€ 6,99

€ 9,99

Risparmi € 3,00 (30%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Ernesto

    06/04/2013 16:20:53

    Dopo "La Grande Guerra" un'altra bella interpretazione di Alberto Sordi in un'altro capolavoro, questa volta firmato Luigi Comencini. Ovviamente anche al resto del cast va il suo merito. Peccato che il ministro Giulio Andreotti rifiutò di mettere a disposizione per la realizzazione del film due carri armati. A Comencini non restò altro che fabbricarseli con il compensato. E devo dire che la differenza non si nota.

  • User Icon

    by Ax

    01/05/2012 20:30:35

    Comencini 'documenta' il senso di smarrimento che in quegli storici giorni aleggiava nell'aria, alternando il dramma di fondo dell'Italia con la leggerezza e l'umanità dei suoi soldati. Capeggiati dal sottotenente Innocenzi, un Alberto Sordi capace di divertire in mezzo alla malinconia generale, affrontano il viaggio di un ritorno alle proprie terre; lo stesso Innocenzi guarderà a se stesso con occhi di un'Italia asservita ad un finto patriottismo, indecisa sul da farsi ma con la ritrovata forza per reagire ? il finale aperto è l'inizio di quel cambiamento. Sordi perfetto traghettatore tra una mentalità dai valori anestetizzati, implosi, legati a una tradizione che non gli appartiene più (quella del padre), e quella che il risveglio forzato gli ridà, consapevole di poter fare qualcosa.

  • User Icon

    by Ax

    27/04/2012 20:57:18

    Comencini 'documenta' il senso di smarrimento che in quegli storici giorni (dopo l'8 settembre 1943) aleggiava nell'aria, alternando il dramma di fondo dell'Italia con la leggerezza e l'umanità dei suoi soldati. Capeggiati dal sottotenente Innocenzi, un Alberto Sordi capace di divertire in mezzo alla malinconia generale, affrontano il viaggio di un ritorno alle proprie terre; lo stesso Innocenzi guarderà a se stesso con occhi di un'Italia asservita ad un finto patriottismo, indecisa sul da farsi ma con la ritrovata forza per reagire ? il finale aperto è l'inizio di quel cambiamento. Sordi perfetto traghettatore tra una mentalità dai valori anestetizzati, implosi, legati a una tradizione che non gli appartiene più (quella del padre), e quella che il risveglio forzato gli ridà, consapevole di poter fare qualcosa.

  • User Icon

    Michele Bettini

    24/04/2007 08:57:21

    Un grandissimo Alberto che risponde a chi, essendo male informato, riteneva che fosse solo un attore comico. Di comico in TUTTI A CASA c'è solo quello che uno vuol vedere per sdrammatizzare i giorni tragici dell'8 settembre e di quel che ne venne subito dopo. Un capitolo di realismo di grandissimo spessore con attori insuperabili. Scenografie non più ricostruibili di macerie, ritratti d'epoca, gente che non c'è più. La grande tragedia di Ceccarelli (Reggiani) che muore quando è a pochi metri da casa sua. La Gravina, inseguita dai tedeschi solo perché sospettata di essere ebrea. Un finale che annuncia il peggio.

  • User Icon

    carlo migliavacca

    14/10/2006 18:23:01

    E''veramente un bel film, con un grande Alberto Sordi ben supportato da bravi comprimari.Una triste pagina della nostra Storia raccontata veramente bene.Tanti nostri bravi soldati completamente abbandonati dagli alti comandi , seppero dar vita ad atti d'eroismo contro gli invasori tedeschi , cominciando a tutti gli effetti la Resistenza.Il protagonista dopo anni di guerra e' sfiduciato e demoralizzato , il suo unico scopo e' tornare a casa , ma dopo varie vicissitudini capisce, nell'ultima splendida scena che "no, non si puo' stare sempre a guardare !" e imbracciato il mitragliatore inizia a sparare contro i tedeschi.

  • User Icon

    Silvia Masotti

    25/07/2006 22:54:36

    E' bello, guardatelo. Parla di un momento della nostra storia che va sempre ripensato e capito; questo film lo fa dal punto di vista di un uomo normale, un buon soldato che si trova spiazzato dai pasticci della storia e cerca di vedere le cose onestamente, come può. E' buffo e molto umano.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione

1961 - David di Donatello Miglior Attore Protagonista Sordi Alberto

  • Film in bianco e nero
  • Produzione: FilmAuro, 2008
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 110 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2
  • Contenuti: speciale