Tempo da elfi. Romanzo di boschi, lupi e altri misteri

Francesco Guccini,Loriano Macchiavelli

Editore: Giunti Editore
Collana: Scrittori Giunti
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 13/09/2017
Pagine: 312 p., Rilegato
  • EAN: 9788809850705
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 9,72

€ 15,30

€ 18,00

Risparmi € 2,70 (15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Floriano

    08/05/2018 04:08:29

    Adoro Guccini, ho voluto dare il suo nome a mia figlia, però come giallista mi ha sempre un po' deluso e stavolta più delle precedenti. La vicenda è anche interessante ma ci sono troppi personaggi, si fa fatica a ricordarli ed a collocarli sempre correttamente nella storia e si resta a bocca secca nel finale

  • User Icon

    Gecar

    26/01/2018 12:34:33

    Macchaivelli e Guccini vogliono raccontarci ancora una montagna incontaminata (o quasi) e paesaggi da favola. Noi sappiamo bene che non è così, ma ci piace crederlo, come i bambini credono nelle fiabe pur sapendo che sono tali, e siamo pronti ad immergerci comunque nell'atmosfera fatata del libro. Però questa volta il fascino che il racconto suscita è inferiore ai precedenti. E questo basta ad esprimere un giudizio più severo.

  • User Icon

    Paolo Cova

    25/01/2018 21:07:07

    Mi è sembrato inferiore alle precedenti storie dell'ispettore Gherardini. Non vorrei che gli autori, ambientando le vicende in un paesino sperduto dell'appennino, dove già sembra una esagerazione che ci siano due caserme, si siano infilati in una sorta di cul de sac. Che storie vuoi che vengano fuori tra boschi, valli, cascine abbandonate (ambienti pure affascinanti per chi ama la natura)? L'impressione è che il filone sia quasi esaurito... Il finale della storia (Gherardini che mostra la Ca'Storta a Elena) fa pensare a nuove puntate. Vedremo. Scommettiamo che Poiana diventa il maresciallo dei carabinieri comandante dell'unica caserma che rimarrà?

  • User Icon

    Fabio

    08/01/2018 12:32:31

    Piacevole,ma lento e a tratti ripetitivo. Gli autori sembrano in cerca di nuove ispirazioni,senza trovarne veramente di buone e la storia si regge in piedi con qualche difficoltà,con un finale tirato per i capelli. Insomma un passaggio quasi a vuoto,rimane solo lo scenario dell'Appennino,con la sua natura intatta ,i suoi silenzi e i tanti profumi.

  • User Icon

    Grazia

    06/01/2018 17:13:36

    Libro meraviglioso, che si legge tutto di un fiato. L'ambientazione viene descritta in modo fedele ma fiabesco allo stesso tempo.

  • User Icon

    salvatore romano

    07/12/2017 10:26:16

    Ancora non ho letto questo libro ma, io sono un pittore, credo che nel campo della scrittura come quello delle arti visive non si possa mai concepire un lavoro a quattro mani. Lo scrittore deve scrivere isolato da tutti e da tutto mentre scrive come un pittore deve dipingere senza che altri intervengano nel suo lavoro...

  • User Icon

    chicca

    15/11/2017 12:10:11

    E' innegabile che i due autori abbiano classe e mestiere; ma credo sia una grave pecca ripetere brani interi, parola per parola, da un libro all'altro della serie. Non credo sia impossibile presentare i vari personaggi fissi, come l'oste, il cameriere marocchino o Adumas, in modo diverso. Personalmente questa cosa mi infastidisce a tal punto da penalizzare l'opera nel suo complesso. Peccato.

  • User Icon

    n.d.

    11/11/2017 22:22:12

    Poiana è un grande, mi mette un po di disagio l'aspettativa del passaggio e dall'assorbimento della Forestale da parte dell'arma dei Carabinieri. Il libro è molto bene architettato e strutturato, il personaggio dell'ispettore è superbo e acuto. Ottimo.

  • User Icon

    Paolo

    27/10/2017 14:38:35

    Non formidabile. La storia potrebbe essere affascinante se fosse meglio scritta e resa, emotivamente, più accattivante. Purtroppo, non lo è (a mio avviso, naturalmente). Ero alla ricerca di uno scrittore "di fiducia", da seguire, come un cagnolino. Mi spiace, Francesco, mi sarei, davvero, aspettato di meglio. Resta immutata la stima e la ammirazione.

  • User Icon

    zan

    05/10/2017 07:02:58

    E ci ricasca(no) … Per me, vecchio bolognese cresciuto sulle rive del Canale di Reno e che ha passato per anni le vacanze sull’Appennino bolognese, queste storie, così come quelle di Sarti Antonio, hanno un sapore particolare, graditissimo. Ma questo non toglie che il riutilizzo di intere pagine di romanzi precedenti io la trovi poco giustificabile. La motivazione data da Macchiavelli sul suo sito e soprattutto un certo sussiego che (forse sbagliando) vi ho percepito mi crea un certo disagio. Sarò libero di dirlo, senza essere messo all’indice sul sito dello scrittore?

  • User Icon

    Stefano

    02/10/2017 09:57:59

    Bellissima storia avvincente e mozzafiato si legge in un colpo solo. Anche questa volta la coppia Guccini e Macchiavelli mantiene le promesse

  • User Icon

    la libraia della valle

    15/09/2017 09:04:16

    Ho seguito un evento a Mantova e, conoscendo i due autori, mi aspettavo di leggere un gran bel libro. Invece sono stata un po' delusa. Scrivono bene, ma forse hanno esaurito un po' le idee... comunque una buona lettura per chi ama il giallo all'italiana.

Vedi tutte le 12 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione