Tutto sulla Finlandia

Erlend Loe

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: G. Paterniti
Editore: Iperborea
Formato: EPUB
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 201,32 KB
Pagine della versione a stampa: 233 p.
  • EAN: 9788870912692
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 7,49

Punti Premium: 7

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

"Scrivere un opuscolo turistico che racconta 'Tutto sulla Finlandia' senza esserci mai stati, raccogliendo informazioni sconclusionate per spingere i norvegesi a visitare il Paese vicino. Per un bizzarro specialista di brochure, voce "sproloquiante" del romanzo, questo improbabile incarico è solo l'inizio di un tuffo nell'inarrestabile fluire della vita: farsi rimuovere l'automobile per amore, perdersi in reminiscenze 'proustiane' dentro un videogioco, salvare un ragazzino irrequieto, sperduto tra salmoni e neonazisti, affrontare in una staffetta aziendale l'interà Finlandia e le proprie paure. Perché tutto scorre nella vita come nello 'stream of consciousness' in cui ci immerge Loe, che col suo humour lunare investe banalità quotidiane e questioni esistenziali impregnandole della stessa paradossale ironia. Una scrittura scrosciante che, tra digressioni e associazioni mentali funamboliche, esprime le inquietudini di una società sempre più "liquida" e inafferrabile: il potere manipolatorio dei media, lo spaesamento delle nuove generazioni che diventa odio e intolleranza, l'ansiosa ricerca di sicurezza e solidità che si trasforma in rigido isolamento. Terrorizato dall'acqua, dall'instabilità e dal cambiamento che essa rappresenta, questo sensibile e metodico trentenne vedrà così crollare le artificiose barriere con cui tiene ossessivamente alla larga la realtà, scoprendo il gusto di bagnarsi nell'incertezza, la gioia rischiosa di scoprire gli altri."
3,75
di 5
Totale 8
5
3
4
3
3
0
2
1
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    susanna bottini

    23/06/2016 10:45:38

    Formidabile. Un romanzo scritto in maniera sproloquiante, senza capitoli, senza pause, una sorta di valanga di parole scritte tutte d'un fiato, con discorsi che iniziano e divagazioni che ne derivano, ma la lettura è avvincente, la vis umoristica di Loe è spesso travolgente, fantastico, insomma. Straconsigliato, vi divertirete e rifletterete. Bellissimo.

  • User Icon

    Manuela

    07/04/2012 15:37:01

    Un libro molto bello, estremamente nordico, in cui la mentalità degli scandinavi viene piacevolmente contrapposta a quella dei finnici - che poi così scandinavi non sono. Tutte le riflessioni e le digressioni sono caratterizzate da un'ironia meno immediata rispetto ad altre opere, ma è proprio questo il bello. Il lettore si ritroverà a sua volta a scorrere come la tanto terrificante acqua che incute paura al protagonista. Acqua che avrebbe potuto alla fine aiutarlo, ma nonostante la paura, l'acqua è sempre presente nella sua vita, come se quest'ultima fosse effettivamente acqua. La Finlandia è una splendida scusa per mettere in luce le due diverse popolazioni a confronto: norvegesi VS finlandesi. L'autore guarda sempre con occhi perplessi le attitudini finlandesi, come se i finnici fossero un mondo a parte, un qualcosa da lui - e da loro norvegesi - troppo distanti perché possano essere compresi. Alla fine l'impegno dell'io narrante per potare a termine il suo lavoro è minimo, ma non importa. Non è un libro sulla Finlandia, ma di come questo paese sia stata la scusa per cambiare completamente vita. Un libro emozionate. Talvolta difficile da leggere per le riflessioni che fanno perdere il filo di quello che sta succedendo... ma alla fine non importa perché è proprio così che deve essere: perdere il filo e poi ritrovarlo, in uno scorrere continui di parole, frasi e pensieri dentro cui il lettore affoga... ed è ben felice di farlo.

  • User Icon

    missfarfalla

    27/07/2011 20:40:07

    Stravagante, surreale, strano; di un'ironia stralunata e un po' pazza. Ma non mancano alcune riflessioni serie e toccanti (soprattutto sulla solitudine, e sulla paura ad uscirne), che colpiscono dritto al cuore, ed alcuni momenti quasi poetici... forse anche senza il "quasi": per esempio l'incontro con la ragazza e i pensieri che scatena. Divertimento intelligente, lettura molto piacevole ma non leggera, disimpegnata o sciocca, anzi! Un libro così particolare, o lo si ama o lo si odia: io l'ho trovato adorabile. Un gioiellino!

  • User Icon

    gamlastan

    21/07/2010 00:08:13

    Ho letto questo libro tutto in una volta, non sono riuscito a staccarmi dalle pagine; libro divertente e molto molto piacevole. Dedicato a chi ama la Scandinavia.

  • User Icon

    giglio

    27/01/2010 10:39:17

    veramente carino, ironico, esilarante. Una buona lettura. Molto nordico alla Paasilinna.

  • User Icon

    Naif. Super!

    16/02/2009 20:59:22

    Mi dispiace moltissimo che qualcuno non sia in grado di leggere Loe. Forse sarebbe stato più apprezzato da questi individui se avesse scritto un libro intitolato "Natale in Finlandia" e se De Sica & C. ne avessero tratto un simpatico cinepanettone. Il libro è intelligente, divertente e ironico. Troppo nordico???

  • User Icon

    Marco

    14/12/2008 18:26:06

    Libro assolutamente insignificante, sconclusionato, scritto in un linguaggio involuto, ripetitivo. DA EVITARE!

  • User Icon

    baton

    15/10/2008 17:29:54

    quando si dice un buco bell'acqua

Vedi tutte le 8 recensioni cliente

"Sogno acqua, di nuovo… e ho sentito dire che sognare acqua significa cambiamento e ogni volta che sogno acqua penso: maledizione, ancora cambiamento. Non avrà mai fine?" E come acqua fluiscono i pensieri e le emozioni del protagonista in un esilarante e fantasioso guazzabuglio che tutto investe, deformando in chiave ironica ogni aspetto, banale o meno, del quotidiano. La resistenza al fluire della vita assume spesso aspetti tragicomici: ci si può trovare ad esempio a ottenere con l'inganno, nientemeno che dall'Ambasciata finlandese, l'incarico di redigere un opuscolo turistico che racconta "tutto sulla Finlandia", pur non essendoci mai stati, mentre la propria automobile viene rimossa per il terzo anno consecutivo, perché in divieto di sosta nell'unico giorno di festa nazionale. Ma il cambiamento irrompe spesso inaspettato nelle nostre vite, come l'esortazione a "guidare con prudenza" pronunciata da quella giovane donna dietro lo sportello del deposito comunale, che porterà il protagonista a parcheggiare di nuovo la macchina in sosta vietata, a vagabondare per un'identica eppure sconosciuta Oslo alla ricerca di un ragazzino in difficoltà e a correre la staffetta di Homlenkollen. Travolto dal panta-rei dell'esistenza, questo bizzarro, sensibile e metodico trentenne di Oslo, ormai lontano dalla sua artificiosa e difensiva autoconvinzione di felicità, si ritrova immerso in straordinarie avventure ordinarie all'insegna del contatto con gli altri e, mentre tenta inutilmente di riunire strampalate e inadeguate informazioni turistiche che dovrebbero convincere i norvegesi a visitare la Finlandia, trascina il lettore in un fluire ininterrotto di riflessioni, pindariche associazioni mentali e stravaganti digressioni che, da un lato, mettono a nudo gli aspetti assurdi e grotteschi della quotidianità e, dall'altro, riflettono con tenerezza sulla complessità degli esseri umani e sulle difficoltà che spesso essi incontrano nel confrontarsi e adattarsi alla realtà che li circonda.

  • Erlend Loe Cover

    Scrittore, traduttore e sceneggiatore norvegese, è uno degli scrittori più letti e amati della Norvegia contemporenea. Prima di trasferirsi a Oslo, dove abita e lavora, ha vissuto in Francia e in Danimarca. La grande passione per il cinema e la letteratura ispira le sue opere. Tatt av kvinnen, il suo primo romanzo, esce nel 1993. Autore di libri per bambini (Kurt bliver grusom - 1995 e Kurt, quo vadis? - 1998) e sceneggiatore (il testo più apprezzato s’intitola Detektor - 2000), conquista definitivamente il pubblico norvegese e internazionale nel 1996 con il romanzo Naif.Super (edito da Iperborea nel 2002), tradotto in 15 lingue.Tra i suoi romanzi, tutti pubblicati in Italia da Iperborea: Doppler. Vita con l'alce (2007), Volvo (2010), Saluti e baci da Mixing Part... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali