Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

L' ufficiale e la spia (DVD + Blu-ray)

J'accuse

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: J'accuse
Paese: Francia; Italia
Anno: 2019
Supporto: DVD + Blu-ray
Numero dischi: 2
Salvato in 30 liste dei desideri

€ 17,99

Punti Premium: 18

Venduto e spedito da IBS

spinner

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
DVD + Blu-ray

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 17,99 €)

Il 5 gennaio 1895, il Capitano Alfred Dreyfus, promettente ufficiale, viene degradato e condannato all’ergastolo all’Isola del Diavolo con l’accusa di spionaggio per conto della Germania. Fra i testimoni di questa umiliazione c’è Georges Picquart, che viene promosso a capo della Sezione di statistica, la stessa unità del controspionaggio militare che aveva montato le accuse contro Dreyfus. Ma quando Picquart scopre che tipo di segreti stavano per essere consegnati ai tedeschi, viene trascinato in una pericolosa spirale di inganni e corruzione che metteranno a rischio non solo il suo onore ma la sua vita.
4
di 5
Totale 3
5
0
4
3
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Arwen

    17/05/2020 20:05:00

    Nel 1894, il capitano francese Alfred Dreyfus, quarantenne ufficiale di origini ebraiche, viene ingiustamente accusato di tradimento e spionaggio, e condannato all'ergastolo da scontarsi sulla temibile Isola del Diavolo, nella Guyana francese.Film con ricostruzione dell'epoca molto ben fatta e ottimo cast .Vale la pena vederlo

  • User Icon

    masala85

    14/05/2020 09:40:16

    Eccellente trasposizione cinematografica del bel romanzo di Robert Harris, ispirato al famoso caso giudiziario Dreyfus che, alla fine del secolo diciannovesimo, scosse la Francia. Polanski offre una grande prova di regia, ricostruendo efficacemente il contesto storico, culturale, politico e militare in cui maturò la vicenda, dopo la sconfitta militare della Francia nel conflitto con la Prussia. Da sottolineare l'interpretazione di Jean Dujardin nel ruolo del colonnello Georges Picquart.

  • User Icon

    Rollopotter

    19/04/2020 21:02:00

    Lento, calmo, intelligente e intrigante. Questi sono solo alcuni aggettivi che possono descrivere questo film, anche se una certa caduta di ritmo nello sviluppo della narrazione, alcuni difetti qua e là, soprattutto alla fine, dove la storia aveva bisogno di essere approfondita; tuttavia, rimane un film dal carattere unico ed esemplare. Polanski riesce a raccontare una storia importante, con una calma simile a quella dei vecchi saggi e la gestisce senza compromessi e senza strumenti complessi. Magistrale il cast eccezionale, soprattutto Jean Dujardin, che porta i segni della storia sul viso e sul corpo con il suo solito talento . Alla fine, è un altro lavoro notevole di Polanski. Delicato. Edizione un po' povera.

Un'opera dall'impianto classico che trova la via del grande schermo in un momento storicamente giusto


Trama


Gennaio del 1895, pochi mesi prima che i fratelli Lumière diano vita a quello che convenzionalmente chiamiamo Cinema, nel cortile dell'École Militaire di Parigi, Georges Picquart, un ufficiale dell'esercito francese, presenzia alla pubblica condanna e all'umiliante degradazione inflitta ad Alfred Dreyfus, un capitano ebreo, accusato di essere stato un informatore dei nemici tedeschi.Al disonore segue l'esilio e la sentenza condanna il traditore ad essere confinato sull'isola del Diavolo, nella Guyana francese. Un atollo sperduto dove Dreyfus lenisce angoscia e solitudine scrivendo delle lettere accorate alla moglie lontana. Il caso sembra archiviato.Picquart guadagna la promozione a capo della Sezione di statistica, la stessa unità del controspionaggio militare che aveva montato le accuse contro Dreyfus. Ed è allora che si accorge che il passaggio di informazioni al nemico non si è ancora arrestato.


E se Dreyfus fosse stato condannato ingiustamente? E se fosse la vittima di un piano ordito proprio da alcuni militari del controspionaggio?
Questi interrogativi affollano la mente di Picquart, ormai determinato a scoprire la verità anche a costo di diventare un bersaglio o una figura scomoda per i suoi stessi superiori. L'ufficiale e la spia, adesso uniti e pronti ad ogni sacrificio pur di difendere il proprio onore.

  • Produzione: Rai, 2020
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Durata: 126 min
  • Lingua audio: Italiano (DTS HD 5.1);Italiano (Dolby Digital 5.1);Francese (DTS HD 5.1);Francese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • AreaB
  • Roman Polanski Cover

    Nome d'arte di R. Raymond Liebling, regista francese di origine polacca. Nato nella capitale francese, ritorna in patria con i genitori polacchi, che nel 1941 finiscono in un campo di concentramento nazista, dove la madre non sopravvive. Precoce attore di teatro, fa un’apparizione anche sullo schermo prima di iscriversi alla Scuola di cinema di Lodz, dove si diploma nel 1959. Durante gli studi gira alcuni cortometraggi in formato ridotto, ma sono i due saggi di fine corso, Due uomini e un armadio (1958) e La caduta degli angeli (1959), che ne rivelano il talento. P. esibisce fin dagli inizi una carica surreale e un gusto del grottesco derivati dall’interesse per l’arte d’avanguardia e coltivati con la frequentazione di artisti e con una personale esperienza nella pittura. I due uomini che... Approfondisci
  • Louis Garrel Cover

    "Attore francese. Figlio d’arte, fin da bambino compare nei film sperimentali del padre, Philippe G. Cresciuto, reincarna nel corpo e nel volto la bellezza irregolare e selvatica tipica di molta Nouvelle vague, quasi un Antoine Doinel dei giorni nostri (non a caso il suo padrino è J.-P. Léaud). È del tutto a suo agio nel ’68 parigino di The Dreamers (2003) di B. Bertolucci, nel ruolo che lo impone all’attenzione internazionale, e nell’analoga Parigi di Gli amanti regolari (2005) del padre Philippe, che gli vale il César come miglior promessa maschile. Il regista C. Honoré ne fa il proprio attore feticcio: in Ma mère (2004) intrattiene uno scabroso rapporto ai limiti dell’incesto con la madre (I. Huppert); in Dans Paris (Dentro Parigi, 2006) è, dei due, il fratello solare e intraprendente,... Approfondisci
  • Emmanuelle Seigner Cover

    Attrice francese. Figlia di un noto fotografo e di una giornalista, debutta nel cinema nel sexy-mélo La medusa (1984, di C. Frank) e ha una parte nell’anti-noir di J.-L. Godard Detective (1985). Il primo ruolo importante arriva nel thriller di R. Polanski (del quale diventerà moglie) Frantic (1988), in cui interpreta la sensuale Michelle che trascina lo spaesato «americano a Parigi» H. Ford in una serie di avventure mozzafiato. Dopo una parentesi italiana in Il male oscuro (1989, di M. Monicelli), tratto dal romanzo di G. Berto, è di nuovo diretta dal marito in Luna di fiele (1992), dove è Mimi, che da vittima del crudele marito, ne diviene la carnale aguzzina. Nel 1997 è la moglie che abbandona il marito creatore di videogiochi in Nirvana di G. Salvatores, mentre nel gotico La nona porta... Approfondisci
Note legali
Chiudi