuro, non vale più nemmeno la pena chiedersi se Internet ci renda stupidi o intelligenti. La risposta c'è già: essere sempre connessi con un altrove, "condividere" ogni esperienza per la paura di non percepirla come davvero reale, ci sta trasformando in persone disattente, distratte, dissociate. Se non utilizzate in maniera consapevole, le tecnologie digitali - computer, social network, smartphone - riducono la capacità di rimanere concentrati anche per pochi istanti su di un obiettivo, minano le nostre fondamenta corporee e percettive. Sono tanti i fattori educativi e culturali legati allo stile di vita che determinano un simile scenario: crediamo che ogni minima difficoltà possa essere affrontata e superata per mezzo di pillole o aiuti esterni; ci sentiamo demotivati quando la nostra volontà individuale è ostacolata perché in antitesi con la propensione al consumo; miti come "il talento" o le "capacità innate" - supportati dal ricorso a una genetica non di rado fraintesa erodono la fiducia nelle capacità personali del soggetto...
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4
di 5
Totale 2
5
0
4
2
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Baldi Lorenzo

    16/07/2015 16:43:59

    Il libro l'ho trovato indubbiamente interessante e ben strutturato. Tuttavia , mi sono chiesto più di una volta , se in Italia avesse un senso apprenderlo e metterlo in pratica. Fortunatamente questo argomento, che riguarda una totale mancanza di meritocrazia nel nostro paese (e questo in ogni struttura), viene trattato in un piccolo trafiletto in cui si fa appunto il confronto con gli U.S.A. Purtroppo per esperienza personale, credo che in Italia "resistere" serva solo a procurarsi un esaurimento nervoso ed altri problemi alla salute. Almeno fino a che le cose non cambieranno in primis dall'alto di chi dirige l'orchestra. Quindi, da un punto di vista di consigli pratici, lo consiglierei solo a coloro che intendono abbandonare il paese verso mete più meritocratiche. Molto interessanti invece sono gli avvertimenti sui pericoli che si corrono nell'abuso delle tecnologie telematiche. In questo caso precetterei la lettura obbligatoria,e la memorizzazione dei concetti, a tutti coloro che hanno figli che non fanno altro che abusare di questo

  • User Icon

    Claudio S.

    16/12/2014 13:14:20

    Dobbiamo essere dei buoni cittadini o dei buoni consumatori? Il multitasking ha un senso ed è utile? La realtà è quella che apprendiamo dalle sensazioni corporee o sempre più viviamo in una realtà virtuale? Essere sempre connessi vuol dire vivere hic et nunc o vivere sempre altrove? Cos'è la resilienza? Perchè vogliono sempre che per affrontare delle situazioni ci occorra un aiutino dato che non possiamo farcela da soli? Il disagio, la noia sono sempre cose negative? Trabucchi allarga i concetti espressi nelle sue due precedenti opere e le sviluppa nella vita quotidiana.

  • Pietro Trabucchi Cover

    È uno psicologo che si occupa di prestazione sportiva, in particolare di discipline di resistenza. Insegna all'Università di Verona. È stato lo psicologo della squadra olimpica di sci di fondo alle Olimpiadi di Torino del 2006 e da anni si occupa della preparazione mentale delle squadre nazionali di Ultramaratona. Autore di articoli scientifici e divulgativi, ha anche pubblicato diversi libri sul tema della motivazione e resilienza, come: Resisto dunque sono (Corbaccio, 2007), Perseverare è umano (Corbaccio, 2012), Opus. Manuale di automotivazione e resistenza alla fatica (Corbaccio, 2018). Si è occupato di spedizioni alpinistiche finalizzate al raggiungimento di record di ascensione e nel 2006 ha raggiunto la cima dell'Everest. Appassionato... Approfondisci
Note legali