Le tribolazioni di una cassiera - Anna Sam - copertina

Le tribolazioni di una cassiera

Anna Sam

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Luisa Azzolini
Editore: Corbaccio
Anno edizione: 2009
Pagine: 177 p., Rilegato
  • EAN: 9788879729925

€ 10,20

€ 12,60
(-19%)

Venduto e spedito da Libro di Faccia

Solo una copia disponibile

+ 4,90 € Spese di spedizione

prodotto usato
Quantità:
LIBRO USATO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Che visione si può avere del mondo e delle persone da dietro la cassa di un supermercato? Che idea si fa la cassiera di quel che comprano i clienti, di quel che dicono, delle domande che fanno? Il passaggio alla cassa è un momento molto particolare, ma in qualità di clienti noi pensiamo - a torto - che sia privo di significato e per questo ci mostriamo come siamo, senza veli: crediamo che la cassiera non ci veda, crediamo addirittura che sia quasi una macchina. Ma quando la cassiera si chiama Anna Sam, ha una laurea in lettere e gli occhi bene aperti, allora tutti i nostri comportamenti, più o meno corretti, più o meno garbati, più o meno stravaganti finiscono sotto la sua lente di ingrandimento per poi venire registrati in maniera indelebile in un libro divertentissimo.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

1,78
di 5
Totale 9
5
1
4
0
3
1
2
1
1
6
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    daniela

    04/03/2011 16:19:46

    leggendo le recensioni ho comperato questo libro ma non mi è piaciuto affatto l'ho trovato un lungo elenco di lamentele piuttosto noioso,...non sono veramente riuscita a trovarci il divertimento e l'ironia delle descrizioni dei clienti e della storia di cui gli altri avevano scritto... tempo e soldi buttati a parer mio

  • User Icon

    nini11

    31/10/2009 09:37:20

    Scialbo, davvero poco divertente, non strappa neppure un sorriso. Un'occasione perduta per le cassiere. Io non credo che l'autrice sia laureata in lettere. Pagare il prezzo pieno per un libretto così mediocre è uno scorno, fortunatamente io l'ho trovato, nuovo, da un robivecchi.

  • User Icon

    stefania

    28/08/2009 18:30:17

    Che ridere leggendo questo libro!!! a me è piaciuto molto... molto scorrevole letto in pochissimo tempo... certo non è un capolavero ma quando l'ho iniziato sapevo già a cosa andavo incontro e non mi aspettavo nulla di più...

  • User Icon

    Mami53

    09/07/2009 19:34:36

    Ho trovato questo libro un prodotto inutile che, per correttezza, dovrebbe essere rimborsato a chi l’ha incautamente acquistato. Per 2 motivi: la scrittura è del tutto incolore (sotto l'aspetto stilistico il peggior libro degli ultimi 50 che ho letto; credo che la stessa parola "scrittura" sia inadeguata a descrivere le piatte sequenze di parole che compongono il testo). In secondo luogo, il disprezzo che l'autrice mostra verso il suo prossimo non può che ritornarle addosso: disprezza e sarai disprezzato, dai amore e troverai amore. Ma in questo libro c’è un grande vuoto di affetti e di pensieri. Ti lascia solo una convinzione: quello di cassiera non era il mestiere giusto per Anna Sam, ma forse non lo sarà neppure un'occupazione nel campo delle Scienze Umanistiche. Una sana ironia capace di alleggerire la tensione di un lavoro duro sarebbe stata più piacevole del veleno rancoroso sparso irrispettosamente su tutti. Ma per questo serve uno scrittore.

  • User Icon

    MONICA

    11/03/2009 13:03:07

    QUESTO LIBRO MI E' PIACIUTO MOLTISSIMO. SONO UNA CASSIERA E MI SONO RITROVATA NELLA MAGGIORANZA DELLE SITUAZIONI DESCRITTE DALLA SCRITTRICE, NON AVREI SAPUTO DESCRIVERLE MEGLIO. CHI NON LO HA CAPITO O LO TROVA ESAGERATO DOVREBBE PROVARE A STARE ALMENO PER UN ORA DIETRO UNA CASSA A SUBIRE LE CAFONERIE DEI CLIENTI E CAMBIEREBBE SUBITO IDEA. DA TANTO TAMPO PENSAVAMO DI SCRIVERE UN LIBRO, MA ANNA SAM CI HA PRECEDUTO. VAI ANNA SAM, SEI TUTTE NOI!!!!!!!! SEI GRANDISSIMA!!!!!!!!

  • User Icon

    Marco Guatteri

    18/02/2009 15:20:27

    L'autrice dice di aver abbandonato la cassa del supermercato per mettere a frutto i suoi studi umanistici ed intraprendere la professione di scrittrice. Ha fatto molto male: il libro è scritto in maniera scialba e superficiale ma ancora peggiore è la qualità della traduzione dal francese: i riferimenti a pratiche commerciali d'oltreconfine (tipo: pagare con assegni anche micro importi di 2-3 euro) potrebbero non essere immediatamente compresi dal pubblico italiano. In tre parole: non è divertente. E per un libro che vorrebbe essere umoristico questo è un enorme difetto.

  • User Icon

    cinzia

    03/02/2009 17:48:57

    beh, comunque non bisognava pensare di star leggendo guerra e pace! io l'ho trovato carino, divertente, come può esserlo uno di quei libri scritti dai comici di zelig. si legge in una sera. certo, non è un romanzo, ma una serie di sketch. basta sapere cosa si compra e non si rimane delusi

  • User Icon

    Cristiano

    31/01/2009 13:46:03

    Il libro mi ha deluso, l'idea di scrivere su un argomento così importante come l'alienazione, mi aveva incuriosito, invece ho trovato un libro con tutti i peggiori difetti dei blog, la velocità della scrittura si sente, la mancanza dei commenti, che molto spesso sono migliori dello stesso blogger, le ripetizioni e a volte il cinismo peggiore di quello raccontato, un insieme di errori che fanno vedere quanto sia impossibile il copia incolla Internet-Carta. Voglio credere che il mio obolo regalato alla signora Sam Anna, sia servito almeno a salvarla dall'inferno della grande distr(ib)uzione!

  • User Icon

    Katia

    29/01/2009 08:22:44

    Ho acquistato il libro dopo aver letto una critica felice. Mi aspettavo un volumetto divertente, simpatico e ironico. Niente di tutto questo! L'autrice è sprezzante, spocchiosa, a tratti aggressiva, sempre ostile: dal suo punto di vista, sono ugualmente idioti clienti, colleghi, superiori... Che delusione!

Vedi tutte le 9 recensioni cliente
  • Anna Sam Cover

    1999: inizia a lavorare come cassiera in un supermercato per pagarsi gli studi. Primo impiego: 12 ore settimanali, alla fine 24. 2002: si laurea in Letteratura contemporanea. 2007: si licenzia e apre il blog che l'ha resa popolare in rete. 2008: il blog diventa un libro, Le tribolazioni di una cassiera, che vende oltre 100.000 e viene tradotto in varie lingue. Ora vive con il marito a L'Hermitage, a una dozzina di chilometri da Rennes e spera di poter continuare a scrivere o lavorare in biblioteca. Approfondisci
Note legali