Categorie

Haruki Murakami

Traduttore: A. Pastore
Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
Pagine: 832 p. , Brossura
  • EAN: 9788806216689

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    ma.

    06/09/2016 18.48.48

    nessun cinque? cinque.

  • User Icon

    Mauro

    24/06/2016 18.56.58

    Nei libri di Murakami c'è sempre un'enigma da risolvere, un giallo dove però manca vittima e colpevole. E'tutto nei diversi strati mentali che l'autore crea intorno ai suoi personaggi e che alla fine si risolve unendo in un unico mondo le diverse realtà del libro. Lavoro riuscitissimo in Kafka sulla spiaggia e in La fine del mondo .. ma purtroppo fallito in questo. Un intreccio di storie e personaggi che alla fine non svelano il loro senso, ne la loro presenza, pagine e pagine che si potevano risparmiare.

  • User Icon

    zia dalia

    24/08/2015 22.33.28

    Un romanzo complesso e coinvolgente, con mille intrecci e personaggi. Bellissimo, Murakami ci sorprende ogni volta con le sue riflessioni e la sua fantasia.

  • User Icon

    cristina

    11/06/2015 12.57.38

    Un romanzo mastodontico che sicuramente non si legge tutto d'un fiato, anche se l'inizio mi è apparso subito coinvolgente e intrigante. Una storia onirica e surreale (a tratti anche eccessiva), in alcuni casi vero compendio di psicanalisi e di tutte o quasi le psicopatologie moderne. Si ritrovano tutti i temi ricorrenti nella produzione di questo scrittore come la morte, il sogno, la sessualità e simbologie e metafore dell'inconscio come il pozzo, le camere d'albergo, le deformità fisiche, il buio, le armi... Alcune digressioni sono a volte eccessive, come la guerra in Manciuria che è una sorta di romanzo nel romanzo, che mi è sembrata troppo incongrua rispetto alla trama. Avrei preferito invece che lo scrittore desse più spazio alla personalità di Kasahara May e al suo rapporto con il protagonista. Un romanzo che sicuramente si sedimenta nel lettore. Da segnalare, per concludere con una nota editoriale, una certa quantità di refusi tipografici, ma probabilmente data la mole di pagine è anche plausibile.

  • User Icon

    GIOVANNI

    28/08/2014 16.16.36

    Non è un libro indimenticabile, si ritrova lo stile e la genialità di Murakami ma si ha la sensazione che l'autore non abbia pigiato fino in fondo sull'acceleratore. Questa sensazione è sempre un pò presente nei suoi lavori anche se poi a volte riesce a illuminarci con svolte improvvise donandoci dei veri capolavori. Un romanzo dove il mistero la fa da padrone dall'inizio alla fine. Quello che mi è piaciuto di più è il racconto della guerra in Manciuria del tenete Mamiya, quella è una perla, un romanzo nel romanzo.

  • User Icon

    francesca

    26/07/2014 11.51.45

    Come tutti i libri di Murakami ti entra dentro e non ti molla finché non arrivi all'ultima pagina. E a volte neanche finirlo è sufficiente per dimenticare certi protagonisti.

  • User Icon

    Tiziana

    19/04/2014 17.34.22

    Opera mastodontica ed epica; narrazione come sempre magnetica, ma a tratti appesantita da eccessive digressioni. Le immagini oniriche sono una nota caratteristica di questo autore eppure qui c'è qualcosa di già visto e sentito che mi fa supporre che abbia attinto da qui per storie scritte successivamente (io ormai ho letto quasi tutta la sua produzione). La scrittura afferra nel profondo e scende nell'inconscio, ma in certi passaggi diventa un po' opprimente, come se attanagliasse alla gola togliendo il fiato. Non lo giudico fra i migliori lavori di uno scrittore che, a prescindere da questo, per me rimane un vero genio.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione