Teresa Papavero e la maledizione di Strangolagalli - Chiara Moscardelli - ebook

Teresa Papavero e la maledizione di Strangolagalli

Chiara Moscardelli

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Giunti Editore
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 815,51 KB
Pagine della versione a stampa: 320 p.
  • EAN: 9788809871397

82° nella classifica Bestseller di IBS Ebook eBook - Narrativa italiana - Gialli - Narrativa gialla

Salvato in 30 liste dei desideri

€ 7,99

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Superati i quaranta un uomo diventa interessante, una donna zitella. Ma Teresa Papavero non se ne cruccia, ha ben altre preoccupazioni. Dopo avere perso l'ennesimo lavoro in circostanze a dir poco surreali decide di tornare a Strangolagalli, borghetto a sud di Roma nonché suo paese nativo, l'unico posto dove ricominciare in tranquillità. E invece la tanto attesa serata romantica con Paolo, conosciuto su Tinder, finisce nel peggiore dei modi: mentre Teresa è in bagno, il ragazzo si butta dal terrazzo. Suicidio? O piuttosto, omicidio? Il maresciallo Nicola Lamonica, il primo ad accorrere sul luogo, è abbastanza confuso al riguardo. Non lo è invece Teresa che, dotata di un intuito fuori del comune, capisce alla prima occhiata che qualcosa non va. Il fatto è che non le crede nessuno. Tantomeno Leonardo Serra, l'affascinante quanto arrogante poliziotto arrivato per indagare sulla morte del giovane. A peggiorare la situazione la misteriosa scomparsa di Monica Tonelli, una delle ospiti del B&B che Teresa ha aperto nella casa paterna con la complicità di Gigia, la sua amica del cuore. Tutto il paese è in subbuglio perché la sparizione della donna viene addirittura annunciata nel famoso programma "Dove sei?" e a indagare sulla Tonelli arriva proprio l'inviato di punta, Corrado Zanni. Per Teresa davvero un periodo impegnativo, coinvolta in indagini dai risvolti inaspettati e perseguitata dalle ombre del passato: la scomparsa della madre e il burrascoso rapporto col padre, il noto psichiatra Giovan Battista Papavero. E così, tra affascinanti detective, carabinieri di paese, reporter d'assalto e misteriosi sconosciuti, Teresa si trova risucchiata in una girandola di intrighi, in un susseguirsi di imprevedibili colpi di scena. Tanto a Strangolagalli non succede mai niente!
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,2
di 5
Totale 30
5
13
4
12
3
4
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    giulia

    29/12/2020 12:58:41

    ho consigliato questo libro anche a mia sorella e alle mie amiche. abbiamo deciso che appena il covid-19 e' solo un brutto ricordo faremo una rimpatriata a Strangolagalli. in onore di Teresa Papavero. e ci vestiremo come lei. bello, originale e divertente.

  • User Icon

    BARBAZUK

    14/12/2020 09:36:33

    Molto buffa questa "profiler per caso", anche se certamente non originale. E la scrittura è davvero accattivante e piacevole. Un buon modo di passare il tempo senza impegnare troppo la mente.

  • User Icon

    LB

    09/11/2020 20:31:17

    Non molto originale; l'imbranata investigatrice per caso è vista e rivista; tuttavia lettura leggera, piacevole e divertente.

  • User Icon

    Luisa

    15/05/2020 17:42:35

    Sin da subito, Teresa, estrosamente esuberante, coinvolge il lettore in situazioni paradossali. Il realismo nel paradosso porta il lettore in un giallo divertente e mai scontato. L’innocenza di Teresa sfiora l’assurdo. Lo stile è eccellente. Spicca la meticolosità descrittiva nel ritrarre lo strano paesino e i suoi abitanti, tutti indiscreti e molto curiosi. La cronaca di eventi tragici, sminuisce la tragedia ed esalta la commedia. La narrazioni è sempre interessante, contemporaneamente concisa e dettagliata. La lettura stimola, sin dall’inizio, una curiosità intensa per tutti i personaggi. Tanto che tutti sono in parte co-protagonisti proprio perché descritti con grande empatia e simpatia, indipendentemente dall’indole di ciascuno. Questo giallo è pieno di colpi di scena. Suscita una continua e grande ilarità, senza essere indelicato o crudo. Cronaca di un piccolo paesino narrata con intenso umorismo. In una valutazione da zero a cinque: Copertina 5, Stile 5, Storia 5.

  • User Icon

    Luisa

    15/05/2020 17:41:53

    Sin da subito, Teresa, estrosamente esuberante, coinvolge il lettore in situazioni paradossali. Il realismo nel paradosso porta il lettore in un giallo divertente e mai scontato. L’innocenza di Teresa sfiora l’assurdo. Lo stile è eccellente. Spicca la meticolosità descrittiva nel ritrarre lo strano paesino e i suoi abitanti, tutti indiscreti e molto curiosi. La cronaca di eventi tragici, sminuisce la tragedia ed esalta la commedia. La narrazioni è sempre interessante, contemporaneamente concisa e dettagliata. La lettura stimola, sin dall’inizio, una curiosità intensa per tutti i personaggi. Tanto che tutti sono in parte co-protagonisti proprio perché descritti con grande empatia e simpatia, indipendentemente dall’indole di ciascuno. Questo giallo è pieno di colpi di scena. Suscita una continua e grande ilarità, senza essere indelicato o crudo. Cronaca di un piccolo paesino narrata con intenso umorismo. In una valutazione da zero a cinque: Copertina 5, Stile 5, Storia 5. Da legggere assolutamente.

  • User Icon

    Silvia

    11/05/2020 13:08:07

    la autrice divertentissima si è fatta conoscere con "volevo essere una gatta morta", davvero divertente! qui cambia un poco genere e per me questo resta il suo migliore libro. si ride avvolti dal mistero. lo consiglio!

  • User Icon

    HarpStar

    23/09/2019 14:50:01

    Teresa è un personaggio esuberante e coinvolgente. Spontanea ed estrosa, tramite il suo personaggio si ironizza sulle tipiche menate femminili riguardanti uomini e sentimenti. Il coinvolgimento in situazioni paradossali, ma comunque realistiche e plausibili, guida il lettore in un divertimento assoluto, con la particolare caratteristica di riuscire a tradurre in assoluta innocenza gli episodi osè. Bello il ritratto di paese, con tutti gli annessi, i dissidi e le figure tipiche che risaltano nelle piccole comunità dove nessuno si fa i fatti propri. Lo stile narrativo è molto piacevole e sulla cronaca di eventi tragici si ride di gusto. Le descrizioni sono scrupolose e precise senza essere minimamente prolisse. La stesura è accurata e non viene trascurato il benché minimo dettaglio. I MOTIVI PER CUI VALE LA PENA LEGGERLO - Quando si comincia la lettura non la si vuole più abbandonare, mantiene viva l’attenzione fino alla fine - Si apprezzano tutti i personaggi, i loro modi di essere e di fare e pure il povero killer - Ricco di colpi di scena - Privo di volgarità - Si ride, si ride e si ride COSA NON VA - assolutamente nulla, appena si termina il libro si vorrebbe continuare a leggere un seguito COSA ANDREBBE MIGLIORATO E' perfetto RIEPILOGANDO Una gradevole lettura amena, rimane impressa per il turbinio di comicità che gravita intorno a fatti di cronaca, senza mai scivolare nel banale. Consigliatissimo, è maggiormente apprezzabile da un pubblico adulto

  • User Icon

    Simona

    20/09/2019 12:03:18

    Racconto carino con una nota di giallo, ma soprattutto molto ironico. La protagonista Teresa, è un po' una Bridget Jones locale che strappa sempre un sorriso e comprensione al lettore. Ben articolato anche il giallo anche se forse la fine è un pò frettolosa. Mi piace il modo di scrivere della Moscardelli anche se a volte è un pò paradossale.

  • User Icon

    Antonella'66

    20/09/2019 07:57:53

    Troooppo divertente! La protagonista potrebbe essere tranquillamente una di noi, con i suoi dubbi esistenziali irrisolti e una vita da ridefinire. I personaggi del libro sono altrettanto squinternati e danno vita ad una lettura leggera e godibile, se volete trascorrere qualche ora spensierata.

  • User Icon

    giulia

    19/09/2019 16:31:14

    libro che mi è piaicuto molto nonostante, ironia e misteri e anche una buone dose di sfiga

  • User Icon

    Maury

    11/07/2019 18:41:46

    Mi sono follemente innamorata di Teresa! In questo libro ci sono tutti gli ingredienti del bel romanzo: lettura brillante, divertente e condita di mistero e suspance. Consigliato vivamente!

  • User Icon

    Chibivale

    12/03/2019 12:43:29

    Anche se ho preferito altri libri di questa autrice, in questo romanzo c'è tutto quello che mi aspetto di trovare in una buona lettura: ironia, amore e un pizzico di mistero. Consigliato!

  • User Icon

    musina26

    11/03/2019 17:58:01

    Molto carino... aspetto il seguito! E faccio il tifo per il sexy poliziotto Leonardo Serra!

  • User Icon

    teresa

    06/03/2019 15:35:01

    romanzo leggero e frizzante, una commedia, un giallo di comicità. Lettura pungente, irriverente, spassosa che diverte dall'inizio alla fine. Mi sono innamorata subito di Teresa, donna sottovalutata dagli altri ma anche e soprattutto da se stessa; una donna con troppe insicurezze che tenta di nasconderle sotto una eccentrica ingenuità. Teresa è un personaggio ben costruito e caratterizzato, un personaggio fuori dal coro e gli altri che la circondano sono delle macchiette. Da leggere

  • User Icon

    Daniella

    22/02/2019 14:28:37

    Una piacevolissima scoperta!!!!! La profiler Papavero ci porta in un paese sperduto, popolato da simpatici personaggi, dal sindaco, alla estetista.... il tutto in una trama noir con spunti divertenti. Spero ci sia un seguito

  • User Icon

    Roberta

    19/02/2019 09:44:04

    Gradevolissima lettura. Teresa mi fa ricordare molto Bridget Jones. Per non parlare dei personaggi che popolano questo racconto, tutti molto originali e divertenti. Dal finale mi pare di capire che ci sara' un seguito? Speriamo di si.

  • User Icon

    Clara

    08/11/2018 11:29:09

    Libro veramente carino e simpatico, della protagonista non puoi non innamorarti: troppo divertente. Unico lato negativo il finale un pò "brusco", ma spero sia dovuto al fatto che ci sarà il proseguimento delle avventure di Teresa. Assolutamente da leggere!!!

  • User Icon

    Laura

    22/10/2018 08:35:36

    Chiara Moscardelli ha, a mio giudizio, ampiamente dimostrato di saper unire umorismo e trama gialla, costruendo personaggi sopra le righe, una su tutte la Chiara di ”La vita non è un film”, che trovandosi a vivere situazioni ai limiti dell’assurdo, scoprono capacità e risorse che gli permettono però di cavarsela alla grande. Qui abbiamo Teresa, una donna, che, nonostante le grandi potenzialità - ha una laurea in psicologia, master in criminologia, una capacità mnemonica fuori dall’ordinario - è bloccata in una sorta di limbo, a causa delle sue insicurezze, del continuo giudizio al ribasso del padre, importante psichiatra, dell’abbandono della madre quando era solo una bambina. Coinvolta suo malgrado in una morte sospetta, si butterà a capofitto nella ricerca della soluzione. In un paese, con un nome che pare inventato e una serie di comparse e coprotagonisti estremamente caratterizzati, ha una trama un po’ sconclusionata, tra flash back e non detti, con un finale aperto. Sicuramente ritroveremo Teresa e capiremo meglio che cosa ha condizionato così a fondo al sua vita. Romanzo carino anche se non raggiunge il ritmo di ”La vita non è un film”. Al prossimo…

  • User Icon

    Antonella

    23/09/2018 20:48:47

    Teresa Papavero, figlia di un noto e stimatissimo criminologo, dopo aver fallito in amore e professionalmente (finisce a lavorare in un sexy shop dopo la laurea in psicologia e il master in criminologia) decide di tornare nel suo paesino, i cui abitanti riflettono tutta la bizzarria del nome, Strangolagalli. Teresa cerca solo un po' di pace e apre un B&B con la sua amica d'infanzia. Una sera si reca ad un appuntamento al buio con un uomo conosciuto tramite social network e mentre lei è chiusa in bagno, lui precipita dal terrazzo e muore. L'evento poterà Teresa a conoscere uno spavaldo poliziotto che indagherà sul caso. Inoltre a causa della scomparsa di un'ospite dal suo B&B rincontra la sua vecchia fiamma dei tempi universitario, diventato nel frattempo conduttore di un programma televisivo tipo "Chi l'ha visto". Altro che la pace tanto sperata! Romanzo ironico e divertente, lo definirei un giallo a tinte accese e coloratissime.

  • User Icon

    sara

    22/09/2018 16:41:26

    Onestamente, da questo romanzo mi aspettavo di più. Una delle cose che maggiormente hanno rallentato un po' la mia lettura, è stata la tendenza dell'autrice ad approfondire troppo alcuni ricordi di Teresa e degli altri personaggi. Questo, a mio avviso, ha reso la lettura pesante al punto da farmi dimenticare ciò che succedeva all'interno della storia vera e propria. Molte volte sono stata costretta a riprendere l'inizio del capitolo per ricordare a che punto della vicenda ero arrivata! Questa per me è una nota negativa perché, spesso ho detto che sono avida di dettagli, che voglio sempre avere qualche cosa in più sui personaggi, ma questa volta mi trovo costretta ad ammettere che ne avrei fatto volentieri a meno. Un'altra cosa che non mi ha particolarmente entusiasmato è stata la rapidità con cui alcune relazioni sono state sviluppate e poi abbandonate. D'altra parte però, devo dire che lo stile dell'autrice così ironico e frizzante ha un po' rimesso in carreggiata tutto il romanzo. E' un vero peccato però, perché credo che la Moscardelli abbia un grande talento, uno stile leggero che avrebbe potuto sviluppare un romanzo molto più intrigante e divertente.

Vedi tutte le 30 recensioni cliente
  • Chiara Moscardelli Cover

    Chiara Moscardelli, nata a Roma, lavora a Milano come addetta stampa. Volevo essere una gatta morta, suo romanzo d’esor­dio, ha avuto un grande successo di pubblico e di critica, di­ventando in breve un libro di culto. Tra gli altri suoi romanzi ricordiamoLa vita non è un film (ma a volte ci somiglia) (Einaudi, 2013), Quando meno te lo aspetti (Giunti Editore, 2015), Volevo solo andare a letto presto (Giunti Editore, 2016), Teresa Papavero e la maledizione di Strangolagalli (Giunti Editore, 2016) e Volevo essere una vedova (Einaudi, 2019). Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali