Categorie

Ayn Rand

Traduttore: L. Grimaldi
Editore: Corbaccio
Collana: Romance
Anno edizione: 2007
Pagine: 378 p., Rilegato
  • EAN: 9788879728638
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alfio76

    31/01/2014 12.19.34

    mi stupisce il fatto che questo libro sia così poco noto in Italia, considerando quanto conti in Usa, è considerato famoso alla pari del Giovane Holden , e insieme a quest'ultimo il libro preferito dai serial killer. E' molto interessante, anche per le atmosfere create oltre che, ovviamente , per la storia e il concept che lo anima. Un gran bel romanzo

  • User Icon

    John Galt

    08/12/2013 10.52.32

    Opera straordinaria, in grado di ampliare gli orizzonti culturali di chiunque la legga. Tratta temi che nel panorama letterario italiano sono trattati da pochissimi autori. Si può considerare come la "Bibbia" dell'Oggettivismo, indispensabile a chiunque voglia intraprendere il viaggio attraverso i meandri del pensiero libertario, così poco considerato nel nostro Paese. Unico, piccolo, neo è la lunghezza del romanzo (circa 1400 pagg nei complessivi 3 volumi), che a volte può risultare un po' prolisso.

  • User Icon

    Alex

    15/02/2013 18.42.00

    Sinceramente mi aspettavo qualcosa di meglio. E' l'elogio dell'avidità.La morale di fondo di questo libro è il puro cinismo. E' un misto tra Dallas (la serie TV) e il gioco del Monopoli, e tutti e due sono più piacevoli di questo romanzo che è avvincente quanto può esserlo una corsa di lumache.

  • User Icon

    alessandro

    11/01/2013 00.19.05

    Da tenere sul comodino e rileggere almeno una volta all'anno. Capolavoro massimo.

  • User Icon

    Roberto Zambrini

    27/09/2012 12.49.50

    Mi e' piaciuto. Il racconto nasce quasi disordinatamente, accennando piccole e grandi storie personali che poi, come tanti fiumiciattoli, si incontrano dando origine - mi si consenta la metafora - ad un fiume ben piu' grande, ad una storia che ha qualcosa di eroico, un' originale storia di industrie e produzione che assume un senso direi quasi epico, in un mondo cosi' ostile da non concedere nemmeno un vero finale al racconto, in cui tutto resta come sospeso di fronte all'ennesima ostilita'. Mi hanno colpito le tante figure che oggi definiremmo "progressiste" o "politicamente corrette", che appaiono come persone immature, spesso mediocri o addirittura francamente meschine ... che messaggio diverso da quanto oggi propagandato dai media di regime! Qualcuno ha definito questa opera come una specie di "Bibbia".... come peso e ingombro - mi si consenta questa volta l'ironia - direi che effettivamente la somiglianza c'e': ho ordinato l'intera triologia, e devo lodare la divisione in tre volumi, che sicuramente rende la lettura piu' agevole. Restano le domande... che faranno i nostri eroi? E sopratutto un pensiero mi turba: "Chi e' John Galt"? Lo sapro' - spero - passando al volume successivo....

  • User Icon

    giulia

    12/03/2012 18.25.49

    questo è il primo di tre volumi che compongono il libro in assoluto migliore che io abbia mai letto. un vero capolavoro. ti rapisce fin dalla primissima pagina e continua a stupire in un susseguirsi di colpi di scena, fino all'ultima. meraviglioso e indimenticabile. assolutamente consigliato!!

  • User Icon

    Maurizio Colucci

    24/02/2009 18.32.25

    Definire importante questo libro significa sminuirlo. E' più corretto dire che questo è uno dei pochi libri capaci di dare un senso alla vita. Questo volume (Il Tema) è solo il primo dei tre volumi che compongono il libro "La rivolta di Atlante". Gli altri due si chiamano "L'uomo che apparteneva alla terra" e "Atlantide".

  • User Icon

    paolo

    24/09/2008 22.22.44

    Capolavoro massimo. Non ho parole per descrivere la grandezza di questo capolavoro. Imparagonabile, sarebbe da studiare a scuola assieme a manzoni &co.

  • User Icon

    Renato

    07/05/2007 12.58.33

    Semplicemente splendido, la ristampa di questo classico dell'oggettivismo è nuovamente disponibile dopo anni. Unico neo: da usanza tipicamente (per non dire "esclusivamente") Italiana, il libro, originarimante di circa mille pagine, è stato spezzato in tre volumi per ragioni - suppongo - economiche.

  • User Icon

    laura

    02/05/2007 00.39.28

    bellissimo. da leggere assolutamente, sia come trattato filosofico, sia come romanzo appassionato e veemente. Dei grandi personaggi, ideali sublimi, un punto di vista completamente originale, in controtendenza con tutta la letteratura del novecento. e soprattutto, se la corbaccio non si sbriga a buttare fuori il secondo romanzo della trilogia, potrei morire di curiosità...

Vedi tutte le 10 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione