Tharaud suona Rachmaninov

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Plg
  • EAN: 0190295954697

€ 18,63

Venduto e spedito da Zoomici

spedizione gratuita

Quantità:
CD

Altri venditori

  • 20,90 € spedizione gratuita

    Venduto e spedito da

    IBS

Mostra tutti (2 offerte da 18,63 €)

Autentica star del pianoforte in Francia, Alexandre Tharaud si cimenta questa volta con il celeberrimo concerto ‘Rach 2’ in una performance “mozzafiato” con la Royal Liverpool Philharmonic Orchestra e il direttore russo Alexander Vedernikov. Il programma è completato da altre composizioni di Rachmaninov per pianoforte a sei mani (nelle quali Alexandre è affiancato da Alexander Melnikov e Aleksandar Madžar) e dalla ciliegina sulla torta rappresentata da Vocalise, nella versione originale per voce e pianoforte, con la sublime interpretazione del soprano francese Sabine Devieilhe.

Musicisti:
Alexandre Tharaud – piano (all tracks)
Royal Liverpool Philharmonic Orchestra (tracks 1-3)
Alexander Vedernikov – conductor (tracks 1-3)
Sabine Devieilhe – soprano (track 9)
Aleksandar Madžar – piano (tracks 10-11)
Alexander Melnikov – piano (tracks 10-11)

Disco 1
1
Moderato (Piano Concerto No.2 in C minor Op. 18 - 1901)
2
Adagio sostenuto (Piano Concerto No.2 in C minor Op. 18 - 1901)
3
Allegro scherzando (Piano Concerto No.2 in C minor Op. 18 - 1901)
4
Élégie en Mi bémol mineur (Morceaux de fantaisie Op.3 - 1892)
5
Prélude en Do dièse mineur (Morceaux de fantaisie Op.3 - 1892)
6
Mélodie en Mi majeur (Morceaux de fantaisie Op.3 - 1892)
7
Polichinelle (Morceaux de fantaisie Op.3 - 1892)
8
Sérénade (Morceaux de fantaisie Op.3 - 1892)
9
Vocalise Op. 34 No.14 (1915)
10
Romance in A Major / Andante sostenuto (Two Pieces for Piano, 6 Hands (1890–91) (Morceaux de fantaisie Op.3 - 1892)
11
Valse in A Major / Tempo di Valse. Allegro Two Pieces for Piano, 6 Hands (1890–91) (Morceaux de fantaisie Op.3 - 1892)
  • Sergej Vasilevich Rachmaninov Cover

    Compositore, pianista e direttore d'orchestra russo naturalizzato statunitense. Studiò a Pietroburgo e a Mosca con Taneev e Arenskij.?Dal 1893 intraprese come pianista brillanti tournées in patria e all'estero; nel 1904-06 diresse il teatro Bolscioi e nel 1911-13 la Filarmonica di Mosca. Allo scoppio della rivoluzione si stabilì negli usa, continuando la sua trionfale carriera concertistica.?Come compositore si allineò sulle posizioni occidentaliste di Cajkovskij e dell'ambiente moscovita, rivelando già nei primi lavori la sua spiccata propensione per un eclettismo stilistico cosmopolitico.?Un linguaggio armonico personale e un'accesa densità espressiva di stampo postromantico, unita all'avvincente gesto melodico, costituiscono i pregi delle sue composizioni... Approfondisci
Note legali