Le tre del mattino - Gianrico Carofiglio - copertina

Le tre del mattino

Gianrico Carofiglio

Scrivi una recensione
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2017
Pagine: 176 p., Brossura
  • EAN: 9788806236076
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 14,02

€ 16,50
(-15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Quantità:
LIBRO

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 16,50 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Un padre e un figlio. La storia di un incontro che li cambierà per sempre. Un commovente romanzo di scoperte e formazione.

«E papà suonò da solo. Io non lo avrei confessato nemmeno a me stesso, ma ero orgoglioso e fiero di lui, e avrei voluto dire a chi mi stava vicino che il signore alto, magro, dall'aspetto elegante che era seduto al piano e sembrava molto piú giovane dei suoi cinquantun anni, era mio padre. Quando finí, inseguendo il senso di ciò che aveva suonato in due scale conclusive e malinconiche, scoppiò un applauso pieno di simpatia. E anch'io applaudii e continuai a farlo finché non fui sicuro che mi avesse visto, perché cominciavo a capire che esistono gli equivoci e non volevo che ce ne fossero in quel momento»

Antonio è un liceale solitario e risentito, suo padre un matematico dal passato brillante; i rapporti fra i due non sono mai stati facili. Un pomeriggio di giugno dei primi anni Ottanta atterrano a Marsiglia, dove una serie di circostanze inattese li costringerà a trascorrere insieme due giorni e due notti senza sonno. È cosí che il ragazzo e l'uomo si conoscono davvero, per la prima volta; si specchiano l'uno nell'altro e si misurano con la figura della madre ed ex moglie, donna bellissima ed elusiva. La loro sarà una corsa turbinosa, a tratti allucinata a tratti allegra, fra quartieri malfamati, spettacolari paesaggi di mare, luoghi nascosti e popolati da creature notturne. Un viaggio avventuroso e struggente sull'orizzonte della vita. Con una lingua netta, di precisione geometrica eppure capace di cogliere le sfumature piú delicate, Gianrico Carofiglio costruisce un indimenticabile racconto sulle illusioni e sul rimpianto, sul passare del tempo, dell'amore, del talento.
3,96
di 5
Totale 71
5
25
4
27
3
12
2
5
1
2
  • User Icon

    jenny

    11/03/2019 17:18:45

    Libro da leggere. E' veloce, e fornisce molti spunti di riflessione. Mi è piaciuto.

  • User Icon

    Esse

    11/03/2019 11:19:58

    Io non lo so se è Carofiglio ad essere cambiato o le mie esigenze di lettrice ad assersi modificate, tant'è che gli ultimi suoi libri non mi lasciano niente, mai. La scrittura è la sua - ragione prima del mio innamoramento - ma i suoi personaggi e le loro storie mi scivolano addosso e cadono nell'oblio. Sono lontani ormai i tempi de "Il passato è una terra straniera"

  • E' stato il mio primo libro letto tra tutti quellii di Carofiglio. La trama è interessante, il tema "rapporto padre e figlio" è sviluppato discretamente bene a mio avviso, inducendo all'immedesimazione e di certo il libro scorre con estrema facilità, mai lento, perchè lo stile, quello sì, è eccellente. Se è vero che probabilmente non si tratta del suo successo migliore, è anche vero che mi ha invogliato a leggere tutti i suoi altri ed ora sono una grande fan dell'autore. Per tutta questa serie di ragioni lo consiglio vivamente.

  • User Icon

    bicinbici

    07/03/2019 16:50:40

    Una storia tra padre e figlio molto bella, in cui si narra di un bel momento tutto per loro in cui un figlio riconosce l'uomo che ha accanto non come un padre distante ma come un uomo degno di stima. Pochi giorni per ritrovare e far rinascere una bellissimo rapporto in cui il figlio si rende conto di essere orgoglioso di averlo come padre e diventa consapevole di non conoscerlo veramente. Infatti solo grazie a questo momento vissuto insieme a stretto contatto apre gli occhi iniziando una nuova vita.

  • User Icon

    Biancalucia

    08/02/2019 17:01:26

    E' un libro che si divora, come tutti quelli di Carofiglio, forse solo il finale è un po' scontato.

  • User Icon

    PG

    13/01/2019 22:16:47

    Una scrittura didascalica e manierista, del tutto inautentica. Dialoghi al limite del ridicolo: se un padre e un figlio parlassero così l'uno con l'altro sarebbero da ricoverare. Una trama scontata.

  • User Icon

    Anthony

    05/12/2018 21:13:45

    Un libro apparentemente semplice, ma che lascia molto da riflettere sui rapporti umani e su come essi vengano influenzati dallo scorrere del tempo.

  • User Icon

    teresa

    04/12/2018 19:14:11

    Con un linguaggio semplice si colgono delicate sfumature ma il romanzo manca di “profondità” ; è un racconto sulle illusioni e sul rimpianto, sul passare del tempo, su un delicato rapporto tra padre e figlio. La storia piano piano ci conduce verso un finale che non delude ma “lascia” un senso di sospeso. “Se la gente crede che la matematica non sia semplice, è soltanto perché non si rende conto di quanto complicata sia la vita”

  • User Icon

    Aldo

    13/11/2018 17:41:06

    Toccante storia di un padre e un figlio. Scorre che è un piacere e lascia un piacevole sapore agrodolce.

  • User Icon

    Stefania

    28/10/2018 07:36:13

    È il primo libro di Gianrico Carofiglio che leggo. L'ho scelto proprio perché molte persone intorno a me sono innamorate dei libri dello scrittore. Ahimè, ho trovato il libro un po' banale e a tratti noioso. So che questo libro si discosta da quelli che scrive solitamente ma il mio primo incontro con Carofiglio non è stato dei migliori.

  • User Icon

    cristina

    26/10/2018 07:51:25

    Il solito Carofiglio che non delude. Letto in 3 giorni. Illuminanti certe citazioni riportate nella storia, forse proprio sul limite dello sfoggio di erudizione, una di più sarebbe stata troppo. La storia è molto semplice e molto bella, ben scritta, anche se forse sarebbe stato necessario qualche elemento di contrasto tra padre e figlio durante quei due giorni e due notti insieme.

  • User Icon

    romeo

    23/09/2018 18:35:09

    Marsiglia, bella e malfamata, è il punto focale di questo racconto. Il diciottenne Antonio, epilettico, trascorre qui alcuni giorni in compagnia del padre con cui non ha mai instaurato un bel legame. Emerge il rapporto padre-figlio, mancato per troppo tempo, e le insicurezze di un ragazzo che non si è sentito nè compreso nè amato, in più sono forti le difficoltà della patologia per un giovane che vive già le crisi della sua età. Davvero commovente

  • User Icon

    Massimiliano

    23/09/2018 13:00:05

    Lettura noiosa, piatta nonostante tratti di una bella storia familiare. Veloce e semplice.

  • User Icon

    Gianluca

    22/09/2018 13:49:22

    Il libro è molto bello. Un racconto molto intenso, delicato e commuovente, che parla del rapporto di un padre con il figlio. La scrittura è semplice ma emozionante. Mi sarei però aspettato un finale meno scontato...

  • User Icon

    Valeria

    19/09/2018 22:12:42

    Uno dei libri migliori mai letti. Carofiglio è stata una vera e propria scoperta, è davvero meraviglioso! La trama è interessante e molto commovente!

  • User Icon

    Viktoria35

    19/09/2018 14:19:24

    Breve ma intenso. La storia si concentra su un padre e un figlio adolescente, sull' inizio di un loro rapporto. La storia si incentra su dialoghi , sguardi , gesti e sulle azioni che compiamo tutti i giorni ma che i due protagonisti non hanno mai vissuto insieme,Così inizia il loro rapporto. Un romanzo tenero e coinvolgente.

  • User Icon

    Roberto T.

    19/09/2018 10:24:24

    Da ammiratore di Carofiglio, ho acquistato questo libro, certo di non rimanere deluso. In effetti la lettura è stata molto piacevole, come sempre scorrevole e chiara. Ho sempre apprezzato di questo autore la scrittura senza troppi giri di parole ma che arriva dritta al cuore. Bel racconto sul rapporto tra un padre ed un figlio, ambientato a Marsiglia, quest'ultima ben descritta e raccontata nelle sue mille sfaccettature culturali. Libro consigliato perché fa riflettere.

  • User Icon

    Domenico

    18/09/2018 08:18:42

    La storia di un padre e un figlio che si conoscono davvero per la prima volta, in seguito ad un'esperienza tanto singolare quanto educativa per entrambi. Gianrico Carofiglio riesce a tenere il lettore incollato al libro fino all'ultima pagina.

  • User Icon

    Dalila

    17/09/2018 21:57:51

    Consigliato da tutti, lasciato sullo scaffale per una vita e alla fine divorato in due ore. “Le tre del mattino” è un romanzo scorrevole, fresco e con una storia interessante. Antonio, dopo la separazione dei genitori quando era solo un bambino, inizia ad accusare i sintomi di una leggera epilessia che si propagherà fino all’adolescenza con il presentarsi di sporadiche crisi. I genitori decidono di portarlo a Marsiglia da un luminare che dopo una cura di tre anni chiede di rivederlo per un ulteriore controllo. Ed è qui che il rapporto tra padre e figlio si riaccende, in un paio di notti insonni ma cariche di vita ed esperienze a tratti surreali. Non sono più padre e figlio ma due amici, alla scoperta l’uno dell’altro, come se non si fossero mai conosciuti. Lo consiglio a tutti, ma soprattutto a chi ha avuto o ha bisogno di conferme, di ritrovare quel qualcuno che pensava di non aver mai davvero conosciuto.

  • User Icon

    n.d.

    13/07/2018 11:49:11

    il tema di evadere dalla solita routine

Vedi tutte le 71 recensioni cliente
  • Gianrico Carofiglio Cover

    Magistrato dal 1986, ha lavorato come pretore a Prato, Pubblico Ministero a Foggia e come Sostituto procuratore alla Direzione distrettuale antimafia di Bari. È stato eletto senatore per il Partito Democratico nel 2008. Il suo primo romanzo è del 2002, Testimone inconsapevole, edito da Sellerio. Con quest'opera Carofiglio ha inaugurato il legal thriller italiano. Il romanzo, che introduce il personaggio dell'avvocato Guido Guerrieri, ottiene vari riconoscimenti riservati alle opere prime, tra cui il Premio del Giovedì "Marisa Rusconi", il premio Rhegium Iulii, il premio Città di Cuneo e il Premio Città di Chiavari. Sempre con protagonista Guerrieri, da Sellerio seguono nel 2003 Ad occhi chiusi (premio Lido di Camaiore, premio delle Biblioteche di Roma... Approfondisci
Note legali