Portogallo. The passenger. Per esploratori del mondo - Edoardo Massa - ebook

Portogallo. The passenger. Per esploratori del mondo

Scrivi una recensione
Editore: Iperborea
Formato: EPUB
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 14,04 MB
Pagine della versione a stampa: 192 p.
  • EAN: 9788870917017
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 9,99

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

EBOOK
Aggiungi al carrello
Fai un regalo

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

«Qui un tempo era tutto impero.» Per decenni il Portogallo è rimasto prigioniero di una visione di sé senza riscontro nella realtà. Il grande impero, il decimo nella storia per estensione, non ha lasciato che ferite aperte e retornados incattiviti ed emarginati. L'avamposto sull'Atlantico, con i suoi magnifici e malinconici tramonti, non era più la speranza di grandi scoperte ma la condanna alla saudade, la certezza di una vita alla periferia del mondo. Il salazarismo, una dittatura chiusa, ottusa e bigotta prima ancora che violenta, aveva lasciato un popolo a digiuno non tanto di cibo, ma di tutto il resto: società civile, rivoluzione sessuale e dei costumi, cultura, modernità, economia dei servizi e apertura alla globalizzazione. Sarà per questo che oggi l'espressione «miracolo portoghese» non suona come una forzatura. Da qualche anno il paese ha spiccato il volo: la crisi finanziaria del 2008 è ormai un ricordo, l'economia si diversifica, il turismo esplode, il mercato immobiliare prospera e risplende anche la cultura, con un'elettricità che pervade le arti, come le lettere e la musica. Un popolo che sta finalmente rielaborando i traumi di una guerra coloniale ignobile e trascinata troppo in là, e che oggi è più orgoglioso della sua lingua che dei suoi confini. Che nella contaminazione fra tradizione e immigrazione e nel triangolo Europa, Africa e Sud America ha trovato una voce nuova, unica. Certo, gli equilibri politico-economici sono delicati e non tutto luccica come le acque del Tago viste dalla swinging Lisbona. È tutt'altro che colmata la distanza dalle strade deserte dell'interno, con i boschi che le costeggiano decimati dagli incendi, e dai villaggi svuotati da flussi migratori mai interrotti, mentre nella società resistono sacche di razzismo e discriminazione. Ma se oggi le caravelle dovessero salpare, le armi a bordo non sarebbero i cannoni dell'uomo bianco, ma i potenti sound system di una gioventù meticcia che balla tutta la notte con la consapevolezza di voler essere qui, ora. "The passenger" è una raccolta di inchieste, reportage letterari e saggi narrativi che formano il ritratto della vita contemporanea di un paese e dei suoi abitanti. Cultura, economia, politica, costume e curiosità visti attraverso la testimonianza di scrittori, giornalisti ed esperti locali e internazionali. Tante storie e diverse voci che compongono un racconto sfaccettato ed eclettico, per scoprire, capire, approfondire, lasciarsi ispirare.
4
di 5
Totale 1
5
0
4
1
3
0
2
0
1
0
  • User Icon

    Q3ttola

    28/03/2019 08:40:10

    Il Portogallo è - comunque vada - il paese che non ti aspetti. Dopo la paventata - e fortunatamente rientrata - crisi di qualche anno fa, l'estrema propaggine occidentale d'Europa ha ripreso pian pianino il posto che gli spetta nell'immaginario (invero piuttosto a corto di alternative, ultimamente) delle destinazioni da scoprire. E così, oggi, l'aura di cui è circonfusa questa terra scabra, luminosa e bellissima fa sfoggio di sé anche quando una popstar come Madonna annuncia che lei se ne va perché "il Portogallo è un paese ingrato". Beh, si capisce: se vuoi girare il video del tuo ultimo singolo facendo pascolare cavalli nelle sale di un castello in stile manuelino, forse il posto giusto per la tua hybris senile è Las Vegas, e non Sintra. Una ragione in più per amare il Portogallo, che in questo numero di "The passenger" viene raccontato molto bene, con varietà di toni e di temi. Un bel portolano, da portare con sé mentre ci si appresta a scoprire Oporto, o si va a brucare un po' d'erba in Alentejo.

Note legali