Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Tossici. L'arma segreta del Reich. La droga nella Germania nazista - Norman Ohler - copertina

Tossici. L'arma segreta del Reich. La droga nella Germania nazista

Norman Ohler

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Curatore: Paolo Mieli
Editore: Rizzoli
Collana: Saggi stranieri
Anno edizione: 2016
In commercio dal: 20 ottobre 2016
Pagine: 382 p., ill. , Rilegato
  • EAN: 9788817091220

13° nella classifica Bestseller di IBS Libri Società, politica e comunicazione - Argomenti d'interesse generale - Problemi e processi sociali - Malattia e dipendenza

Salvato in 252 liste dei desideri

€ 20,90

€ 22,00
(-5%)

Punti Premium: 21

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Tossici. L'arma segreta del Reich. La droga nella Germania n...

Norman Ohler

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Tossici. L'arma segreta del Reich. La droga nella Germania nazista

Norman Ohler

€ 22,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Tossici. L'arma segreta del Reich. La droga nella Germania nazista

Norman Ohler

€ 22,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 22,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale


Il racconto inedito di una faccia sconosciuta del Reich: gli effetti della droga sui carnefici nazisti.

«Nazismo "breaking bad". Dopo l'eco suscitata in patria, arriva anche in Italia la "versione tossica" dell'abominio nazionalsocialista.»Marco Cicala, Il Venerdì di Repubblica

«Il nazionalismo fu tossico nel senso proprio del termine. Ha lasciato al mondo un'eredità i cui effetti si fanno sentire ancora oggi: un veleno che non verrà smaltito tanto rapidamente.»

Il 31 ottobre 1937, gli stabilimenti Temmler registrarono all'Ufficio brevetti di Berlino la prima metilanfetamina tedesca, Nome commerciale: Pervitin. La nuova versione dei farmaci "rivitalizzanti" si diffuse in maniera capillare nella società dell'epoca. "L'eccitante esplose come una bomba, dilagò come un virus e iniziò ad andare a ruba, diventando ben presto normale quanto bere una tazza di caffè." Lo prendevano studenti e professionisti per combattere lo stress, centraliniste e infermiere per star sveglie durante il turno di notte, chi svolgeva pesanti lavori fisici per superare la fatica; e lo stesso valeva per i membri del partito e delle SS. Nel 1939, grazie a Otto Ranke, fisiologo della Wehrmacht, il farmaco prende piede in ambito militare. Anche Mussolini il paziente "D" - fu tenuto sotto stretta sorveglianza dai medici nazisti. Testato durante l'invasione della Polonia, viene distribuito ai soldati delle divisioni corazzate di Guderian e Rommel in procinto di attraversare le Ardenne e inventare il Blitzkrieg, quando la velocità dei mezzi e la capacità di resistenza degli uomini diventano un fattore decisivo. Basato sulle ricerche dell'autore negli archivi tedeschi, che conservano anche le carte del medico personale di Hitler, questo libro è il primo tentativo di indagare il legame tra la struttura del regime nazista e l'uso delle droghe per plasmare e rinforzare la società tedesca. Prefazione di Hans Mommsen.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,22
di 5
Totale 9
5
3
4
5
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    edo25.17

    12/05/2020 08:25:41

    Uno studio meticoloso e approfondito getta luce sulle molte ombre che aleggiano nelle menti dei gerarchi nazisti e in quelle dei loro soldati. Un nuovo punto di vista che spiega e districa i molti nodi cruciali riguardanti la Germania della prima metà del secolo scorso. Libro consigliato agli appassionati e ai curiosi.

  • User Icon

    enbar77

    11/05/2020 17:42:39

    Opera estremamente interessante che apre uno scenario fino a poco tempo fa quasi completamente sconosciuto. Diffusa inizialmente sotto forma di praline al cioccolato per "rallegrare" gli operai al fine di ottenere una produzione superiore alle aspettative, divenne letteralmente imprescindibile sul fronte orientale. Del resto, per quanto fosse ben congegnata la macchina della Wehrmacht, solo il contributo di un largo uso di droghe (il famigerato Pervitin), avrebbe permesso una così rapida occupazione di una così ampia area del territorio sovietico. Per non parlare degli effetti su chi, nelle retrovie era comandato a incendiare villaggi e a liquidare la popolazione civile nel minor tempo possibile. Hitler stesso ne era un grande consumatore, oltre agli inquietanti intrugli preparatigli da Theo Morell... Interessantissimo.

  • User Icon

    G.

    30/04/2020 08:35:44

    Un'ottima disamina e investigazione sul ruolo che le droghe, in particolare le anfetamine, hanno svolto all'interno dell'apparato dirigenziale e della società del Terzo Reich, con particolare riferimento all'impiego per fini militari e all'abuso che ne fece lo stesso Fuhrer. L'andamento è piacevolmente narrativo, piano, e non presuppone alcuna conoscenza storiografica specialistica del periodo preso in esame. Merito precipuo del libro è senza dubbio l'approccio pioneristico a un lato oscuro del Germania nazista che finora non era stato sufficientemente indagato. Si deve tuttavia segnalare una fastidiosa tendenza a far discendere spesso atteggiamenti o tendenze psicologiche dei boia nazisti direttamente da questo abuso di narcotici. Qui l'autore si dimostra piuttosto equivoco, non chiaro, e nonostante le continue smentite che ci vorrebbero rassicurare sulla tesi di fondo della responsabilità lucida e diretta dei nazisti, egli non appare pienamente convincente. Come se la droga fosse stata la miccia scatenante, in un meccanismo di causa-effetto, e della tremenda efficienza bellica della Wermacht, e della follia omicida delle classi dirigenti. Un approccio piuttosto semplicistico, a mio vedere. In ogni caso, una lettura, come detto, piacevolissima e istruttiva.

  • User Icon

    Nicola

    29/04/2020 09:52:39

    Libro arrivato puntualmente e che ispira una forte curiosità. Spero di mio gradimento! Grazie!

  • User Icon

    Noadellestelle

    07/03/2019 20:58:51

    Forse farà storcere il naso a qualche storico, ma il libro è ben scritto, col ritmo di un thriller e ben documentato. Per chi vuole capire meglio quegli anni e la personalità del dittatore, i fatti raccontati da Ohler sono di grande interesse. Lo consiglio assolutamente

  • User Icon

    n.d.

    13/03/2018 08:41:43

    interessantissima analisi del nazismo, sotto un punto di vista a me quasi completamente sconosciuto. Consigliato a chi come me ha approfondito il tema con molte letture, questo libro è decisamente qualcosa di nuovo.

  • User Icon

    paulpiazzola

    03/02/2018 09:40:17

    Un saggio divulgativo. L'argomento non è dei più studiati quindi merito all'autore che riesce a sviscerare il complicato rapporto tra la politica proibizionista nazista e il contemporaneo utilizzo di psicoattivi legali nella Società civile e soprattutto in ambito militare. Più conosciuta ma utilmente raccolta ed esplicata la storia dell' industria farmaceutica tedesca e dei suoi successi a cavallo tra Weimar ed il Dopoguerra. Acclarato il taglio divulgativo buono l'apparto bibliografico e di note.

  • User Icon

    Paoluccio

    10/12/2017 19:40:21

    Libro ben scritto; ottimo lavoro di ricerca sul piano storico. Semplicemente sconvolgente la descrizione della società tedesca durante il Terzo Reich, subdolamente sospinta verso il consumo di massa degli psicofarmaci. Altrettanto sconvolgente il lavoro documentaristico che rivela l'abuso di oppioidi da parte del dittatore nazista, grazie alla scoperta e "decifrazione" dei diari del dottor Theo Morell.

  • User Icon

    n.d.

    14/10/2017 08:36:56

    Libro realmente interessante che svela una parte di storia sconvolgente e poco nota, utile a comprendere e conoscere la Germania anche ante nazismo

Vedi tutte le 9 recensioni cliente

Indice

Prefazione all'edizione italiana. Il «paziente D»

Un foglietto illustrativo a mo' di prefazione

Parte prima (1933-1938)
Metanfetamina: la droga del popolo

Parte seconda (1939-1941)
La vittoria dopata: guerra lampo all'anfetamina

Parte terza (1941-1944)
High Hitler: il «paziente A» e il suo medico personale

Parte quarta (1944-1945)
Eccessi finali: sangue e droghe

Ringraziamenti
  • Norman Ohler Cover

    Norman Ohler (Zweibrücken 1970) è studioso e scrittore tedesco. Dopo gli studi di giornalismo, ha scritto articoli per Spiegel, Stern e Geo. Nel 1993 si è trasferito a New York dove ha fondato la Tribes Gallery a Manhatta, ha inziato a scrivere romanzi e ha continuato a lavorare come giornalista. In Italia ha pubblicato Tossici. L'arma segreta del Reich. La droga nella Germania nazista (Rizzoli 2016).   Approfondisci
Note legali