Teresa (DVD)

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Stati Uniti
Anno: 1951
Supporto: DVD
Salvato in 5 liste dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 11,89 €)

Philip Tass, giovanissimo soldato americano, trovandosi durante la guerra in Italia conosce Teresa, se ne innamora e la sposa. Finita la guerra, torna da solo in America. Egli non ha informato i suoi del suo matrimonio. Quando sua madre lo scopre succede una mezza tragedia. Dopo qualche tempo Teresa raggiunge in America il marito. La giovane sposa cerca d'indurre il marito a crearsi una posizione indipendente dalla madre. Tutto si risolverà con la nascita di un bambino.
  • Film in bianco e nero
  • Distribuzione: A & R Productions
  • Note: inedito
  • Durata: 102 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0);Inglese (Dolby Digital 2.0)
  • Lingua sottotitoli: No
  • Formato Schermo: 1,33:1
  • Area2
  • Rod Steiger Cover

    Propr. Rodney Stephen S., attore statunitense. Arruolatosi marinaio durante la prima guerra mondiale, dopo il conflitto prende i primi contatti con il mondo dello spettacolo come attore teatrale e televisivo. Il successo di uno sceneggiato favorisce il suo esordio sul grande schermo, dove in pochi anni si impone come valido caratterista drammatico. Fisico imponente e volto segnato, dà vita a numerosi personaggi tormentati e nevrotici a lui ben congeniali, che interpreta con rigorosa professionalità affidandosi al metodo Stanislavskij. Lo ricordiamo fratello del ribelle M. Brando nel tormentato Fronte del porto (1954) di E. Kazan, avido produttore nel letterario Il grande coltello (1955) di R. ­Aldrich, gangster senza scrupoli nei violenti Il colosso d'argilla (1956) di M. Robson e Al Capone... Approfondisci
  • John Ericson Cover

    "Nome d'arte di Joseph Meibes, attore statunitense. Diplomatosi all’American Academy of Dramatic Arts di New York, esordisce con un’intensa prova drammatica in Teresa (1951) di F. Zinnemann, si segnala nel mélo sentimentale Rapsodia (1954) di C. Vidor e nel blando film-operetta Il principe studente (1954) di R. Thorpe, mentre in film più incisivi (Giorno maledetto, 1955, di J. Sturges; Quaranta pistole, 1957, di S. Fuller) sostiene solo ruoli di contorno. Negli anni ’60 alterna peplum di serie B (Io Semiramide, 1962, di P. Zeglio) a prove di carattere nel genere poliziesco sotto regie anonime (La giungla del danaro, 1968, di F.D. Lyon); tra cinema (Storia di un cacciatore di taglie, 1972, di J.L. Moxey) e serial televisivi (General Hospital), rimane attivo fino al 1989. " Approfondisci
Note legali