copertina

Terrorismo occidentale. Da Hiroshima ai droni

Noam Chomsky,Andre Vltchek

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Valentina Nicolì
Collana: Saggi
Anno edizione: 2020
In commercio dal: marzo 2020
Pagine: 240 p., Brossura
  • EAN: 9788833313788

€ 15,20

In uscita da: marzo 2020

Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

In un dialogo appassionato, Noam Chomsky e Andre Vltchek, osservatori acuti e partecipi di ciò che accade in ogni angolo del globo, affrontano senza pregiudizi i peggiori crimini compiuti dall'Occidente dal secondo dopoguerra a oggi. Muovendosi nelle diverse aree geopolitiche, dall'Europa orientale al Sudest asiatico all'Africa al Medio Oriente al Sudamerica, il grande studioso e il giornalista d'inchiesta svelano gli interessi dell'imperialismo che sempre si celano dietro a guerre, massacri, miseria. Ma se entrambi hanno dedicato la vita alla lotta, scontrandosi continuamente con la censura dei paesi "liberi", è perché sanno anche cogliere, nello scenario desolante del mondo governato dall'Occidente, motivi di rinnovamento e di speranza in un mondo finalmente libero dal terrore e dalle sue cause.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 2
5
2
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Damiano

    23/09/2019 10:56:22

    Ripasso/riflessione sul "perchè (le civiltà orientali) ci odiano". Il libro è una breve opera controcorrente che riassume in forma di dialogo molte delle azioni spesso tecnicamente terroriste che l'Occidente, nel silenzio di intellettuali e mezzi di comunicazione, ha operato nel corso del vecchio e del nuovo secolo, per controllare zone d'influenza e fagocitare risorse di Stati dei cosiddetti secondo e terzo mondo. Una delle spiegazioni per le quali sono nate forme di resistenza così estreme all'imperialismo di una carta parte del mondo occidentale.

  • User Icon

    hochiminh

    28/08/2019 08:05:11

    Noam Chomsky è sempre una garanzia. Prescindendo dalla forma del libro, che è una sorta di intervista agli autori, il contenuto è estremamente interessante e fornisce una lettura della storia recente diametralmente opposta rispetto a quanto ci viene propinato quotidianamente dalla narrazione politica mainstream. Da leggere per capire ed orientarsi.

  • Noam Chomsky Cover

    Linguista, scienziato, filosofo e teorico della comunicazione statunitense. È riconosciuto come il fondadore della grammatica generativo-trasformazionale. Chomsky, in polemica con gli assunti dell’empirismo e del comportamentismo, si è richiamato al programma razionalistico di una grammatica universale, e ha posto l’accento sul problema della «competenza» linguistica, cioè del meccanismo che ci permette di produrre e di riconoscere nuove frasi corrette in una lingua. Ha influenzato anche gli studi di psicologia, logica e matematica.Chomsky ha affiancato gli studi linguistici a un forte impegno sociale, ponendosi come uno dei più rappresentativi intellettuali, pensatori e attivisti della sinistra radicale americana.Le principali pubblicazioni... Approfondisci
Note legali