Il traditore (DVD)

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Italia
Anno: 2018
Supporto: DVD

31° nella classifica Bestseller di IBS Film Film - Drammatico

Salvato in 110 liste dei desideri

€ 14,99

Punti Premium: 15

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (9 offerte da 13,90 €)

Nei primi anni '80 è in corso una vera e propria guerra tra i boss della mafia siciliana per il controllo sul traffico della droga. Tommaso Buscetta, conosciuto come il “Boss dei due mondi”, fugge per nascondersi in Brasile e da lontano, assiste impotente all’uccisione di due suoi figli e del fratello a Palermo; ora lui potrebbe essere il prossimo. Arrestato ed estradato in Italia dalla polizia brasiliana, Buscetta prende una decisione che cambierà tutto per la mafia: decide di incontrare il giudice Giovanni Falcone e tradire l'eterno voto fatto a Cosa Nostra.
4,44
di 5
Totale 34
5
22
4
6
3
5
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Ali Raffaele

    14/06/2020 16:38:15

    Anche se non meritava di essere candidato dall'Italia al premio Oscar 2019 come miglior film straniero, dato che è chiaramente meno sorprendente di "Martin Eden" di Pietro Marcello, "Il traditore" si presenta come uno dei migliori film del veterano Bellocchio. Il suo merito è che fa respirare allo spettatore l'atmosfera dell'Italia tra gli anni '80 e '90, non limitandosi all'argomento storico di Buscetta e al primo maxi-processo mafioso, ma allargando l'occhio alla societò italiana di quegli anni.

  • User Icon

    Tommaso

    05/06/2020 20:40:33

    Quasi sicuramente il film italiano più bello del 2018-19

  • User Icon

    peppino

    17/05/2020 18:10:41

    molto bello

  • User Icon

    raffy

    16/05/2020 21:08:36

    molto bello. mi è piaciuto molto

  • User Icon

    SANDO

    16/05/2020 09:46:57

    Notevole prova d'attore di Favino che non per niente ha vinto il David di Donatello per questo ruolo. Come sempre si dimostra un attore completo e ai massimi livelli. Da vedere.

  • User Icon

    Giovanni

    15/05/2020 07:49:07

    Sicuramente uno dei migliori film italiani degli ultimi anni. Un cast sorprendente, su cui spicca Favino, qui nella sua migliore interpretazione di sempre. Da vedere e rivedere.

  • User Icon

    elisabeth

    14/05/2020 08:27:16

    che film!!! emozionante per tutta la durata Favino è bravissimo!! scena realistiche alla perfezione complimenti a tutti

  • User Icon

    raffy

    13/05/2020 21:46:35

    questo è davvero un bel film. Devo ammettere che è al pari delle mie aspettative.

  • User Icon

    Zia Pam

    12/05/2020 18:16:16

    bello, bellissimo! avrei dato 10 stelle, se fosse stato possibile. ricostruzione meticolosa, per chi ha vissuto quegli anni, sembrava di rivedere le scene vere, quelle che trasmettevano i tg dell epoca. interpretazione superlativa.incredibile, magistrale, di Favino; meriterebbe l 'oscar oltre al David di Donatello. Film da vedere sia per chi già c'era in quegli anni, sia per chi non era ancora nato.

  • User Icon

    Mary

    11/05/2020 18:54:28

    Questo film ci fa ricordare che in Italia ci sono ancora attori e registi di tutto rispetto. La storia narra la collaborazione di Tommaso Buscetta con lo Stato Italiano, nel periodo di lotta alla mafia fine anni 80, inizio anni 90, ripercorrendo tutta la vita del pentito e di come, grazie a lui Falcone abbia compreso i meccanismi interni a Cosa Nostra. Altamente consigliato a chiunque sia appassionato del genere o voglia saperne di più.

  • User Icon

    Bastone

    11/05/2020 15:11:23

    Beh, che dire....Non ho parole. Il libro è interessante, ma noioso.

  • User Icon

    Criva

    11/05/2020 14:33:08

    Ottima interpretazione da parte di tutti gli attori. E' una descrizione molto interessante da un punto di vista storico e sociale.

  • User Icon

    FEDERICA D'ALESSIO

    07/05/2020 17:04:04

    Bel film piacevole ed istruttivo al contempo. Grandissima performance di Pierfrancesco Favino nei panni di Buscetta. Un film che regala in un dvd un quadro generale della situazione Italo-brasiliana della storia della mafia da Buscetta fino al maxi processo. Personalmente lo consiglio.

  • User Icon

    Dottor Strange

    28/01/2020 18:16:13

    Ero andato in sala a vedere uno dei film americani piú belli dell'estate 2019 che mi aveva davvero coinvolto, e uscendo mi son detto: «Quando lo rivedrò al cinema un film così!». E invece no! Ed è stato proprio questo film italiano a farmi rimangiare quel pensiero. Il traditore è un film eccezionale, sempre avvincente dal primo all'ultimo minuto. Ti fa calare appieno nella realtà mafiosa fin dalle prime scene ove vi è una grande festa che si celebra allo scopo di creare una pace, o un accordo che dir si voglia, tra due potenti fazioni. Una tremenda serie di successivi omicidi rivelerà che l'accordo non c'è mai stato. Pierfrancesco Favino è un attore superlativo, uno dei migliori che abbiamo in Italia. Magistrale la sua interpretazione. Eccezionali le musiche utilizzate nelle crude scene girate sull'elicottero. Una storia bruciante che è uno spaccato della nostra Italia. Una storia che però ha una pecca molto grave: è una storia vera. Plaudo ai film che pur lasciando un po' nel dubbio se, e dico se, il criminale sia anche un eroe - tuttavia sanno infine lasciare dei giusti messaggi. E qual è in questo caso il giusto messaggio? Questo: il figlio morto e il fucile vicino al letto (o la sedia). Se questo è un eroe, è un eroe che ha avuto un figlio morto a causa della propria carriera da eroe. Ed è un eroe che, anche sbarcato su un altro continente, pur in tarda età deve tenersi il fucile vicino al letto quando va a dormire o accanto alla sedia quando è in terrazza, dovendo temere in ogni momento per la propria incolumità. Meditiamo, prima di aspirare a diventare tal fatta d'eroe. Per questo, un plauso ancora maggiore a questo film che sa anche dare questi sani messaggi su cui riflettere. Episodio divertente: un signore anziano si alza, in sala, nell'intervallo tra il primo e il secondo tempo, ed esclama: «Favino! Un attore così! E non gli date nemmeno un Oscar?». Troppo forte! Bravi comunque anche tutti gli altri attori in questo film assolutamente consigliato!

  • User Icon

    marcello

    27/12/2019 17:43:04

    La storia del primo vero pentito di Mafia. L'attore Favino magistrale.

  • User Icon

    il Dottore

    24/12/2019 11:53:25

    Un bellissimo film sulla mafia.\nServizio perfetto. Abito a Rouen in Normandia (Francia); il dvd è arrivato in due giorni.

  • User Icon

    elj

    08/12/2019 02:45:57

    ottimo film ben girato. racconta la vicenda umana di Tommaso Buscetta, il "pentito" di mafia che rese possibile il maxi processo. intensa l'interpretazione di Favino

  • User Icon

    Margherita Semplici

    26/11/2019 20:40:15

    Favino si conferma un attore straordinario. Il film è uno spaccato di Italia. Da vedere.

  • User Icon

    Francesco

    21/10/2019 18:39:31

    Film sulla storia del primo pentito di mafia. La recitazione di Favino è sublime. Sia la storia che la sceneggiatura sono molto ben fatte. Dal primo all'ultimo minuto il film non cade mai in scene banali. Per gli amanti del genere e non.

  • User Icon

    lisa

    16/10/2019 22:48:34

    Interpretazione splendida di Favino descrive molto bene il ruolo che ha avuto Buscetta da mafioso a collaboratore toccando anche il fenomeno politico

Vedi tutte le 34 recensioni cliente
  • Produzione: 01 Distribution, 2019
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Durata: 145 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1);Portoghese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti; Inglese
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area2
  • Marco Bellocchio Cover

    "Regista italiano. Interrompe gli studi universitari per frequentare il Centro sperimentale di cinematografia di Roma, dove allestisce vari cortometraggi e approfondisce la conoscenza di autori di rilievo come M. Antonioni. Mostra subito di essere interessato a un cinema che riesca a coniugare l’estetica visiva con la comunicazione di ideali, aspirazioni, rabbia, punti di vista personali sul mondo, affidando i suoi messaggi a un linguaggio concepito come momento di intervento culturale e politico. Il mondo di cui parla nel suo primo lungometraggio, I pugni in tasca (1965), presentato alla Mostra di Venezia come produzione indipendente, è quello giovanile in fase di pre-combustione sessantottesca; è la storia di un giovane, vittima di un’educazione oppressiva e di un ambiente asfissiante insopportabilmente... Approfondisci
  • Pierfrancesco Favino Cover

    Attore italiano. Diplomato all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico, si dedica da subito alla professione teatrale lavorando in molti spettacoli di L. Ronconi. Noto a molti per alcune interpretazioni in varie fiction italiane (Amico mio, Padre Pio, Gli insoliti ignoti), approda presto al grande schermo: colleziona una doppia nomination (David, Ciak d’Oro) vestendo i panni del sergente Rizzo in El Alamein (2002) di E. Monteleone. Acquista notorietà tra il grande pubblico con Da zero a dieci (2002) di L. Ligabue, a cui segue una serie di apparizioni in film di discreto successo, quali Passato prossimo (2003) di M.S. Tognazzi, Mariti in affitto (2004) di I. Borrelli, Le chiavi di casa (2004) di G. Amelio, Nessun messaggio in segreteria (2005) di P. Genovese e L. Miniero, Amatemi... Approfondisci
Note legali