Tutti i bambini perduti

Kate Atkinson

Traduttore: Ada Arduini
Editore: Marsilio
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,82 MB
  • Pagine della versione a stampa: 427 p.
    • EAN: 9788831742177
    Disponibile anche in altri formati:

    € 9,99

    Venduto e spedito da IBS

    10 punti Premium

    Scaricabile subito

    Aggiungi al carrello Regala

    non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

    Recensioni dei clienti

    Ordina per
    • User Icon

      Anastasia e Genoveffa

      15/12/2017 14:32:56

      Nel romanzo si intrecciano storie differenti che a volte si intersecano a volte proseguono per proprio conto, a volte non trovano una risoluzione: l'ex poliziotta Tracy Waterhouse, traumatizzata da un caso di tanti anni prima nel quale era coinvolto un minore, si assumerà la responsabilità di dare un futuro ad una bambina maltrattata, anche se non è sua figlia; un caso di adozione sul quale indaga il detective privato Jackson Brodie avrà una svolta inaspettata; verrà fatta luce su un vecchio omicidio e sulla sorte di un bambino perduto; una anziana attrice sull'orlo della demenza senile intersecherà le vite di alcuni del personaggi dando un contributo fondamentale. Alla fine nessuno vive felice e contento, ma forse c'è qualche speranza in più per la giustizia. Romanzo interessante, che sconta il tentativo di dare uno spessore maggiore ai personaggi con un forte rallentamento del ritmo in alcuni punti; il lettore rischia di perdere il filo tra i flashback e le storie accessorie, non sempre necessarie alla comprensione della vicenda principale.

    • User Icon

      Alberto

      07/11/2017 15:21:26

      Conosco Kate Atkinson sopratutto per i suoi ''Un dio in rovina'' e ''Vita dopo vita''. Ora ho apprezzato questo poliziesco con Jackson Brodie protagonista, sapientemente strutturato e costruito su due piani temporali, con gli stessi personaggi prima giovani e poi invecchiati. La sua scrittura è asciutta, non indulge in fronzoli, ma è comunque capace di inserire piccoli flashes d'ironia, situazioni paradossalmente ridicole, tratteggia alcune figure e passi del romanzo con poche parole con tale efficacia che lascia strabiliati. Ero dispiaciuto quando dovevo interrompere la lettura, rimanevo con il desiderio di riprenderlo al più presto. La storia appare complessa, è un puzzle che richiede pazienza per ricomporre le tessere, ma K.A. è brava e alla fine tutte trovano il loro giusto posto. Consigliato.

    Scrivi una recensione