Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Tornare a galla - Fausta Libardi,Margaret Atwood - ebook

Tornare a galla

Margaret Atwood

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Fausta Libardi
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 469,58 KB
Pagine della versione a stampa: 240 p.
  • EAN: 9788833315065
Salvato in 7 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

spinner

Scaricabile subito

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

«Uno dei romanzi più importanti del XX secolo». NY Times

Allarmata per l'improvvisa scomparsa del padre, una giovane donna torna nel luogo in cui ha trascorso l'infanzia: una piccola abitazione su un’isola deserta, al centro di un lago nel Québec. La porta non è chiusa a chiave, la casa è vuota, su uno scaffale ci sono fogli con disegni incomprensibili, ma del padre non c'è traccia. I tre amici che accompagnano la ragazza vivono questa gita come un’avventura, mentre per lei tornare nei luoghi dell'infanzia assume i contorni di un dolente pellegrinaggio interiore che coinvolge la sua identità di donna, il suo ruolo in un mondo che non è più in contatto con la natura e in cui gli uomini hanno perso di vista sé stessi. Inondata dai ricordi, la ragazza si rende conto che tornare a casa significa entrare in un altro luogo ma anche in un altro tempo, ed è costretta a confrontarsi con gli spettri del suo passato. Inquietante e poetico, costruito su una prosa limpida e affilata, il romanzo srotola il filo della narrazione nel labirinto oscuro e simbolico dell’intimità. Ma sa anche portare chiarezza sui temi della contemporaneità: il rapporto dell'uomo con la natura, il matrimonio, le famiglie, le donne frammentate e come potrebbero tornare a essere integre.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,43
di 5
Totale 3
5
1
4
1
3
0
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    stefano

    28/12/2020 11:51:04

    Per tornare a galla bisogna prima essere immersi, affondare. E' questo che accade nella lettura di questo romanzo introspettivo e torbido. Si ha come la sensazione di affogare nel lago, la palude nei pressi della quale si svolge la vicenda. La trama appare confusa, inconcludente eppure tutto questo si rivela assolutamente voluto, allorquando il sipario dell'autoinganno e del dolore soffocato cala, lasciando la protagonista nuda di fronte al proprio passato, alla propria responsabilita'. In tutto cio' emerge con potenza evocativa la ferocia delle persone che non riescono a emanciparsi dalla prevaricazione soprattutto nei confronti delle donne. Ma il nucleo del romanzo e' il dolore e la necessita' gurdarlo in modo diretto, dargli il giusto nome e mettersi a nudo, per esorcizzarlo e poter infine riemergere dall'abisso che ci autoinfliggiamo. Un libro da leggere che non piacera' a molti come a pochi piace guardarsi allo specchio e scoprirsi orribili o provare la colpa e la responsabilita' non per il male fatto ma per tutto cio' che non si e' voluto fare.

  • User Icon

    Carol

    06/08/2020 15:55:22

    Ho apprezzato altri libri della Atwood, ma questo non mi è piaciuto. L’unico pregio a mio avviso è che affronta temi cruciali con molto anticipo sui tempi, come la difesa dell’ambiente, il senso di estraniamento del vivere in città, la perdita del contatto con la natura, l’affermazione femminile e la prevaricazione maschile. Per il resto ho trovato i personaggi odiosi e insopportabili, il racconto noioso e l’ultima parte del libro un’accozzaglia di pensieri deliranti.

  • User Icon

    consuelo

    16/07/2020 05:32:21

    Scritto nel 1972, “Tornare a galla” si ripresenta in libreria con una nuova grafica e con un nuovo editore, Ponte alla Grazie; la traduzione invece è curata da Fausta Libardi. Protagonista del romanzo è una giovane donna, una pittrice che, per sbarcare il lunario, lavora come illustratrice pubblicitaria. La donna, allertata dal vicino di casa, si reca nella casa della sua infanzia; il padre infatti è scomparso improvvisamente e si sono perse le sue tracce da giorni. La donna, accompagnata da Joe, Anna e David, torna nella casa in mezzo ad un lago nel Québec, una casa isolata dal mondo e dalla civiltà. Tornare in quella dimora non è semplice, la protagonista deve fare i conti con i demoni del passato e con la misteriosa assenza del padre. Gli amici invece vivono tutto ciò con spirito di avventura; non c’è la corrente elettrica né un bagno attrezzato, eppure assaporano l’esperienza con gioia e curiosità. I ricordi del passato sono vividi e allo stesso tempo confusi nella mente della donna, ella si fonde lentamente con la natura, percorrendo così un viaggio interiore. La ricerca del padre funge da pretesto per narrare la vita e gli avvenimenti presenti e passati della protagonista, la storia, narrata in prima persona, permette al lettore di percepire al meglio le emozioni e le sensazioni tra le righe. La natura selvaggia e incontaminata predomina la narrazione e avvolge la protagonista in una spirale pericolosa. Con una prosa avvincente e tagliente, l’autrice narra temi sempre attuali: il matrimonio, l’ambiente e la sua importanza, il concetto di emancipazione femminile e il relativo sdoganamento del ruolo della donna nella società.

  • Margaret Atwood Cover

    Margaret Atwood è una delle voci più note della narrativa e della poesia canadese. Laureata a Harvard, ha esordito a diciannove anni. Scrittrice estremamente prolifica, ha pubblicato oltre venticinque libri tra romanzi, racconti, raccolte di poesia, libri per bambini e saggi. Ha scritto, inoltre, sceneggiature per la radio e la televisione canadese. Esordì nel 1961 con la raccolta di versi Double Persephone, alla quale seguì, nel 1964, Il gioco del cerchio. Si tratta di opere nelle quali viene affrontato il tema dell'identità culturale canadese, che sarà il filo conduttore anche delle raccolte poetiche successive; tra queste si ricordano Procedure per il sotterraneo (1970), Storie vere (1981), Interlunare (1984). La condizione della donna è... Approfondisci
Note legali
Chiudi