Troilus and Criseyde

Troilus and Criseyde

Geoffrey Chaucer

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Nevill Coghill
Formato: EPUB con DRM
Testo in en
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 364,88 KB
  • EAN: 9780141914510
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

EBOOK INGLESE
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Set against the epic backdrop of the battle of Troy, Troilus and Criseyde is an evocative story of love and loss. When Troilus, the son of Priam, falls in love with the beautiful Criseyde, he is able to win her heart with the help of his cunning uncle Pandarus, and the lovers experience a brief period of bliss together. But the pair are soon forced apart by the inexorable tide of war and - despite their oath to remain faithful - Troilus is ultimately betrayed. Regarded by many as the greatest love poem of the Middle Ages, Troilus and Criseyde skilfully combines elements of comedy and tragedy to form an exquisite meditation on the fragility of romantic love, and the fallibility of humanity.

  • Geoffrey Chaucer Cover

    (Londra 1340/45-1400) poeta inglese.La vita Nato da una famiglia originaria di Ipswich, era, nel 1357, paggio alla corte di Edoardo III. Nel 1359, al seguito del re, prese parte alla spedizione in Francia e fu fatto prigioniero. Al suo ritorno a Londra, pur continuando nel servizio di corte, si dedicò agli studi legali. Verso il 1366 sposò una delle damigelle della regina, di nome Philippa. Nel 1369 era di nuovo in Francia con la spedizione guidata dal figlio di Edoardo, il duca di Lancaster. Spesso impiegato in missioni diplomatiche, grazie alla sua preparazione legale, fu in Italia nel 1372-73 per trattare con i mercanti genovesi, e ottenere dai banchieri fiorentini un prestito per la corona inglese. Nel 1378 era a Milano, questa volta allo scopo di assicurarsi l’alleanza dei Visconti contro... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali