Traduttore: Paola Merla
Editore: Piemme
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,19 MB
  • Pagine della versione a stampa: 533 p.
    • EAN: 9788858519042

    53° nella classifica Bestseller di IBS eBook - Narrativa straniera - Di ambientazione storica

    pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

    Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

    Disponibile anche in altri formati:

    € 10,99

    Venduto e spedito da IBS

    11 punti Premium

    Scaricabile subito

    Aggiungi al carrello Regala

    non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

    Recensioni dei clienti

    Ordina per
    • User Icon

      giorgio

      07/06/2018 12:09:58

      Bel libro di Iggulden!..non do le 5 stelle perché in alcuni frangenti manca di descrizione storica più approfondita,ma nel complesso libro molto consigliato!

    • User Icon

      Alessandro

      29/01/2018 23:09:35

      Il primo libro che abbia letto di Conn Iggulden. E non mi ha deluso! Un modo di scrivere eccellente. Totalmente trascinante e coinvolgente, tanto che, per fare un esempio, ho trovato molto difficile leggere le ultime, tristi pagine. San Dunstun è uno dei personaggi più interessanti e purtroppo poco noti della storia, e che ha avuto un ruolo molto importante nell’Inghilterra anglosassone. Iggulden lo descrive come geniale, determinato, leale al suo Re, tanto quanto irascibile, vendicativo e abbastanza presuntuoso. Tutto questo è possibile visto che non possiamo sapere com’era veramente di carattere questo grande uomo. Tuttavia le “interpretazioni” di alcuni episodi della sua vita non molto lusinghieri, anzi chi crede potrebbe facilmente definirli offensivi. Oltre a lui ci sono moltissimi personaggi di rilievo. Tutti perfettamente creati dalla penna dell’autore, mettendo in evidenza i loro pregi e i loro difetti. Nel complesso la trama, incluse le descrizioni degli avvenimenti e delle decisioni dei vari sovrani e dello stesso Dunstun, scorre molto bene. Si evidenzia bene la situazione dell’Inghilterra dell’epoca, come i sovrani cercassero di tenere insieme un paese relativamente recente e dilaniato dagli scontri e dalle rivolte dei nobili, sempre con sotto il peso dell’ombra delle asce vichinghe. Altrettanto notevole la rappresentazione della Chiesa dell’epoca: per i suoi problemi, ad esempio i voti dei monaci rispettati solo in parte o il fatto che alcuni vescovi vedessero poco e niente la loro diocesi, come rappresentasse spesso l’unico sbocco per chi non aveva nobili natali, o il suo ruolo nella conservazione dei testi e della cultura (cosa stranamente poco considerata da chi vuole solo criticarla). L’accuratezza storica è una di quelle cose che più apprezzo e ricerco nei romanzi storici e purtroppo, in certi tratti, è stata un po’ carente. Per questo ero tentato di togliere una stella al punteggio... ma non ho potuto. Questo libro si merita cinque stelle pie

    Scrivi una recensione