Categorie

Tutto è fatidico

Stephen King

Collana: Pickwick
Edizione: 1
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
  • EAN: 9788868361082
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 10,12

€ 11,90

Risparmi € 1,78 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Bookworm

    15/06/2017 13.57.10

    Ho apprezzato tutti i racconti di questa raccolta, tranne forse "Le piccole sorelle di Eluria", in cui il protagonista è lo stesso della saga della Torre Nera, che io non ho letto.

  • User Icon

    Ago

    03/04/2017 08.00.35

    certamente non all'altezza né di "A volte ritornano" né, soprattutto di "Scheletri", ma alcune storie meritano di essere lette. In particolare, "Passaggio per il nulla" è, insieme a "Nona" dello stesso King, il più bel racconto che io abbia mai letto; poi, assai degni di nota "Tutto è fatidico", "Pranzo al Ghotam Cafè" e "La moneta portafortuna"; appena un gradino sotto, "Autopsia n. 4". Per il resto - difficile ammetterlo per un fan del Re come me dai tempi dell'adolescenza - racconti scadenti...

  • User Icon

    Attilio Alessandro

    02/09/2015 21.23.47

    Uno dei libri più brutti che mi siano capitati per le mani

  • User Icon

    Fabio Bollati

    25/02/2009 12.21.33

    Ho riletto proprio in questi giorni i racconti di Tutto è fatidico. Forse come reazione naturale allo sconforto per il nuovo volume di racconti di King. Tutto è fatidico sì che era una GRANDE antologia di storie brevi. A cominciare dalla prima storia in cui King riprende un tema consunto e gli dà nuova linfa. Spero che King torni presto ai livelli eccellenti di questa raccolta che consiglio a tutti, ma veramente a tutti.

  • User Icon

    Francesco Trinity

    26/01/2009 16.07.34

    Il più bel romanzo di Koontz. Lo consiglio tutti: sia agli appassionati di thriller e horror, sia agli appassionati di letteratura con la L maiuscola. Una storia formidabile, scritta in modo superbo.

  • User Icon

    Antonio

    02/05/2008 17.57.49

    Una raccolta orribile...è proprio il caso di dirlo! 14 storie inutili, prive di senso e fantasia che non lasciano nulla. Racconti che ti fanno cadere le braccia! Una perdita di tempo e di soldi, ecco cosa resta dopo la lettura di questo libro. Un King irriconoscibile che sembra esser giunto al capolinea. Chi ne parla bene, secondo me, lo fa per farselo piacere a tutti i costi. Non riesco a credere che ci sia qualcuno a cui il libro sia piaciuto. Leggibili solo Autopsia4, La camera della morte e l'inizio de Le piccole sorelle di Eluria. Il tempo ed il denaro sono beni preziosi. Vi consiglio di ricordarlo.

  • User Icon

    Lina the Dragon Slayer

    22/12/2007 10.31.13

    Una raccolta tutto sommato riuscita. Bellissimi "L'uomo vestito di nero" dove protagonista è un bambino che incontra il signore delle mosche, "Tutto è fatidico" dove un nerd inizia un'avventura particolare , "Il Virus della strada va a nord" racconto da brivido, "Pranzo al Gotham Cafè", che quasi quasi potrebbe essere successo davvero, "Quella sensazione che puoi dire soltanto in francese" decisamente terrificante, "1408" claustrofobico e angosciante e "Riding the bullet" da brivido!!! Per una volta, bella anche la copertina!!!

  • User Icon

    alemorosita

    31/08/2006 12.05.12

    Questo libro è fantastico(d'altronde cm tutti i libri di Stephen!).Autopsia4,la camera della morte,tutto è fatidico,il virus della Strada va a nord,1408,Riding the Bullet sono i migliori a parer mio xkè ricchi di suspense.x ki ancora nn l'ha letto gli consiglio di farlo!e poi nn posso nn dire ke Stephen King ha1fantasia straorinaramente meravigliosa x sfornare tutti questi libri1+bello dell'altro!Ok ho detto tutto(mica faccio recensioni x professione!)e ricordate ke "Everything's eventual":-)............

  • User Icon

    Jackal

    27/06/2006 14.59.44

    È la quarta raccolta di racconti che lo scrittore pubblica, ed è per qualità e stile una delle migliori. Sono quattordici ed ognuna di loro ha il proprio modo di imporsi e di essere originale e così tipicamente kinghiana. Autopsia 4 riprende un tema molto battuto dagli scrittori horror e che King non aveva mai affrontato: la sepoltura prematura. Ma lo scrittore riesce a regalarci un finale davvero originale. L’uomo vestito di nero è anch’esso un classico, l’incontro con il diavolo, ma questo racconto è un gioiello di bravura, un perfetto concentrato di quello che uno scrittore riesce a far provare al lettore. Le Piccole Sorelle di Eluria è un flashback del protagonista della Torre Nera, e per gli amanti di questa saga è impedibile. Tutto è fatidico sorprende per il suo linguaggio giovanile (è scritto in prima persona da un adolescente) e per l’originalità con cui King tratta un argomento che ricorda qualche suo libro. La teoria degli animali di LT è un piccolo giallo ambientato in una coppia con qualche problema, stesso problema anche per Il pranzo a Gotham Café, dove una coppia in crisi si vede superare in pazzia da un cameriere squilibrato. 1408 è la storia di una camera maledetta, e la sua atmosfera onirica e allucinata colpisce nel segno. E poi c’è Riding the bullet, l’e-book che aveva fatto tanto rumore anni prima più per la sua pubblicazione che per il contenuto. È davvero un’ottima raccolta, in cui forse si riprendono alcuni temi già trattati da King ma che riescono sempre a divertire e quasi mai ad annoiare.

  • User Icon

    Claudia

    12/12/2005 19.52.19

    Ci sono racconti bellissimi, altri dimenticabili...mi son piaciuti particolarmente Autopsia 4 e Riding The Bullet..anche Le piccole sorelle di Eluria ma non avendo letto La Torre Nera all'epoca (la sto leggendo ora, mentre Tutto è fatidico l'ho letto giàda un pò) non mi rimase particolarmente impresso...forse dovrei rileggerlo...Io non sono un'amante dei racconti di King (meglio i romanzi, a mio parere) ma questa raccolta mi è piaciuta molto!!!

  • User Icon

    pippo

    27/10/2005 14.48.20

    Beh certamente i racconti sono veramente targati S.King ! eccome se lo si nota ! Ottimi, dei 14 racconti trattati, sono almeno la metà; dei restanti solo un paio sono un po' noiosi ! Sicuramente a mio parere il meno interessante è quello che viene descritto come racconto precedente, ma riguardante, la serie LA TORRE NERA. Nel contesto totale il voto comunque risulta alto perchè i racconti permettono di leggere il libro in maniera più scaglionata rispetto ad un'unica storia; e inoltre le trame sono buone (anche per farci un film)!

  • User Icon

    Andrea

    04/07/2005 20.06.37

    Una raccolta piacevole da leggere anche se King qui non ha dato il meglio di se. Comunque sui 14 racconti ce ne sono senza dubbio alcuni scritti molto bene tipo -autopsia4- -l'uomo vestito di nero- -le piccole sorelle di eluria- il migliore secondo me -1408- e -riding the bullet - passaggio per il nulla-. Per i patiti di King comunque è un libro da non perdere

  • User Icon

    Max Ghelfi

    01/07/2005 12.58.09

    Anche nella dimensione del racconto King riesce sempre a stupire per la fanasia, la cura dei dettagli e la personalità dei personaggi. In questa raccolta di 14 racconti alcuni sono veramente da non perdere, "Autopsia 4" in cui si assiste ad una autopsia di una persona ancora viva, "L’uomo vestito di nero" dove si racconta di un ragazzo che incontra il Diavolo, "Le piccole sorelle di Eluria" ambientato prima del romanzo L'ultimo cavaliere , qui troviamo il nostro pistolero impegnato a salvarsi da un manipolo di suore non tanto amichevoli, "Tutto è fatidico" dà il titolo alla raccolta ed è una storia molto inquietante e originale, "1408" un racconto su un albergo infestato ed infine "Riding the Bullet Passaggio per il nulla" racconto di un autostoppista che riceve un passaggio da un morto.

  • User Icon

    Revenhav

    15/03/2005 12.56.37

    Ecco che dopo "A volte ritornano", "Incubi & deliri", "Stagioni diverse", "Scheletri" e "Cuori in Atlantide" (non "Quori in Atlantide") il Re ritorna con un altro libro di racconti. E' difficile dare un giudizio a questo libro, perchè bisogna selezionare ognuno dei 14 racconti (gran parte dei quali sono inediti) e poi tirare le somme con una percentuale, ma credo che 3 su 5 sia il voto giusto. I primi due racconti sono incredibili: quando li ho finiti avevo più capelli bianchi di mia nonna. Quello sulle prime avventire di Roland di Gilhead mi ha un po' deluso. "Tutto è fatidico" che da nome a tutta la raccolta, è bello solo perché è antimilitarista (LOVE AND PEACE) mentre "La Moneta Portafortuna" è un capolavoro assoluto e "La Teoria degli Animali (secondo-non-mi-ricordo-più-chi)" è spassosissimo. Noioso il terzo racconto e "La Morte di Jack Hamilton", mentre quello del "Caffè" era PURA SCHIFEZZA (anche i migliori ogni tanto sbagliano). Un libro, comunque, di cui si puo' fare a meno. Per fortuna IO l'ho noleggiato in biblioteca. Comunque, il RE è sempre il RE.

  • User Icon

    ELISA (04/11/2004)

    04/11/2004 12.42.43

    ORRIBILE,DISGUSTOSO...

  • User Icon

    Emiliano Ranzani

    16/03/2004 13.40.26

    Duole davvero leggere questi racconti di King e accorgersi che ormai è arrivato ad un punto di astrazione talmente lontano che le sue opere non sono più classificabili come horror. E ciò non è bello, perchè non sono altro che storielle grottesche, a volte piuttosto tristi (ricordano vagamente Joyce o Dickens), alcune addirittura scialbe e senza senso. Proprio un peccato.

  • User Icon

    Andrea

    03/02/2004 23.52.41

    Tanti bei racconti.Non è la migliore raccolta di King ma il Re è sempre il Re

  • User Icon

    Francesco Ambrosi

    08/10/2003 09.29.56

    Roland, l'ultimo cavaliere, colpisce ancora! Non poteva infatti mancare in questa splendida raccolta di racconti, qualche cosa che riportasse la mente del lettore negli oscuri Territori della saga della Torre nera. Sembra che alcuni romanzi o racconti di King, abbiano un filo conduttore tra di loro come ad esempio: IT-L'acchiappasogni.

  • User Icon

    Davide

    24/09/2003 13.14.28

    Il King cerca di cambiare il suo stile, lo so cosa state pensando che sono un pazzo a dire ciò, ma se mi lasciate spiegare vedrete che la penserete come me. Il "Re" nei suoi romanzi accentra di più l'attensione hai giochi mentali che fanno i suoi personaggi come si può vedere nel libro il gioco di Gerald, l'acchiappasogni, auotopsia numero 4; i personaggi si rinchiudono dentro la loro mente e si lanciano in monologhi che per alcuni possono essere "fatidici" per altri fastidisi e privi di azione. Per me il King fa bene a cambiare il modo di presentarsi al proprio pubblico; sono stufo di sentire dire non è bello quanto un suo vecchio libro, infatti non bisogna fare confronti con il passato, perchè la scrittura è un mondo in continua evuluzione, e king sta cercando di mettere alla prova la sua bravura. Se avete da ridire o apprezzare ciò che ho appena detto mandatemi un'email..... ciao.

  • User Icon

    sara

    13/06/2003 17.27.19

    anke se non sempre la trama e`interessante ,i racconti di king riescono sempre a prenderti

Vedi tutte le 45 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione