Telefonata a tre mogli

Phone Call from a Stranger

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Phone Call from a Stranger
Paese: Stati Uniti
Anno: 1952
Supporto: DVD
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 9,74

€ 12,99
(-25%)

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (9 offerte da 9,19 €)

L'avvocato Trask parte in aereo per allontanarsi dalla moglie che lo ha tradito dopo dodici anni di matrimonio. Sull'aereo durante il viaggio fa amicizia con tre passeggeri che gli raccontano le loro tormentate storie sentimentali. L'aereo precipita, si salva solo l'avvocato che visita i parenti dei tre e impara qualcosa sulla vita.
  • Film in bianco e nero
  • Produzione: A & R Productions, 2014
  • Distribuzione: A & R Productions
  • Durata: 96 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo);Inglese (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Formato Schermo: 1,33:1
  • Area2
  • Bette Davis Cover

    "Attrice statunitense. Approda a New York poco più che adolescente e presto riesce ad avere qualche parte importante a Broadway. Trasferitasi a Hollywood, sembra destinata a una carriera di comprimaria a causa del suo modesto aspetto fisico. Il volto leggermente grifagno, il corpo ben lontano dalla perfezione, possiede tuttavia due occhi che mandano lampi taglienti, e soprattutto un grande talento unito a una tenacia di ferro. Appare fugacemente in una quindicina di film, fino a quando trova un ruolo di rango in 20.000 anni a Sing Sing, girato nel 1933 da M. Curtiz, in cui recita a fianco di S. Tracy. L'anno successivo può finalmente dare prova della sua bravura in Schiavo d'amore (1934) di J. Cromwell, che la lancia definitivamente. Nel 1935 ottiene il primo Oscar con Paura d'amare di A.... Approfondisci
  • Shelley Winters Cover

    "Nome d'arte di Shirley Schrift. Attrice statunitense. Molto attiva in teatro e in televisione, esordisce nel cinema nel 1944, trovando numerose occasioni per esprimere al meglio le proprie corde, tra il patetico e il caricaturale (Doppia vita, 1947, di G. Cukor; Un posto al sole, 1951, di G. Stevens; Il grande coltello, di R. Aldrich, e La morte corre sul fiume, di C. Laughton, entrambi del 1955). Dopo un periodo di crisi, trova un ruolo convincente in personaggi di sofferta e scontrosa umanità (Il diario di Anna Frank, 1959, di G. Stevens; Lolita, 1962, di S. Kubrick; Il balcone, 1963, di J. Strick; Il clan dei Barker, 1970, di R. Corman) ai quali la sua precoce senescenza, volutamente non celata, assicura ulteriore autenticità e schiettezza. In seguito ritorna a ruoli caricaturali in Stop... Approfondisci
  • Gary Merrill Cover

    Attore statunitense. Nel 1937 si avvicina al teatro ma il suo debutto al cinema risale al 1944 con Winged Victory (Vittoria alata) di G. Cukor. Solitamente richiesto per personaggi severi e determinati, a causa del suo viso ruvido e scavato, dalle sopracciglia folte, conosce B. Davis sul set di Eva contro Eva (1950) di J.L. Mankiewicz, e si imbarca con lei in un matrimonio che dura una decina d'anni, fra i '50 e i '60, per poi spostare le sue attenzioni su R. Hayworth. Attivo politicamente e sostenitore delle idee liberali, passa dal partito democratico a quello repubblicano durante la guerra del Vietnam. Approfondisci
Note legali