Categorie

La torre nera. La torre nera. Vol. 7

Stephen King

Traduttore: T. Dobner
Collana: Pickwick Big
Anno edizione: 2017
Formato: Tascabile
Pagine: 790 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788868363734

63° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Horror e narrativa gotica - Narrativa horror

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 13,60

€ 16,00

Risparmi € 2,40 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Matteo

    29/09/2014 16.53.32

    Per la prima volta da quando leggo Stephen King sono rimasto soddisfatto del finale. La prolissità degli ultimi 2 libri mi aveva fatto pensare che la saga si sarebbe trascinata in una conclusione lenta e prevedibile, e invece l'idea della maledizione di Roland, dell'eterno ripetersi del cerchio del ka, è grandiosa...finale di cui lo stesso King è intimorito, tanto da inseire una piccola postfazione prima delle ultime pagine del romanzo. Finale azzeccato, dunque, ma ero indeciso se dare o meno il pieno voto: davvero troppo frettoloso l'ultimo tratto, dall'incontro con Dandelo fino all'arrivo alla Torre (Re Rosso personaggio assolutamente ridicolo), per non parlare delle morti a dir poco miserabili di Mordred e Randall Flagg, personaggi eccezionali che King dipinge in maniera sublime (addirittura il secondo presente in più opere dello scrittore in diverse forme diaboliche, e che io ho sempre adorato), e sembra affidare loro un ruolo centrale nella storia...fatti sparire nel giro di due pagine. Comunque, il 5/5 va a tutta la saga, davvero fantastica, toccante, avvincente, a tratti geniale, forse in alcuni punti poco chiara e in altri un po' lenta, ma ragazzi, sono più di 4000 pagine, è perfettamente comprensibile. Noi diciamo grazie, sai King.

  • User Icon

    Sara

    16/11/2011 15.12.54

    King non va compreso, va assaporato! La Torre Nera è il suo capolavoro (supera persino l'Ombra dello scorpione, che è di gran lunga il suo libro più geniale). Io dico che il finale è azzeccatissimo. Arriverà Roland alla redenzione? chi lo sa. Ma a me piace crederlo, e non voglio che lo scrittore ci dica come finirà la sua infinita ricerca, toglierebbe tutta la magia che c'è nella saga. Ho amato ogni singolo personaggio. Roland me lo sono sempre immaginata come Clint Eastwood di Il buono il brutto e il cattivo... alla fine, non è un tantino western? :) L'ambientazione epica della saga è fantastica e resa perfettamente, soprattutto nei primi tre libri. L'idea di un futuro post guerra nucleare è molto realistico, mi pare che gli Antichi siano i nostri discendenti, no? E anche l'intuizione di infiniti mondi che girano intorno allo stesso asse, la Torre Nera, è suggestiva. Insomma... 10!! Bravo King! solo.... non fateci i film, vi prego!!!! i film sono la morte dei libri da cui sono tratti!! non rovinate tutto vi prego!!!

  • User Icon

    Alchimia

    16/06/2009 23.19.53

    Io amo questa saga, non a caso ho creato un forum su di lei. Mai letto un fantasy così "reale",ma come sempre King riesce ad emozionare. Personaggi validissimi, dai protagonisti alle comparse. Trama... bhè, la trama è la migliore mai costruita, sicuramente. Tutto si racchiude in essa e niente può essere lasciato al caso. King è stato un vero maestro. Il finale.. bhè, quello è stato esaltante, ma l'intera saga da il valore alle ultime righe. Senza le emozioni passate non avremmo potuto avremmo quelle finali...

  • User Icon

    bert

    25/05/2009 18.09.08

    Libro che chiude la saga della Torre Nera. Nella sua magnus opum King è particolarmente ispirato e il libro non risente molto del "periodo nero" del Re, grazie anche al recupero, almeno in parte, dell'atmosfera da Medio-Mondo sbiadita nei due precedenti volumi. Chi si è affezionato ai personaggi, per me i migliori creati da King, non potrà non versare qualche lacrima di fronte all'alta densità di lutti. Il finale è probabilmente il migliore mai creato dallo scrittore, tristissimo ma pieno di speranza, e anche il resto del libro si beve, come nella migliore tradizione del Re. Tuttavia non posso dare il voto più alto, perchè la fine assurda di Randall Flagg e la confusione fatta sul miglior cattivo di King ( prima sembra una persona diversa da Walter, poi diventano la stessa persona e alla fine non si capisce se sia anche John Farson e persino Maerlyn, il mago delle sfere) proprio non mi va giù. Tuttavia posso dire tranquillamente che è un ottimo epilogo per la monumentale saga ed è sicuramente il migliore in quella che potremmo definire la seconda trilogia della Torre (libri V, VI, e VII). Originale l'entrata in scena di King stesso, anche se a volte esagera con le autocitazioni.

  • User Icon

    W Oy

    22/02/2009 22.15.38

    La migliore saga che abbia letto, qualcosa che ti rimane veramente nel cuore. Quest'ultimo libro poi, nonostante sia pieno di difetti, è forse il libro più emozionante e commovente anche a causa di alcuni punti davvero strazianti. Certo, alcune scelte lasciano il lettore un pò deluso ( non tanto la morte di Mordred, che in fondo è un bambino infelice, ma dal Re Rosso e soprattutto da Walter ci si aspettava di più) ma esse sono più che controbilanciate da sprazzi di rara genialità e dal ritorno, almeno in parte, dell'epica atmosfera dei primi volumi. Sul finale posso solo dire che è perfetto, l'unico possibile. Grandioso.

  • User Icon

    hpr7

    23/12/2007 13.59.47

    Finalmente mi sono deciso di pubblicare un piccolo commento sulla saga della Torre Nera. Ricordo che non contiene spoiler,quindi state tranquilli! “L’uomo in nero fuggi nel deserto e il pistolero lo segui”con questa frase Stephen King ha iniziato la sua più grande opera La Torre Nera. La saga racconta di un mondo che è andato avanti e delle imprese di un pistolero di nome Roland che va alla ricerca di una fantomatica Torre Nera. Questa saga ha qualcosa di speciale.... non so come descriverla..... diciamo che è un fantasy ma diverso da tutti gli altri che si posso trovare nelle librerie. La cosa veramente bella di King in questa settilogia è che ti porta in centinaia di mondi.Ancora a distanza di giorni sento la mancanza dei personaggi della Torre che hanno popolato il mio inconscio e immaginazione per 7 mesi.... sicuramente fra qualche anno mi getterò alla rilettura di questi libri da cui ho avuto difficoltà a distaccarmene.......ricordo quando ancora dovevo finirla e dicevo a me stesso:Non voglio finirla! è troppo bella!.....giustamente non vedevo l'ora di sapere come andava a finire.... ma ho cercato di gustarmela parola per parola.Alcuni Lettori in tutto il mondo sono rimasti delusi dal finale (anche se è logico)....che poi è fantastico e originalissimo.Altri si sono lamentati della morte di alcuni personaggi importanti che hanno avuto una morte stupida(secondo loro) ma non dimentichiamoci che non sempre il modo in cui si muore è degno della vita passata anche se uno è il più potente al mondo può morire con una semplice malattia o con un colpo di pistola, in nessun posto è scritto che debba morire salvando il mondo o sacrificandosi per qualcuno o commettendo qualcosa di eroico. Questa è la saga che mi ha cambiato la vita,secondo me è molto più bella di Harry Potter e del Signore degli anelli,perché come ho detto prima ha qualcosa di speciale che ti penetra nelle ossa e non si scolla più.Con questo un ultima parola: Grazie-sai Stephen King,lunghi giorni e piacevoli notti. hpr7

  • User Icon

    nicole benedetti

    05/12/2006 15.29.55

    SONO 15 ANNI CHE LEGGO S.K.E SOLO QUEST'ANNO HO AVUTO IL "CORAGGIO" E LA CURIOSITà DI AFFRONTARE LA TORRE NERA.RITENGO DI ESSERE FORTUNATA AD AVER AVUTO LA POSSIBILITà DI DIVORARE LETTERALMENTE I 7 VOLUMI IN POCHI MESI...QUANDO I MILIONI DI FANS CHE MI HANNO PRECEDUTO HANNO ASPETTATO ANNI.OGGI HO FINITO IL SETTIMO VOL.E MI SENTO UN Pò "ORFANA"PERCHè ROLAND E IL SUO KA-TET HANNO PROSEGUITO LA STRADA SENZA DI ME.CHE DIRE?RAPITA,INCANTATA DA OGNI VOLUME CHE SINGOLARMENTE PRESO HA UNA SUA BELLEZZA.IN OGNUNO C'è QUALCOSA E MAI MI HA DELUSO.OVVIAMENTE LA MORTE LI PERMEA,MA ANCHE LA SPERANZA DI UN MONDO MIGLIORE E LA FORTUNA DI GODERE DI UNA FANTASIA COSì SCONFINATA COME QUELLA DI KING,DELLA SUA INTERNA POESIA,DEL SUO MODO DI REGALARCI UN MONDO ATTRAVERSO IL QUALE TUTTI SOGNAMO E CI IMMEDESIMIAMO.SE POTESSI LO RINGRAZIEREI DI PERSONA PER AVERCI REGALATO QUESTO VIAGGIO.IL FINALE ME LO ASPETTAVO QUASI COSì E NO,NON MI HA DELUSO,è STATA LA CONCLUSIONE MIGLIORE.PERCHè DARGLI UN CONTORNO,UN LIMITE?LA RICERCA DI ROLAND FORSE è INFINITA E LA FANTASIA ANCHE.CI AVREBBE FATTO MEGLIO UNO DIVERSO?NON CREDO.E POI CHE BELLO RIPENSARE A TUTTI I LIBRI CHE SI COLLEGANO ALLA TORRE NERA E RIPERCORRERLI,RISCOPRIRLI E SAPERE CHE IN OGNUNO LA RITROVIAMO,INTATTA NEL TEMPO.CIAO.NICOLE

  • User Icon

    geo

    31/10/2006 15.57.08

    Ho dato 2 come voto ma in realtà non saprei quale sia quello giusto. Per questo 7imo capitolo forse due è addirittura troppo: stupende le ultime 30 pagine, da quando Roland si avvicina alla Torre declamando i nomi di tutti coloro che l'hanno accompagnato ed aiutato. Altalenanti le pagine precedenti: attendevo con ansia di ritrovare i Frangitori e qui diventano semplici comparse. Contavo sull'apparizione di Jack del Talismano e nemmeno una parola. Mordred poi è ridicolo, la sua nascita e crescita occupano tante di quelle pagine (noiose) che uno si aspetta diventi elemento centrale, invece muore nel giro di due righe; insignificante quanto inutile. Walter/Flagg? Mi rifiuto di associare questo personaggio tracciato malissimo con il Supercattivo de "L'ombra dello scorpione". Il Re Rosso? No comment. Insomma, i primi 4 libri della serie sono a dir poco fantastici, specialmente il 3 (l'ambientazione nella città di Lud è indimenticabile!) e il 4 con il passato di Roland, poi....diciamo semplicemente che King è andato avanti! Io, ingenua, spero sempre che esca un impossibile volume 8 che ci spieghi come è finito il mondo di Roland e padre, in cui Stephen King non sia presente (magari...), in cui si riviva la magia fortissima dell'ambientazione vecchio West-futuro radioattivo simil Ken Shiro..Lo dico con il più grande affetto per una storia che poteva essere molto migliore di quello che invece è diventata.

  • User Icon

    alemorosita

    31/08/2006 11.52.01

    Raga non c'è tanto da dire questo libro(anzi tutta la saga)è1capolavoro.Io me ne sono innamorata(x poi non dire di Roland:magari esistesse!)e devo x forza dire ke Stephen King non è il re doll'horror ma è il re degli scrittori!Mi fa piangere sognare divertire riflettere:è mitico!In famiglia tutti mi criticano xkè credono siano skifezze ma io me ne frego xkè in fondo loro non hanno mai letto1suo libro e sapessero ks s xdono!ok ora vi lascio e ricordate ke "Childe Roland alla Torre Nera giunse"!

  • User Icon

    marco

    29/08/2006 16.43.42

    Ho acquistato il primo libro della saga della TORRE NERA nell' ormai lontano 1989 e quando mi sono accorto,sbirciando il finale, che non si concludeva, ma che era solo il primo capitolo di quella che si preannunciava come una lunga saga,lo ho riposto nella mia libreria ripromettendomi di comprare tutti gli altri capitoli ma di cominciare a leggere il tutto solo quando fosse uscito l'ultimo.Ho iniziato la lettura e ho divorato in un baleno i sette volumi. Reputo questa saga il capolavoro assoluto di King perchè essa è cambiata addosso al suo creatore, modificandosi in base agli eventi e alle storie della vita reale. Secondo me un ulteriore colpo di genio è stato quello di fondere la realtà con la fantasia, un King distrutto, sull' orlo dell' alcolismo ed in crisi creativa, viene salvato da Roland ed dal suo KA-teth, probabilmente le sue migliori creazioni dal punto di vista della profondità caratteriale,i suoi personaggi più veri. Niente dico sul finale per non rovinare la sorpresa a chi deciderà di cimentarsi con questa enorme saga,ma posso solo dire che credo sia davvero questo il significato di qualsiasi ricerca ognuno di noi intraprenda nella propria vita....FANTASTICO!!!

  • User Icon

    Chassist

    15/06/2006 19.27.09

    "Tutto è dimenticato nelle sale di pietra dei defunti. Queste sono le sale dei defunti, dove i ragni tessono e i grandi circuiti si ammutoliscono a uno a uno". Ma non è così per la saga della Torre Nera, che ha saputo creare, o meglio svelare, diciamo il vero, infiniti mondi e infinite porte attraverso le quali fuggire e rifugiarsi dalle ombre di un mondo andato avanti. Rivelazione e Redenzione, i setti libri ci hanno portato a confabulare, amare ed odiare (in buona parte anche sai King, rendiamo grazie...)ma soprattutto ci hanno fatto sognare, sperare e cercare la nostra Torre, cardine di tutti i mondi e di tutte le realtà. Come si possono esprimere giudizi? Possiamo solo ascoltare e farci cullare dalle dolci parole della canzone di Susannah, Ves'-Ka Gan. Perchè tutto è una ruota, e se la ruota non è rotta non può far altro che girare. Così vuole il Ka

  • User Icon

    luigi

    31/05/2006 13.00.58

    non si può iniziare una critica semplicemente esordendo con 'è bello' o 'è brutto'. il finale è d'alto livello e vorrei dire a tutti coloro che siano stati delusi da questa conclusione che E' L'UNICO FINALE POSSIBILE'. pensateci bene, è così. immaginatene un altro, o almeno provateci. no, è impossibile concludere l'epos e il mito di questa saga con una semplice morte, ma è proprio il ritorno ciclico che rendono immortale quest'opera, ripetendola all'infinito. è l'unico modo per scolpire nell'eterno questa storia, non affidandosi alla fragilità della memoria.

  • User Icon

    Ennio

    26/05/2006 22.10.34

    Ma basta! Ma perche' c'e' sempre qualcuno che critica? E' chiaro che 100 lettori avrebbero voluto 100 finali diversi, e tutti migliori (almeno secondo loro). Questo e' King, non vi piace? Andatevi a leggere dell'altro, la lettura non e' mai tempo perso. E comunque, anche se puo' non piacere e qualcosa di storto ci e' andato di sicuro, tanto di cappello al Re. Ci sta anche che abbia voluto chiudere tutto, collegare tutto, dopo la botta che ha preso la paura di non farcela sara' stata tanta. Comunque la Torre Nera me la ricordero' per tutta la vita, e anche questo vol.7, che non sara' il meglio (anche io sono per il 4, come mi pare la maggioranza) ma e' comunque grande (almeno qua e la').

  • User Icon

    giovanni

    09/05/2006 09.24.04

    La saga della Torre nera? Alti e bassi. Il finale? Decisamente altissimo! e parlo non solo del libro finale, ma anche del vero e proprio finale della storia. Il King tanto contestato da critica e lettori per i suoi finali, a volte superficiali, abbozzati, inverosimili, e via dicendo, proprio nella storia più difficile, nel finale più atteso, tira fuori il coniglio dal cilindro. Con un finale che non è scontato, non è a lieto fine ma non è neanche da "amaro in bocca". Ho trovato davvero originale ed anche perfida, nella sua ironia, l'idea di un "primo finale" (capirà chi l'ha letto), quello "per chi si acconenta del viaggio", seguito da un secondo finale, dedicato a chi "legge per sapere come va a finire". Non svelerò la fine, certo è che il secondo finale, apparentemente "aggiunto" (quasi polemicamente, visto quello che dice l'Autore nelle pagine finali...) solo per accontentare chi una fine la vuole a tutti i costi... Non posso aggiungere altro! Bellissimo!

  • User Icon

    Chris

    23/04/2006 13.06.44

    Ragazzi,ul libro sensazionale!!Non condivido chi ha dato a questo libro il minimo voto,ovvero 1!!Ma dai,ma come si fa?Per carità,i gusti son gusti,e giudizi vanno rispettati,ci mancherebbe,ma da qui a dare 1 ce ne passa.Ci sono molti libri peggio.....Ma vabbè......Libro che ti lascia senza fiato,ti spinge a leggere ancora un capitolo,perchè sai che la torre è lì,pagina dopo pagina sempre più vicina!Libro che mi ha commosso,con la morte di quasi tutto il ka-tet di Roland,sopratutto l'eroismo e il coraggio del piccolo Oy.Libro che mi ha stupito,con un finale perfetto,anche se l'avevo quasi intuito.Suggestive e incredibili le descrizioni dei paesaggi,delle persone,e sopratutto della Torre,del suo interno,di tutte le stanze della vita di Roland.......insomma,un libro che mi ha regalato tante emozioni,come solo King e pochi altri sanno fare.Un genio dalla fulgida fantasia e da una penna che sa trasportarti dovunque essa voglia......Una saga epica,che,ora che è finita,mi mancherà un pò..........ma non è detto che sia finita.......il ka è un cerchio........e Roland è solo all'inizio del suo viaggio.......o forse no......

  • User Icon

    Alain

    21/04/2006 12.09.55

    ho letto questa saga con molto gusto,gli ultimi due libri forse hanno un tono più basso rispetto agli altri e perdono un po' in epicità(si può dire?),ma è giusto così:era giunto il momento di agire velocemente, e poi lo scrittore nn deve scrivere ciò che si aspettano i lettori altrimenti che fine fa la suspance?cmq marten ha avuto la fine che meritava:una morte ingloriosa...la ruota del ka gira

  • User Icon

    Max

    21/04/2006 09.36.35

    E' 10 anni che ho aspettato la fine...ed ora è giunta. Il Ka ha voluto che, con diverse edizioni (le prime in £) il numero delle pagine da me letto fosse 3781...a voi tirare le somme. Sono un fans di SK...e trovo bellissima tutta l'opera, anche se in certi punti si è trascinata stanca, e solo per questo non ha meritato il massimo dei voti.

  • User Icon

    Jack

    03/04/2006 13.44.54

    Ho letto moltissimi libri di ogni genere ma per qualche motivo questa saga mi ha portato nei più mondi, cosa che non mi era successa prima e che purtroppo non mi capita più nemmeno ora. Anche a distanza nel tempo, quando qualcosa mi fa ricordare la torre, la rosa o i nostri amici mi viene la pelle d'oca, sento una vibrazione, qualcosa nell'aria. Mi fa piacere sapere che altri si sentono cosi. J

  • User Icon

    Susannah Dean di New York

    01/04/2006 09.43.41

    Fantastico; a dir poco eccezionale! Mi piace alla grande grande... questa saga è incredibile, mi lascia senza fiato... ad Aprile (adesso praticamente) esce anche il fumetto della Marvel,sono impaziente di rileggere questo capolavoro a fumetti... le aspettative sono immense... Stephen per l'ennesima volta mi ha lasciato senza fiato

  • User Icon

    rhea

    20/03/2006 17.54.50

    ho incominciato a leggere king partendo da questa saga e forse ho sbagliato perchè non ho veramente capito fino in fondo tutte le allusioni e riferimenti agli altri suoi libri e a se stesso.o forse è stato un bene,perchè adesso sarò spinta a leggerli.Comunque,non di certo al pari di tolkien,questa è stata la saga che più mi ha fatto ridere,piangere e anche arrabbiare per la sua fine cosi inaspettata e che ti lascia anche un po di amaro in bocca.ed è stata bella per questo.il ka-tet mi è entrato nel sangue e nei sogni e non se ne andrà per un bel po di tempo.Credo che ricomincerò a leggerla da capo,d'altronde,il ka,è un cerchio che si ripete no?

Vedi tutte le 89 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione