Troppa importanza all'amore

Valeria Parrella

Editore: Einaudi
Collana: I coralli
Anno edizione: 2015
Pagine: 115 p., Brossura
  • EAN: 9788806214074
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 11,90

€ 14,00

Risparmi € 2,10 (15%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

€ 7,56

€ 14,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Erika

    16/12/2015 13:48:10

    Dopo gli scivoloni, a mio avviso, delle ultime creazioni della Parrella, finalmente un lavoro degno di lode. Graffianti, corrosivi, quasi crudeli, questi racconti (non tutti)sono dei piccoli gioielli di scrittura

  • User Icon

    cristina

    08/12/2015 11:24:47

    Non tra i suoi migliori racconti. In tutto ne salvo due-tre. Quello che dà il titolo al libro ad esempio parte bene ma poi si conclude troppo frettolosamente e senza saper bene dove andare a parare. Illuminanti le "Restituzioni" finali ;-)

Scrivi una recensione

L’amore, si sa, ha molte facce, mille sfumature…che sia il rapporto di coppia, la passione per uno sconosciuto, il legame tra genitori e figli, o il senso di comunione e vicinanza tra esseri umani, l’unica certezza è che questo sentimento è il motore della nostra vita. Valeria Parrella, scrittrice napoletana, in questa breve ma intensa raccolta di racconti riesce ad immergersi nella profondità di questo sentimento e riesce a trasmettere tutto il pathos che ruota intorno all’amore, che sia passione, vitalità, o dolore e tormento.

“Quando scrivo racconti sono sempre felice: mi sento in un territorio mio. Credo che siano la misura giusta per i nostri giorni, il tempo tronco, caduco, veloce, rubato: leggere, e poi continuare la giornata” scrive l’autrice nel risvolto di copertina. E, infatti, quelle che troviamo sono storie essenziali, dove la scelta delle parole è riuscitissima, in una perfetta armonia tra narrazione e sentimenti evocati: in ogni storia ci viene presentato uno squarcio di vita, veniamo messi a conoscenza di un segreto, di un dolore, di un desiderio del personaggio, e in quelle poche ma intense pagine partecipiamo della sua gioia o della sua sofferenza. La grande forza di questi racconti, infatti, è proprio nella potenza evocativa di cui la scrittrice è capace, unita ad uno stile essenziale, concreto e mai banale: se ancora non la conoscete come autrice, di sicuro questa raccolta è un ottimo approccio.

Alcune pagine sono splendide, da ricordare, mentre altre, a dire il vero poche, sono meno affascinanti. Il risultato finale, in ogni caso, è la sensazione di aver letto qualcosa di molto toccante.

“Alla festa siamo tutti buoni a partecipare, ma quello che più importa è come ti senti il giorno dopo” (p. 24).

Recensione di Chiara Barra